Anno 16 | 09 Dicembre 2018 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

STRETTAMENTE TECNICO > MONDO ENOICO

Il mondo del vino deve riflettere, più che gioire

Vini fermi in sofferenza mentre continua l'exploit degli spumanti. Occorre un salto di qualità nelle politiche di promozione, con il Ministro Centinaio che annuncia tavolo di lavoro con ministeri dello sviluppo economico e esteri per promozione unitaria del wine&food

C. S.

Le ricerche di Luigi Manzoni un patrimonio per l'Italia del vino

Celebre per aver creato i rinomati vini che portano il suo nome, è stato pioniere della ricerca genetica in ambito enologico. In suo nome il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali ha autorizzato un concorso nazionale:

C. S.

Nuovi vitigni nelle denominazioni d'origine francesi, con moderazione

Approvato dal Comitato vitivinicolo francese un protocollo che permette di utilizzare i vitigni resistenti a malattie e ai cambiamenti climatici nelle Aoc, ma solo a scopo sperimentale e per un periodo di dieci anni

T N

Allarme speculazione sul vino italiano. Giochi occulti dopo la vendemmia

Assoenologi lancia l'allarme sui cali repentini delle quotazioni in un'annata che si presenta buona, ma non record, nonostante un quantitativo superiore di circa il 24% rispetto allo scorso anno. La qualità è eterogenea, buona con diverse punte di ottimo ed alcune di eccellente

C. S.

La produzione vitivinicola mondiale rimbalza: 282 milioni di ettolitri nel 2018

Aumento a due cifre per la produzione mondiale di vino che, secondo le prime stime dell'Organizzazione mondiale della vite e del vino, dovrebbe crescere di 31 milioni di ettolitri rispetto alla vendemmia precedente. Cali in Grecia, Portogallo ma anche Brasile, Sud Africa e Australia

C. S.

Nuovo impulso alla selezione dello Chardonnay

Scoperto un grado di parentela molto stretto tra il vitigno bianco più diffuso al mondo e Pinot Noir e Gouais Blanc. Grazie a più di 1600 marcatori genetici può partire un nuovo lavoro di miglioramento genetico

R. T.

Inerbimento del vigneto, nel Mediterraneo c'è troppa ingiustificata paura

L'inerbimento contrasta gli effetti dei cmbiamenti climatici e migliora la composizione dell'uva. Nonostante questi potenziali benefici, l'adozione di colture di copertura nei vigneti mediterranei non irrigati è stata limitata dalla preoccupazione di un'eccessiva concorrenza idrica tra colture di copertura e viti

R. T.

Il Pinot Nero friulano si affida all'Università di Udine

Le cantine di Rete di Impresa Pinot nero Friuli Venezia Giulia partner di un importante progetto per approfondire lo studio del vitigno

C. S.

Tredici nuovi vitigni pronti per la registrazione

Finora la Fondazione Mach ha registrato quattro nuovi vitigni tolleranti alla botrite ma presto potrebbero aggiungersene altre che puntano a migliorare la resistenza alla botrite, l'intensità del colore, la qualità e qualità dei polifenoli contenuti, i timbri aromatici, la quantità di acidità e il posticipo dell'epoca di raccolta

C. S.

Buona vendemmia in Italia ma è merito del clima tropicale

Al nord la qualità risulta più che buona, con diverse punte di ottimo alcune di eccellente. I primi dati analitici indicano acidità inferiore alla norma, tipiche di condizioni climatiche variabili. Per quanto concerne i vini bianchi ottenuti dalle prime uve vendemmiate, si riscontra un buon quadro aromatico e un’interessante intensità

C. S.

Vendemmia 2018: l'Italia ha la leadership mondiale

La produzione enologica nazionale dovrebbe attestarsi a 49 milioni di ettolitri, con un recupero del 15% sulla scorsa annata, tra le più scarse di sempre. Il Sud ha registrato le maggiori criticità legate all'andamento meteo che ha reso faticosa la gestione del vigneto e influito sulle operazioni vendemmiali, soprattutto per le varietà rosse

C. S.

Vendemmia in crescita ma attenzione alle patologie fungine

Ismea stima la produzione vinicola della prossima vendemmia in un range tra i 46 e i 49 milioni di ettolitri. Anche in Francia si prospetta una vendemmia decisamente superiore alla precedente con volumi stimati nella forbice 46-48 milioni di ettolitri

C. S.

Una mappa sensoriale per il Barbera d'Asti

Il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato capofila di uno studio approfondito, primo nel suo genere, sulle aree di produzione e sulle caratteristiche chimico-fisiche e sensoriali della Barbera d’Asti

C. S.

Nuova resilienza a stress ambientale e patogeni grazie allo studio genomico della vite selvativa

La vite selvatica possiede geni che quella domestica ha perso durante la domesticazione. Se recuperati attraverso il miglioramento genetico, potrebbero conferire maggiore resilienza alla vite domestica per quanto riguarda le sfide del cambiamento climatico, dalla resistenza al deficit idrico, alle alte temperature e agli attacchi di patogeni

C. S.

Vino italiano in stallo, preoccupa la frenata nell'export: volumi in calo

Il settore copre il momento di difficoltà grazie all'aumento dell'export in valore ma le bollicine non riescono, da sole, a mascherare la controtendenza, con una diminuzione dei volumi venduti all'estero per il 9% nel primo trimestre 2018

C. S.

Le aziende vitivinicole sempre più social

Cresce in particolare Instagram, ma Facebook rimane il canale più amato, seguito da Youtube. Poche le cantine che integrano una piattaforma di acquisto on line, preferendo affidarsi a piattaforme esterne. Sempre più trendy parlare di vitigni autoctoni

C. S.

L'effetto del magnetismo sulla qualità del vino

L'utilizzo di piccoli magneti può portare a grandi benefici in enologia, riducendo l'utilizzo di coadiuvanti chimici. L'ecceso di sentori vegetali, come quelli carattteristici del Cabernet sauvigno, può essere attenuato grazie al magnetismo

R. T.

L'industria vitivinicola segue quella olearia: nuovi business dai sottoprodotti

Raspi e vinacce possono essere fonti di antiossidanti a buon mercato da utilizzare in campo alimentare e in quello cosmetico. Quattordici milioni di tonnellate di sottoprodotti del settore possono quindi avere una nuova vita secondo la Società Americana di Chimica

R. T.

| 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | >>

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

Caratteristiche chimiche e annata di raccolta sull'etichetta dell'olio d'oliva, più dubbi che certezze

Evviva, sono tornate le truffe olearie! Ecco cosa accadrà all'olio d'oliva italiano

Evitare di filtrare l'olio extra vergine di oliva si può, ma a precise condizioni

Gli olivi devono produrre a costi accettabili: analisi di quelli fissi e variabili

Il tappo antirabbocco per l'olio extra vergine d'oliva va vietato: è pericoloso!