Editoriali20/01/2023

Il giornalismo oleario d’inchiesta non si ferma a suon di querele

Il giornalismo oleario d’inchiesta non si ferma a suon di querele

Coricelli perde la causa civile contro Il Salvagente per presunti danni dovuti all’inchiesta del giugno 2015. I giornalisti non fanno i controllori ma informazione

di Alberto Grimelli

Editoriali20/01/2023

La definizione di olio extra vergine di oliva è davvero corretta?

La definizione di olio extra vergine di oliva è davvero corretta?

Gli oli che abbiamo a disposizione in questo momento storico sono i migliori in assoluto da sempre, sentori, sapori e parametri chimici mai visti. Siamo sicuri che l'extra vergine sia un prodoto tradizionale?

di Piero Palanti
Editoriali14/12/2022

Le rinnovabili rischiano di divenire nemiche del paesaggio

Le rinnovabili rischiano di divenire nemiche del paesaggio

Occorre capire se la bellezza del paesaggio, ma anche potenziali problemi ambientali come lo smaltimento dei pannelli fotovoltaici, sono prezzi accettabili da pagare in nome del progresso


Editoriali09/12/2022

Viviamo in un mondo di pazzi e non ce ne accorgiamo

Viviamo in un mondo di pazzi e non ce ne accorgiamo

Il rischio è essere maledetti dalle nuove e prossime generazioni per i cambiamenti climatici ma anche per lo spreco della fertilità dei suoli ma anche la qualità dei cibo e della salute nostra e degli animali

Editoriali30/11/2022

L’olivicoltura italiana finalmente rappresentata al Consiglio oleicolo internazionale

L’olivicoltura italiana finalmente rappresentata al Consiglio oleicolo internazionale

Gennaro Sicolo, Presidente di ItaliaOlivicola è stato eletto Vicepresidente del Comitato consultivo del Coi con delega all’olio di oliva. La prova più difficile in primavera per i vertici del Segretariato esecutivo

di Alberto Grimelli

Editoriali04/11/2022

Caro Ministro Lollobrigida, non vogliamo solo sovranità ma anche verità

Caro Ministro Lollobrigida, non vogliamo solo sovranità ma anche verità

Il nocciolo della questione non è giungere ad un mercato agroalimentare autarchico con la difesa ad oltranza del prodotto nazionale contro le importazioni, ma di restituire la sovranità dello Stato nel settore agroalimentare costruendo valide alternative agli stessi prodotti provenienti da altri paesi

di Mario Pacelli, Giampaolo Sodano
Editoriali30/09/2022

Basta con gli annus horribilis per l'olivicoltura italiana

Basta con gli annus horribilis per l'olivicoltura italiana

I listini sono già in salita: a settembre si parlava di 8,5 euro al kg per i prodotti a scaffale. Inevitabilmente l'incremento dei prezzi al dettaglio porterà a una contrazione dei consumi

Editoriali30/09/2022

L’agricoltura nelle mani dei giovani per il domani del cibo

L’agricoltura nelle mani dei giovani per il domani del cibo

Per invogliare i giovani a fare agricoltura, c’è bisogno di riportare al centro dello sviluppo questo settore primario soprattutto perché fonte di cibo, cioè  di energia rinnovabile


Editoriali23/09/2022

Troppe incognite e speculazioni su questa campagna olearia

Troppe incognite e speculazioni su questa campagna olearia

Dopo una stagione estiva caldissima arriverà l’olio nuovo. Quest’anno più di altri saranno gioie e dolori. Quanto costerà l’olio extravergine quest’anno? Come risponderà il consumatore?

di Piero Palanti
Editoriali02/09/2022

Signore e signori, ecco il Nutriscore

Signore e signori, ecco il Nutriscore

La lotta tra i sostenitori e i detrattori sta alzando il volume e si sta allargando la platea degli interessati. Oltre la scienza c'è la comunicazione, ovvero cosa il consumatore capisce grazie al Nutriscore

di Gigi Mozzi
Editoriali05/08/2022

Occorre più attenzione sul PNRR per i frantoi

Occorre più attenzione sul PNRR per i frantoi

Sbilanciare gli interventi verso gli olivicoltori potrebbe significare mettere in pericolo la continuazione dell'esistenza dei frantoi oleari. Occorre riconoscere il ruolo di produttori di olio ai frantoi

di Giampaolo Sodano

Editoriali22/07/2022

Cambiamenti climatici ed incendi negli oliveti: è tempo di scelte

Cambiamenti climatici ed incendi negli oliveti: è tempo di scelte

Occorre cambiare prospettiva e abituarci all'idea che calura, siccità, incendi, sono un problema prima nostro che altrui

di Giosetta Ciuffa
Editoriali08/07/2022

Parola d'ordine Glocal per far ripartire la produzione di cibo in Italia

Parola d'ordine Glocal per far ripartire la produzione di cibo in Italia

Con l’agricoltura e il mondo contadino, l’Italia perde tanta parte di territorio fertile atto a produrre cibo di qualità e valori come la storia, la cultura, il paesaggio, l’ambiente, professionalità e manodopera

Editoriali17/06/2022

Giovani olivicoltori italiani: imparate l’arabo!

Giovani olivicoltori italiani: imparate l’arabo!

Sono combattuto tra un cauto ottimismo, per una congiunzione astrale particolarmente favorevole all’Italia dell’olio di oliva, e una certa sfiducia nella classe dirigente del nostro Paese. Lo show del mondo arabo al Consiglio oleicolo internazionale non promette nulla di buono

di Alberto Grimelli

Editoriali10/06/2022

Fai del tuo nemico un amico: vincere la guerra Nutriscore contro Nutrinform Battery

Fai del tuo nemico un amico: vincere la guerra Nutriscore contro Nutrinform Battery

L’operazione Nutriscore nasce probabilmente da un mix di incompetenza e di interesse. Mettere il Nutrinform Battery in contrapposizione rischia di vederci perdenti, a meno di non ritornare a Confucio: “tutti gli uomini si nutrono, ma pochi sanno distinguere i cibi”

di Gigi Mozzi
Editoriali01/04/2022

Andare oltre l'ideologia per difendere l'agricoltura italiana

Andare oltre l'ideologia per difendere l'agricoltura italiana

Non ha senso, oggi, il partito comunista. È ormai parte della storia e tale deve rimanere. Bisogna ripartire dai territori: tesori di risorse e di valori, qualità e diversità, solidarietà e convivialità

Editoriali25/03/2022

Il necessario ritorno all'agricoltura contadina

Il necessario ritorno all'agricoltura contadina

Ci sono governanti, ai vari livelli, che hanno l’abitudine di camminare con la testa rivolta all’indietro e di accettare il furto del territorio, che vuol dire furto di cibo. Non sarà per niente facile recuperare l’autosufficienza alimentare, nel momento in cui l’Europa ha pensato solo all’agricoltura industrializzata