Anno 16 | 12 Novembre 2018 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

Il problema acidità dell'olio d'oliva serpeggia nell'oliveto Italia. E' davvero un'annata così anomala?

Il problema acidità dell'olio d'oliva serpeggia nell'oliveto Italia. E' davvero un'annata così anomala?

Non solo polifenoli alle stelle, in taluni casi anche l'acidità degli oli prodotti è molto più elevata rispetto alle medie degli ultimi anni. Gli altri parametri chimici sono in regola ma l'olio rischia di non essere extra vergine. Per capirci qualcosa in più abbiamo interpellato Maurizio Servili dell'Università di Perugia

1

Allarme speculazione sul vino italiano. Giochi occulti dopo la vendemmia

Allarme speculazione sul vino italiano. Giochi occulti dopo la vendemmia

Assoenologi lancia l'allarme sui cali repentini delle quotazioni in un'annata che si presenta buona, ma non record, nonostante un quantitativo superiore di circa il 24% rispetto allo scorso anno. La qualità è eterogenea, buona con diverse punte di ottimo ed alcune di eccellente

I ricatti della Grande Distribuzione sull'olio extra vergine di oliva italiano, e non solo, sono un autogol

I ricatti della Grande Distribuzione sull'olio extra vergine di oliva italiano, e non solo, sono un autogol

Amazon si mangerà la GDO se quest'ultima non deciderà di intraprendere un percorso diverso che, lontano dalle private label, parta da un dialogo più serrato con le realtà locali, per rilanciare l'artigianalità, proponendosi non come venditrice di prodotti ma come portatrice di saperi e di tradizioni

0

Mario Pacelli, Giampaolo Sodano

Spacciare olio vecchio per olio nuovo, magari Dop? Si può scoprire nel 98% dei casi

Spacciare olio vecchio per olio nuovo, magari Dop? Si può scoprire nel 98% dei casi

La ricerca scientifica apre nuove prospettive a difesa del consumatore, con nuove metodiche analitiche che permettono di scoprire una delle truffe più vecchie: la miscela di olio vecchio e nuovo, venduto come novello

Green economy: dati negativi sul clima, ma l’innovazione è in marcia

Nel 2017 a livello globale si è verificato un aumento inatteso delle emissioni di carbonio dalla combustione di fossili per fini energetici dell’1,5%. La green economy non riesce a star dietro alla crescita economica? Gli obiettivi ambientali devono marciare insieme con lo sviluppo tecnologico e l’innovazione

No a guerre sugli oliveti superintensivi

No a guerre sugli oliveti superintensivi

La strada per il futuro? Attingere al nostro patrimonio genetico per trasformare varietà poco produttive in varietà altamente produttive, varietà a raccolta difficile in varietà meccanizzabili, varietà con basso contenuto in olio in varietà ad alto contenuto in olio

Ettore Prandini è il nuovo presidente nazionale di Coldiretti

Ettore Prandini sarà affiancato dalla nuova giunta confederale più giovane di sempre, con un’età media di 41 anni e 9 mesi. Vicepresidenti saranno Nicola Bertinelli, David Granieri e Gennaro Masiello.

A Imperia il protagonista sarà l'olio extra vergine di oliva con OlioOliva

Olioliva è un'opportunità per coniugare arte, divertimento e turismo con la cucina locale e le ricette tipiche, impreziosite dall'extravergine delle vallate imperiesi. Dall'olioturismo all'anno del cibo italiano, chiacchiere e assaggi per un weekend di gusto

La sansa deve andare prima ai sansifici, poi ai biodigestori

Assitol chiede si applichi il principio del "food first" per impedire che i sansifici rimangano senza materia prima da lavorare. Si è infatti scatenata la “corsa” alle biomasse di origine olivicola, come il digestato, sottoprodotto derivato dalla produzione di biogas, che usufruisce degli incentivi statali per le fonti rinnovabili

Le eccellenze regionali al centro dei lavori dell'Accademia dei Georgofili

Le eccellenze regionali al centro dei lavori dell'Accademia dei Georgofili

I prodotti locali offrono, infatti, notevoli opportunità di tradizione e freschezza, un valore aggiunto prezioso sia per la Grande Distribuzione sia per i giovani che vogliano intraprendere la carriera di imprenditori agricoli, seguendo l’obiettivo della tipicità e della qualità

Marcello Ortenzi

Green Extraction of Natural Products, con una sessione dedicata all’extravergine

La panoramica dei più recenti progressi nel campo della Green Extraction e dei processi sostenibili servirà da catalizzatore per collegare scienziati ed esperti trans-disciplinarmente da tutto il mondo

