L'arca olearia18/01/2019

Tutto quello che dovete sapere su carenze ed eccessi nutritivi sull'olivo

Tutto quello che dovete sapere su carenze ed eccessi nutritivi sull'olivo

Un compendio da tenere sempre a portata di mano per non sbagliare e riconoscere i sintomi. Occorre anche sapere che un eccesso di un nutriente può far male tanto o più di una mancanza. Dal sovrastimato azoto, fino al sottostimato apporto del potassio per produttività e crescita

di R. T.

L'arca olearia18/01/2019

La qualità dell'olio prodotto in questa campagna olearia

La qualità dell'olio prodotto in questa campagna olearia

Non è stato facile individuare il tempo giusto per iniziare la raccolta perché le olive hanno iniziato l’invaiatura già nel mese di settembre, ma non è stato chiaro se fosse maturazione o stress idrico. Dal punto di vista qualitativo in media si sono prodotti oli che possiamo definire più "piatti"

L'arca olearia18/01/2019

Arricchire l'olio d'oliva con gli omega 3 è inutile

Arricchire l'olio d'oliva con gli omega 3 è inutile

Nonostante vi siano vari condimenti a base di olio d'oliva arricchiti con omega 3 la loro utilità per la nostra salute è molto scarsa come emerge da uno studio dell'Inra francese. Pinoresinolo e polifenoli, infatti, diminuiscono l'assorbimento della vitamina D

di R. T.

L'arca olearia16/01/2019

Il riscatto dell'olivicoltura toscana: prove di rilancio

Il riscatto dell'olivicoltura toscana: prove di rilancio

I temi sensibili che accomunano i tre principali progetti di rilancio riguardano principalmente la difesa dalla mosca delle olive e la sostenibilità intesa in senso lato, ma con un particolare focus sugli aspetti ambientali

di Marco Mancini
L'arca olearia11/01/2019

Modificato il regolamento comunitario doganale e tariffario sull'olio extra vergine d'oliva

Modificato il regolamento comunitario doganale e tariffario sull'olio extra vergine d'oliva

Dopo circa trent'anni l'Unione europea ha finalmente allineato la normativa doganale e quella specifica, scongiurando così definitavamente controversie che potevano arrivare sino alla Corte di Giustizia. La posizione dell'Italia è semre stata chiara, meno quella di altri paesi

di Matteo Storelli

L'arca olearia11/01/2019

Controlli inefficaci nel mondo dell'olio d'oliva? Colpa di una legge del 1960

Controlli inefficaci nel mondo dell'olio d'oliva? Colpa di una legge del 1960

Se sugli scaffali dei supermercati vi sono tante bottiglie “tarocche” di olio extra vergine d'oliva è colpa della legge 1407 del 13 novembre 1960, mai abrogata, secondo Stefano Vaccari, capo dipartimento della Repressione frodi del Ministero delle politiche agricole

di T N
L'arca olearia21/12/2018

Basta poco azoto per far produrre al meglio gli olivi

Basta poco azoto per far produrre al meglio gli olivi

Una ricerca portoghese rivede le stime sulle asportazioni di elementi minerali durante il normale ciclo produttivo di un giovane oliveto in produzione. In particolare è l'azoto il nutriente più sopravvalutato in termini quantitativi, anche se la fertilizzazione annuale è da preferire

di R. T.
L'arca olearia19/12/2018

Xylella fastidiosa, i punti d'azione del piano del Ministro Centinaio

Dal monitoraggio alle azioni di sostegno alle aziende agricole, anche attraverso l'incentivo alla diversificazione delle attività, fino all'aiuto per nuovi impianti con cultivar resistenti di olivo. Ecco come verranno spesi i 100 milioni di euro per l'emergenza Xylella

di C. S.

