L'arca olearia20/06/2024

I composti volatili che generano i difetti organolettici nell’olio di oliva

I composti volatili che generano i difetti organolettici nell’olio di oliva

Ogni difetto genera diverse tipologie di composti volatili. Alcuni, in virtù della loro soglia di percezione odorosa, generano gli attributi negativi

di R. T.

L'arca olearia20/06/2024

Le condizioni che favoriscono lo sviluppo e l’infestazione della mosca dell’olivo

Le condizioni che favoriscono lo sviluppo e l’infestazione della mosca dell’olivo

Nonostante l'importanza della forma, delle dimensioni e del colore dell’oliva per l'orientamento della mosca dell’olivo, gli stimoli opticotattili non sono sufficienti

di R. T.
L'arca olearia20/06/2024

Biostimolanti sull’olivo per promuovere la crescita dell’oliva post allegagione

Biostimolanti sull’olivo per promuovere la crescita dell’oliva post allegagione

I biostimolanti non sono tutti uguali, anzi, agendo anche come simil ormonici o attivando alcuni percorsi metabolici possono essere utili o no alla pianta. Il ruolo degli sfingolipidi

di R. T.

L'arca olearia19/06/2024

Addio alla produzione di olio con troppo azoto all’olivo

Addio alla produzione di olio con troppo azoto all’olivo

Una sovrafertilizzazione azotata dell’olivo porta a una riduzione delle biosintesi dell’olio. La correlazione negativa tra concimazione con azoto e contenuto di olio è più pronunciata in presenza di un elevato carico di olive

di R. T.
L'arca olearia18/06/2024

L’effetto dei colpi di calore sull’olivo e sulle olive

L’effetto dei colpi di calore sull’olivo e sulle olive

Colpi di calore, con temperature a 35 gradi e più, possono disturbare la fisiologia dell’olivo e causare una precoce cascola dei frutticini. I sintomi da non sottovalutare sulla pianta e sulle olive

di R. T.

L'arca olearia18/06/2024

Il nocciolino d'oliva per l'isolamento termico dei mattoni

Il nocciolino d'oliva per l'isolamento termico dei mattoni

Sostenibilità energetica, sociale ed economica nell'uso del nocciolino d'oliva per l'insolamento termico degli edifici, attraverso l'uso di mattoni di malta perforati contenenti il sottoprodotto

di R. T.
L'arca olearia17/06/2024

E' Certo l'impronta digitale dell'olio di oliva di Puglia

E' Certo l'impronta digitale dell'olio di oliva di Puglia

Nel progetto tutta la regione con le OP di Bari, Lecce, Foggia, Università del Salento, Ciheam Bari. Spettroscopia e infrarossi per ricostruire le impronte digitali dei migliori extravergini d’oliva pugliesi

di C. S.
L'arca olearia17/06/2024

L’inerbimento con leguminose dell’olivo: effetto ammendante e protezione del suolo

L’inerbimento con leguminose dell’olivo: effetto ammendante e protezione del suolo

Confrontate due gestioni del suolo: sfalcio e sfalcio con lavorazione. Le leguminose utilizzate come inerbimento migliorano i nitrati del terreno

di R. T.

L'arca olearia16/06/2024

Come e quando si calcola l’allegagione dell’olivo

Come e quando si calcola l’allegagione dell’olivo

Il numero finale di frutti che si sviluppano normalmente viene solitamente raggiunto 6-7 settimane dopo la piena fioritura. Di solito, solo un’oliva per infiorescenza si svilupperà normalmente ma vi sono differenze fra varietà

di R. T.
L'arca olearia14/06/2024

Vendere l'olio extravergine di oliva in un superstore di lusso: le caratteristiche richieste

Vendere l'olio extravergine di oliva in un superstore di lusso: le caratteristiche richieste

Un superstore deve dare l'idea di luxury ma anche di raffinatezze ed esclusività e, non da ultimo, design e comunicazione chiara e che si faccia notare. Le linee guida date da Marco Raccuia, responsabile acquisti Food-Beverage di Rinascente

di Giosetta Ciuffa
L'arca olearia14/06/2024

La differenziazione degli oli monovarietali rispetto ai blend: i composti volatili e sensoriali

La differenziazione degli oli monovarietali rispetto ai blend: i composti volatili e sensoriali

I composti fenolici non differenziano significativamente i blend dagli oli monovarietali. Diversi rami della via della lipossigenasi, invece, differenziano gli extravergini

di R. T.

L'arca olearia14/06/2024

I diversi danni della mosca dell’olivo, della tignola e dei funghi sul frutto

I diversi danni della mosca dell’olivo, della tignola e dei funghi sul frutto

L’analisi dell’oliva a seguito di attacco di mosca dell’olivo e tignola mostra che non vi è interazione tra i due parassiti ma anche come infestazioni multiple di Bactrocera oleae, anche ben controllate, possano portare a seri problemi sulla qualità

di R. T.
L'arca olearia14/06/2024

La capacità dell’olivo di resistere alla siccità oltre le aspettative

La capacità dell’olivo di resistere alla siccità oltre le aspettative

Durante un’estate siccitosa, gli olivi possono disidratarsi a tal punto da raggiungere un potenziale idrico molto basso, mantenendo però la capacità di fare fotosintesi. L’olivo può resistere dunque ai cambiamenti climatici?

di R. T.
L'arca olearia14/06/2024

Olio di oliva biologico e convenzionale: le differenze oltre i residui di fitofarmaci

Olio di oliva biologico e convenzionale: le differenze oltre i residui di fitofarmaci

Oltre ai trattamenti fitosanitari, le differenze più significative tra olivicoltura biologica e convenzionale riguardano le concimazioni. Quali possono essere gli effetti sull’oliva e sull’olio?

di R. T.

L'arca olearia14/06/2024

L’olivo colpito da virus, batteri e fitoplasmi: la loro diffusione

L’olivo colpito da virus, batteri e fitoplasmi: la loro diffusione

Solo due batteri infettano l’olivo ma i virus e i fitoplasmi sono molti di più. Conosciamoli meglio, così come la loro diffusione e pericolosità

di R. T.
L'arca olearia13/06/2024

La produttività dell’olivo e la resa in olio spiegati dai parametri di fertilità del suolo

La produttività dell’olivo e la resa in olio spiegati dai parametri di fertilità del suolo

La fertilità del suolo, in particolare riguardo alcuni nutrienti, spiega bene le differenze di produttività dell’olivo mentre il tenore in olio è debolmente correlato alle concentrazioni fogliari di alcuni elementi

di R. T.
L'arca olearia12/06/2024

La lebbra dell’olivo: ecco perché alcune varietà sono più resistenti di altre

La lebbra dell’olivo: ecco perché alcune varietà sono più resistenti di altre

I composti fenolici sono stati associati alla resistenza a patogeni fungini su varie colture. Gli effetti del metabolismo fenolico in diverse varietà di olivo influisce sul grado di suscettibilità alla lebbra

di R. T.