Salute 13/06/2024

L’olio extravergine di oliva aiuta l’intestino contro l’infiammazione cronica

L’olio extravergine di oliva aiuta l’intestino contro l’infiammazione cronica

La somministrazione di olio extravergine di oliva comporta una riduzione della perdita di peso corporeo in caso di colite ed è utile per prevenire l'insorgenza e ridurre la progressione dell'infiammazione intestinale


La malattia infiammatoria intestinale (IBD) è un disturbo intestinale multifattoriale caratterizzato da infiammazione intestinale cronica.

L'eziologia dell'infiammazione cronica intestinale non è ancora chiara, anche se i fattori genetici, ambientali e dell'ospite sono stati associati alla malattia.

L’olio extravergine di oliva è un componente centrale della dieta mediterranea e diminuisce l’infiammazione cronica interferendo con l’acido arachidonico e le vie di segnalazione NF-B. Nello specifico, le diverse componenti dell’olio sono in grado di conferire vantaggi in termini di salute nel loro sito di azione. Ad esempio, l'acido oleico mostra un effetto protettivo nella disfunzione epatica e nell'infiammazione intestinale, mentre i composti fenolici proteggono le cellule del colon dai danni ossidativi e migliorano i sintomi dell'infiammazione cronica intestinale.

Date le proprietà biologiche dell’olio extravergine di oliva, l’Università di Bari ha studiato se la sua somministrazione è in grado di conferire protezione in un modello murino di sodio solfato di dextrane (DSS)-indotta.

Quattro oli monovarietali provenienti dalla Regione Puglia d’Italia, ovvero Ogliarola (Cima di Bitonto), Coratina, Peranzana e Cima di Mola sono state utilizzate.

La somministrazione di extravergine ha comportato una riduzione della perdita di peso corporeo nel modello di colite.

Inoltre, i topi trattati con extravergine di Ogliarola, Coratina e Cima di Mola hanno mostrato una riduzione dei livelli di espressione del gene di IL-1 e IL-1, TGF, IL-6. Inoltre, la somministrazione di olio di Ogliarola, Coratina e Peranzana hanno migliorato la permeabilità intestinale e le caratteristiche istopatologiche dell’infiammazione.

Vengono così confermati i ben noti effetti positivi della supplementazione di olio nella promozione della salute umana e suggeriscono il contributo in buona fede di extravergine nel prevenire l'insorgenza e ridurre la progressione dell'infiammazione intestinale.

di T N