L'arca olearia14/12/2018

I padroni dell’olio extra vergine d’oliva mondiale: ecco cosa vogliono fare

I padroni dell’olio extra vergine d’oliva mondiale: ecco cosa vogliono fare

Intervista esclusiva con Pierluigi Tosato, presidente e amministratore delegato di Deoleo, e Antonio Luque, presidente di Dcoop. Insieme controllano il 13% della produzione mondiale, per un fatturato da 1,8 miliardi di euro. Dall’olio deodorato, al panel test, al ruolo dell’Italia… un lungo confronto per capire il futuro del settore

di Alberto Grimelli
L'arca olearia14/12/2018

Troppo azoto ai giovani olivi rischia di far più male che bene

L'applicazione di azoto in pre impianto può anche non essere necessaria se i livelli di nitrati sono normali. Un eccesso di concimazione, viceversa, può portare a una riduzione della crescita delle radici e dei germogli

di R. T.
L'arca olearia12/12/2018

L'olio extra vergine di oliva "artigianale" esiste, parola di Chiara Coricelli

L'olio extra vergine di oliva "artigianale" esiste, parola di Chiara Coricelli

Le affermazioni di Chiara Coricelli, in una nota Ansa, denotano ignoranza in materia di leggi sull'etichettatura dell'olio d'oliva, confondendo il rispetto delle norme sulla claffificazione commerciali e quelli sulle indicazioni facoltative in etichetta. Però vi sono anche novità interessanti

di T N

L'arca olearia07/12/2018

Varietà o tecnologia, cosa incide di più sulla qualità dell'olio extra vergine d'oliva?

Varietà o tecnologia, cosa incide di più sulla qualità dell'olio extra vergine d'oliva?

La qualità di un olio extra vergine si definisce in base al profilo sensoriale dell’olio ed in questo senso la frazione volatile gioca un ruolo determinante insieme a quella fenolica. La cultivar ha un effetto significativo sul profilo fenolico e sensoriale degli oli e l’utilizzo degli ultrasuoni non impatta negativamente su tali profili 

di Nadia Mulinacci
L'arca olearia07/12/2018

Epoca di potatura dell'olivo. E' già ora di cominciare? Come intervenire?

Epoca di potatura dell'olivo. E' già ora di cominciare? Come intervenire?

Il clima mite di questo periodo sta incentivando l'inizio delle operazioni di potatura dell'olivo, con la pianta che ancora non è in riposo vegetativo. Non sempre la potatura minima è da preferirsi. Più rischi che opportunità volendo forzare troppo i tempi, a meno che non si proceda con interventi di riforma

di R. T.
L'arca olearia07/12/2018

Nanoparticelle di spirulina per conservare l'olio extra vergine d'oliva in condizioni difficili

Nanoparticelle di spirulina per conservare l'olio extra vergine d'oliva in condizioni difficili

Grazie all'utilizzo di nanoparticelle di spirulina all'1% l'olio d'oliva riesce a conservare le proprie caratteristiche anche fino a 475 giorni quando tenuto a 25 gradi centigradi costanti. L'attività antiossidante di questi composti aiuta anche a mantenere colore e attributi organolettici

di R. T.

L'arca olearia30/11/2018

Quanti polifenoli ha un olio extra vergine di oliva? Dipende dal metodo d'analisi

Quanti polifenoli ha un olio extra vergine di oliva? Dipende dal metodo d'analisi

Tra un metodo analitico e l'altro le differenze di contenuto fenolico dichiarato sono anche del 40%. Quanto sono veritiere dunque le informazioni che si danno al consumatore? Per confrontare i vari risultati analitici occorrono dei fattori di conversione

di R. T.
L'arca olearia30/11/2018

Gli oliveti superintensivi sono una trappola mortale per gli uccelli migratori

Gli ambientalisti spagnoli si scagliano contro gli oliveti superintensivi e contro la raccolta in continuo delle olive in notturna, rea di poter provocare la morte di milioni di uccelli migratori. La denuncia di Ecologistas en Acción raccolta dal Ministero dell'ambiente spagnolo

di T N
L'arca olearia23/11/2018

I Carabinieri rinunciano ai controlli sull'olio di oliva

I Carabinieri rinunciano ai controlli sull'olio di oliva

Il Comando Tutela Agroalimentare dei Carabinieri dichiara chiusi i controlli sulla campagna olearia il 15 novembre, dopo l'apertura il 15 ottobre. Verificate 105 unità produttive, con 46 irregolarità penali e amministrative riscontrate. Per il colonnello Cortellessa al Tg3: “il settore dell'olio d'oliva in Italia può definirsi un settore sano”

di Alberto Grimelli