Editoriali13/05/2016

Differenziare l'olio d'oliva per far scegliere il consumatore

L’aggettivazione “artigianale" dell'olio - spiega Mario Pacelli - appare consentita sia dalla normativa europea, che consente indicazioni facoltative in etichetta, aggiuntive cioè a quelle obbligatorie, sia dalle decisioni fin qui assunte dall'autorità per la tutela della concorrenza e dalla giustizia amministrativa

di Mario Pacelli
Editoriali06/05/2016

Dal Movimento Turismo del Vino al Movimento Turismo dell’Olio

Il Movimento Turismo del Vino, che si appresta a celebrare Cantine aperte, si lancia in una nuova sfida e si occuperà anche di olio. "Come per il vino, vogliamo abbattere i recinti, aprire le porte e far conoscere le diversità, territoriali, umane e qualitative." spiega il Presidente MTV Carlo Pietrasanta

di Carlo Pietrasanta

Editoriali22/04/2016

Una storia di successo: l'olio extra vergine di oliva biologico

Raccontare la storia dell'olio extra vergine di oliva biologico in questi ultimi anni è narrare un settore vivo e vitale, con tanta voglia di migliorarsi. Un circolo virtuoso a beneficio di tutto il comparto secondo Alfredo Marasciulo, Capo Panel del Biol

di Alfredo Marasciulo
Editoriali15/04/2016

Lo Stop al Glifosato non è un salto all'indietro ma in avanti

Le alternative al glifosato esistono: sono le buone pratiche agronomiche, ecologiche e sostenibili. L'opinione di Mariagrazia Mammuccini, Portavoce del tavolo associazioni ambientaliste e dell’agricoltura biologica per la Campagna #StopGlifosato

di Mariagrazia Mammuccini

Editoriali01/04/2016

Mi sento offeso dalle bottiglie di olio d'oliva a 3 o 4 euro

La cultura di prodotto non si improvvisa, come ci spiega il Presidente della Fondazione Italiana Sommelier Franco Maria Ricci: "troppo “registrato” nella mente della gente che l'olio e il vino costano 4-5 euro al litro"

di Franco Maria Ricci
Editoriali25/03/2016

Manca l'olio d'oliva italiano ma le cisterne sono piene

di Alberto Grimelli
Editoriali18/03/2016

La fine dell'industria olearia nazionale

di Alberto Grimelli

Editoriali11/03/2016

Il valore culturale delle denominazioni di origine da difendere contro imitazioni e contraffazioni

La strategia di promozione dell'autentico Made in Italy è una condizione indispensabile per garantire, attraverso una maggiore conoscenza del prodotto e consapevolezza dell'acquisto da parte del consumatore, un effetto sostituzione tra il prodotto imitativo e il prodotto autenticamente italiano. Così la pensa Cristina Chirico, responsabile relazioni internaizonali della Cia

di Cristina Chirico
Editoriali04/03/2016

Difendere la credibilità e l'onorabilità dell'Italia agroalimentare

Va risolta la difficile convivenza tra applicativa tra illeciti penali e amministrativi. Secondo il responsabile ambiente e territorio di Coldiretti, nonchè vicepresidente della Commissione Caselli, Stefano Masini: "l’origine geografica dei prodotti alimentari riveste una importanza strategica per il nostro Paese di grandissimo valore economico e culturale"

di Stefano Masini
Editoriali26/02/2016

Un solo porto di sbarco per l'olio di oliva straniero in arrivo in Italia

La proposta shock del presidente di Confagricoltura Puglia, nonchè responsabile del settore olio di oliva della confederazione agricola, per rendere più efficienti i controlli e più trasparente la filiera

di Donato Rossi

Editoriali05/02/2016

Un brutale attacco alla ruralità

Sempre più spesso il susseguirsi di notizie allarmanti sui media portano a una reazione istintiva, ci ricorda Pasquale Di Lena, mentre dovrebbe essere più meditata per capire come rispondere al brutale attacco alla ruralità, alla biodiversità e alla tipicità


Editoriali29/01/2016

Ma il villaggio globale si è ristretto?

Il commercio internazionale sembra ormai cambiare verso e non a vantaggio delle realtà esportatrici. Sarà uno scontro al'ultimo sangue sul fronte interno? Secondo Mario Pacelli le tendenze in atto scoraggiano i progetti produttivi e commerciali a medio e lungo termine 

di Mario Pacelli
Editoriali22/01/2016

L'olio d'oliva Dop, sedotto e abbandonato

Da tanti anni, ormai, la quota di mercato degli oli a denominazione d'origine non si schioda dal 2-3%. La ragione? Secondo Fabrizio Filippi, presidente dell'Igp Toscano: " i soggetti che operano nel settore hanno sempre usato questo importante strumento in modo parziale, spesso per soddisfare altre esigenze"

di Fabrizio Filippi
Editoriali15/01/2016

Un sogno per l'oliveto Italia

di Alberto Grimelli