Editoriali11/06/2021

Basta diatribe ideologiche: dal passato ci vengono molti modernissimi presidi fitosanitari

Basta diatribe ideologiche: dal passato ci vengono molti modernissimi presidi fitosanitari

Le tradizioni non sono tutte da buttare. I macerati di ortiche, gli estratti di equiseto o alghe, dopo l'esperienza in biologico, ora sono i biostimolanti dell'agricoltura convenzionale

di Angelo Bo

Editoriali11/06/2021

Pensare al futuro guardando al passato recuperando il concetto di sovranità alimentare

Pensare al futuro guardando al passato recuperando il concetto di sovranità alimentare

C'è bisogno di una nuova armonia tra territorio, ambiente ed essere umano che parta dall'agricoltura. Siamo nella società dell'opulenza eppure conviviamo con tantissimi problemi di salute nostra e della Terra

Editoriali28/05/2021

No della scienza al riconoscimento dell'agricoltura biodinamica

No della scienza al riconoscimento dell'agricoltura biodinamica

L’agricoltura biodinamica è completamente avulsa dai metodi di corretta produzione agricola, essendo basata su visioni esoteriche

di Giorgio Cantelli Forti

Editoriali14/05/2021

Il futuro dei frantoiani italiani e del comparto olivicolo si gioca nei prossimi mesi

Il futuro dei frantoiani italiani e del comparto olivicolo si gioca nei prossimi mesi

Va sostenuta la funzione produttiva a cui assolvono i frantoi oleari e va intrapresa la strada del rinnovamento tecnologico e della produzione di oli di alta qualità che valorizzano biodiversità e rispetto dell’ambiente, oltre a garantire la salute dei consumatori. E' ora che i frantoiani italiani italiani raccolgano la sfida prima che sia tardi

di Giampaolo Sodano
Editoriali11/05/2021

Il mondo olivicolo-oleario italiano ha bisogno di verità e trasparenza

Il mondo olivicolo-oleario italiano ha bisogno di verità e trasparenza

Il sistema che ha dominato il comparto per cinquant'anni non regge più. Basta alla retorica e all'ipocrisia. Basta a ripetere gli stessi copioni. Le bugie, così come l'ipocrisia, emergono, come l'olio sull'acqua, e col tempo irrancidiscono

di Alberto Grimelli

Editoriali07/05/2021

Io sto con Il Salvagente: chi controlla oggi lo scaffale dell'olio d'oliva?

Io sto con Il Salvagente: chi controlla oggi lo scaffale dell'olio d'oliva?

Non c'è alcuno spirito di ritorsione contro le aziende coinvolte ma sarebbe auspicabile che anche le stesse collaborassero così da fugare qualsiasi dubbio. E se il problema è il test comparativo e chi lo effettua, auspichiamo che lo stesso possa essere fatto dalla Repressione Frodi

di Colomba Mongiello
Editoriali05/05/2021

Chi di fango ferisce, di fango perisce: la denuncia all'Antitrust della Coricelli

Chi di fango ferisce, di fango perisce: la denuncia all'Antitrust della Coricelli

Il Salvagente si è reso colpevole del delitto di lesa maestà: dichiarare che non tutto l'olio extra vergine d'oliva in commercio effettivamente lo è. Inchiesta giornalistica che danneggia gli affari e allora bruci sul rogo dell'inquisizione

di Alberto Grimelli
Editoriali23/04/2021

La Fortezza Medicea di Siena diventa la Fortezza del Cibo italiano

La Fortezza Medicea di Siena diventa la Fortezza del Cibo italiano

Il progetto prevede una struttura espositiva e di degustazione, non solo, anche e soprattutto un centro di elaborazione e attuazione delle strategie di marketing del nostro cibo e dei territori collegati


Editoriali26/03/2021

Per valorizzare l'olio extra vergine d'oliva c'è un a sola via: quella dell'apparato digerente