No a riduzioni del rame per la viticoltura biologica

L'Europa rischia di danneggiare la viticoltura biologica italiana, mettendo limiti troppo stringenti all'utilizzo del rame come presidio fitosanitario. Allarme della Fivi anche per l'attuale regolamentazione del sistema di voto e di rappresentanza nei consorzi di tutela delle denominazioni di origine

Il mondo del vino e dell'olio italiano a Hong Kong

Nel corso della tre giorni dell'International Wine & Spirits, degustazioni sui vini Doc di decine di territori italiani ma anche un programma di degustazioni di extra vergini guidate da Marino Giorgetti, agronomo esperto nel campo dell'analisi sensoriale dell'olio e capo-panel del Concorso Oleario Internazionale Sol d'Oro

L'olivicoltura italiana cornuta e mazziata, senza soldi dopo la gelata

I danni in Puglia, polmone olivicolo nazionale e Regione più colpita, superano il miliardo di euro. Gennaro Sicolo, presidente di Italia Olivicola, furioso: "non dimenticateci, non siamo cittadini di serie B"

Quando un nuovo oliveto diventa una festa

Quando un nuovo oliveto diventa una festa

A Spoleto un nuovo oliveto con nove varietà autoctone, densità intensiva e tecnologie all'avanguardia, come l'impianto di aria compressa diffuso. Non solo business ma anche "la costruzione di un paesaggio rispettoso della connotazione culturale del territorio”

Carlotta Maffei

I cambiamenti climatici minacciano il mais

Siccità e ondate di calore nel periodo estivo saranno, da qui al 2050, responsabili della diminuzione di produzione a scala europea del mais. Per il frumento, che presenta un ciclo colturale più precoce, si prevedono invece aumenti di resa

Dal frantoio all'etichettatura, a quali spese si va incontro?

Dal frantoio all'etichettatura, a quali spese si va incontro?

Avviare una piccola impresa olivicolo-olearia può essere dispendioso, non solo per l'acquisto di un frantoio ma anche per la gestione di etichette ed etichettatura. Occorre sicuramente una lettura approfondita del regolamento comunitario 1169/2011

Dazi sul riso dalla Cambogia e Myanmar, L'Ue dà ragione all'Italia

Su richiesta dell'Italia la commissione europea propone l'istituzione di dazi, dai 175 euro a tonnellate a scendere per un triennio, che bloccheranno così l'aumento delle importazioni cresciute del 66%, tra settembre 2017 e luglio 2018

Piani della Politica agricola comunitaria più verdi, basati sulla performance e rendicontati

Stando al parere pubblicato dalla Corte dei conti europea, la proposta di riforma della politica agricola comune dopo il 2020 non risponde alle ambizioni dell’UE riguardo ad un approccio basato sulla performance più incisivo e più verde. La Corte rileva anche altri problemi nella proposta, specie per quanto attiene all’obbligo di render conto

Il censimento dei musei dell'olivo e dell'olio: perchè il turismo è una cosa seria

Il censimento dei musei dell'olivo e dell'olio: perchè il turismo è una cosa seria

Andar per frantoi è bello e divertente, specie in questo periodo. Degustare la nuova produzione e abbinare l'olio nuovo ai piatti autunnali della tradizione gastronomica italiana. Per chi vuole un viaggio nel passato ecco anche il variegato e diffuso mondo dei musei dell'olivo e dell'olio

0

Antonio G. Lauro

Il mercato dell'olio d'oliva in Brasile dominato dal Portogallo

Ampi margini di crescita, in una nazione che importa quasi 80 mila tonnellate di oli d'oliva, per l'Italia che rappresenta solo il 6% dei volumi. La crisi economica in Sud America non ferma l'aumento dei consumi del re dei grassi

L'olio d'oliva Toscano si riprende la ribalta

Plausibile quindi che la produzione di olio extra vergine di oliva toscano 2018 si attesti intorno ai 140-150mila quintali. Il 25-30% sarà venduto come olio a denominazione di origine, con un export che vale 700 milioni di euro

Troppo cibo viene ancora oggi sprecato nel mondo

Con una morte su cinque da associarsi a diete di scarsa qualità, un rapporto lanciato dalla Fao esorta i responsabili politici a dare priorità alla riduzione della perdita e dello spreco alimentare come mezzo per migliorare l'accesso a cibo nutriente e sano

TeatroNaturale su Facebook TeatroNaturale su Twitter RSS di TeatroNaturale

BORSINO DELL'OLIO

Rilevazione del 08 novembre 2018
Andria 1,89%
Grecia 1,67%
Andaluso Picual 1,75%
Tunisia -0,80%
Biologico Italia 0,00%
Biologico Ue 1,39%
Olio di oliva raffinato 2,04%
Olio di sansa di oliva 1,85%

di Marcello Scoccia

Capo Panel ONAOO

PARTNERS

Georgofili INFO AIFO Pandolea Onaoo AIRO CNO Unapol Unasco