Per valorizzare l'olio extra vergine d'oliva c'è un a sola via: quella dell'apparato digerente

L'olio si mangia e gli chef debbono poter sperimentare. Mettere l'olio di Itrana sulla carbonara è un gesto così sfrontato da non meritare ulteriori commenti. O forse sì: se l’olio non serve … non usatelo! 

di Piero Palanti
Editoriali19/03/2021

Quello che l'olivicoltura italiana può imparare da Luna Rossa e dall'America's Cup

Quello che l'olivicoltura italiana può imparare da Luna Rossa e dall'America's Cup

C'è chi veleggia per un obiettivo, magari arrivando a un passo dall'ambito trofeo, e chi diventa preda dei venti, andando alla deriva. La qualità non dorme sugli allori

di Angelo Bo
Editoriali12/03/2021

L'imbarbarimento del mondo olivicolo-oleario

L'imbarbarimento del mondo olivicolo-oleario

Il comparto ha preso una brutta china, facendo un balzo all'indietro di 15 anni o più, che però ora coinvolge direttamente anche il mondo produttivo. La faccia di olivicoltori e frantoiani non può essere solo una copertura per bieche operazioni commerciali

di Alberto Grimelli

Editoriali12/03/2021

Occorre dare dignità al frantoiano nelle guide olearie: non la tecnologia ma l'uomo

Occorre dare dignità al frantoiano nelle guide olearie: non la tecnologia ma l'uomo

Basta un giro per comprendere che almeno metà delle aziende celebrate nelle guide non ha un frantoio. Si sa chi produce le olive ma non chi fa l'olio. Fino ad arrivare al paradosso dello sconosciuto frantoiano sloveno che però ha permesso a tredici aziende agricole di comparire in Flos Olei

di Maurizio Pescari
Editoriali26/02/2021

E' un errore credere che basti il solito marketing per l'olio extra vergine di oliva di eccellenza

E' un errore credere che basti il solito marketing per l'olio extra vergine di oliva di eccellenza

I mercati si muovono in due mondi alternativi: quello delle “commodities”, nelle quali tutti i prodotti si sovrappongono, si scontrano all’ultima goccia, prima di morire e il mondo delle “specialità”, nelle quali ogni prodotto ha una sua funzione e occupa un suo territorio

di Gigi Mozzi
Editoriali26/02/2021

Il Covid ci ha allertato su cibo e salute: per ripartire bisogna cominciare da qui

Il Covid ci ha allertato su cibo e salute: per ripartire bisogna cominciare da qui

C'è l’urgente bisogno di una programmazione che parte dal territorio e dall’attività che più lo caratterizza, l’agricoltura, per quello che già dà e per quello che ancor più può dare


Editoriali28/01/2021

Può esistere un'economia agricola oltre il profitto nel futuro nazionale?

Può esistere un'economia agricola oltre il profitto nel futuro nazionale?

La cultura della cessione del proprio territorio, una vera e propria regalia, che riguarda sia il pubblico che il privato, in cambio di quattro posti di lavoro o di qualche migliaia di euro, è tanta parte delle difficoltà dell'Italia nel progettare il suo futuro

Editoriali22/01/2021

La cultura di prodotto inizia proprio dal prodotto

La cultura di prodotto inizia proprio dal prodotto

Aneddoti a parte, la cultura di prodotto parte dal prodotto. C'è qualcosa che dovrebbe sollecitare il consumatore più di qualsiasi altra, qualcosa che sedicenti esperti forse non considerano abbastanza

di Elisabetta De Blasi
Editoriali15/01/2021

Occorre un diverso sviluppo delle filiere alimentari

Occorre un diverso sviluppo delle filiere alimentari

Mangiare è un atto umano, frutto dell’intelligenza, del cuore, della passione e delle mani di uomini e donne che la terra amano e rispettano. Occorre un nuovo tipo di sviluppo, la Sovranità alimentare, nel segno delle uguaglianze