Anno 15 | 23 Agosto 2017 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

PENSIERI E PAROLE > EDITORIALI

Il terribile prezzo della globalizzazione: la perdita della ruralità

La globalizzazione sta consumando il globo. Non solo le risorse, pur indispensabili, ma soprattutto i nostri sogni, le nostre speranze, il domani. La globalizzazione rischia di portarci via quanto abbiamo di più prezioso: ambiente, salute e lavoro. Tutto, compreso i pilastri fondanti delle nostre società. Le riflessioni di Pasquale Di Lena

Rassegnarsi al declino dell'olio di oliva italiano? No!

Ancora una campagna olearia negativa attende l'Italia. Occorrono nuovi impianti e una politica di vera valorizzazione del prodotto finito. Diversamente saremo destinati a utilizzare sulle nostre tavole oli di oliva prodotti all'estero. L'opinione di Piero Gonnelli, presidente Aifo

1

Piero Gonnelli

Il sommelier, l'evoluzione culturale di una professione

Ma col passare del tempo il termine Sommelier ha subito una contaminazione culturale con la nascita dei Sommelier dell’Olio, del Caffè, del Tè, del Sakè… e persino dell’Acqua minerale!
Le considerazioni sulla professione da parte di Nicola Ferrazzano, Presidente della Scuola Italiana Sommelier

2

Nicola Ferrazzano

Unione europea e Canada: la parola all'agricoltura

Il  Canada uno dei principali esportatori di prodotti agricoli: circa metà della produzione totale è diretta all'esportazione. Il prodotto canadese più importato in Italia è il grano. Attualmente il nostro export in Canada si concentra per il 40% in vino, per il 14% in olio di oliva e per l'8% in prodotti da forno. Analisi ragionata di agricolture molto diverse, in attesa dei voti dei parlamenti nazionali e regionali

1

Francesco Presti

L'olivicoltura italiana è in ginocchio, ma non vinta

Come Paese siamo straordinari nel gestire le emergenze, ma il più delle volte ci fermiamo lì, incapaci di programmazione e di un’azione sinergica tra istituzioni, imprese, cittadini. Ora incombe sull'Italia lo spettro degli incendi negli oliveti abbandonati e la siccità sta decimando la produzione. L'appello del Presidente di Unasco, Luigi Canino

1

Luigi Canino

Il Sommelier, una professione per il futuro

Dopo il fasto del debutto, allo svilimento della professione, fino a una nuova primavera per il Sommelier. Se non fosse per gli "imbecilli" ovvero "quelli che scimmiottano tutto e tutti perché il mestiere che hanno deciso fare è quello di organizzare eventi". Le riflessioni sul futuro della professione da parte di Franco Maria Ricci, Presidente Fondazione Italiana Sommelier

1

Franco Maria Ricci

Il potere di immaginare il futuro dell'olio di oliva italiano

La lunga notte della recessione è finita e tornano i segni di una vitalità mai sopita. L’olio estratto dalle olive è associato alla nascita dei liberi comuni, quindi l’olio d’oliva trae la sua affermazione sui mercati e nei consumi in un passaggio epocale che va dalla prospettiva della rivoluzione industriale alla nascita di una nuova forma di governo, la democrazia. Il pensiero di Giampaolo Sodano

0

Giampaolo Sodano

Come ti frego il consumatore, a sua insaputa

Le informazioni viaggiano veloci su internet: informazione e controinformazione, solo per fare confusione. Le lobby si nascondono dietro innocenti siti web, che vogliono diffondere il verbo, la verità. Ecco il gioco dei lobbisti 3.0 svelato da Dario Dongo di Great Italian Food Trade

1

Dario Dongo

Il FOOI non è la fabbrica di Harry Potter

La volontà di voler fare qualcosa di diverso in questo settore esiste ed è concreta, afferma il presidente della Filiera Olivicolo Olearia Italiana, David Granieri. Truffe, contraffazioni? "Al tavolo del FOOI non vi è alcuno che non condanni azioni e pratiche commerciali scorrette a danno del vero made in Italy."

0

David Granieri

L'olio di oliva ha bisogno di una nuova verginità

Non occorrono sempre grandi risorse, anche piccoli passi possono cambiare le sorti di un comparto. Un'idea e un suggerimento, per dare un segnale chiaro e limpido al mondo dell'olio di oliva italiano

2

Alberto Grimelli

Trattati di libero scambio, la quiete prima della tempesta

Se non fosse per il pronunciamento della Corte di Giustizia europea non avremmo più sentito parlare sui media di TTIP, mentre viene ignorato il processo di approvazione del CETA che coinvolgerà i Parlamenti dei singoli Paesi. Le riflessioni di Pasquale Di Lena

Basta prendere in giro il consumatore, non è fesso

Il consumatore è sempre più esigente, le domande sempre più precise e specifiche. L’industria deve essere più accorta. E il consumatore sta dimostrando di saper giocare, se non proprio alla pari, la sua partita con l’obiettivo di coltivare sempre più i propri interessi. L'analisi di Enrico Cinotti, vicedirettore de IlSalvagente

0

Enrico Cinotti

Il nuovo senso del vino, per il resto c'è il tetrabrik

Nella "modernità liquida" descritta da Zygmunt Baurnan, il territorio liquido raccontato dal vino è un fondamento solido, perché il vino nasce dall'unico fondamento che ancora rimane: la terra. E allora, che sia a Morgex o a Salina, nel Salento o in Valpolicella, questa storia dobbiamo raccontare: per il resto c'è il tetrabrik... L'analisi di Carlo Pietrasanta, Presidente del Movimento Turismo del Vino

1

Carlo Pietrasanta

Torna l'Ottocento, fatto di dogane e gendarmi, di città e contadi

Un ritorno al protezionismo, dopo oltre mezzo secolo di prevalenza di liberalizzazione dei mercati e di riduzione di ogni tipo di barriera, non deve sorprendere secondo il Prof. Dario Casati dell'Accademia dei Georgofili

2

Dario Casati

Un filo d'olio è poesia, prosa, letteratura...

Dal passato al presente, per non farci solo coinvolgere dagli effluvi sensoriali degli eccellenti oli extra vergine che abbiamo oggi a disposizione. Un percorso del cuore, secondo Ylenia Granitto

0

Ylenia Granitto

La rovina dell'olio extra vergine d'oliva italiano

Dopo aver passato anni a dire che la strada dell’olio è diversa da quella del vino, mi trovo all’improvviso a mescolare per un attimo i ricordi e le esperienze ed a pormi una domanda: “…e se l’olio stesse facendo gli errori del vino?”. Le riflessioni di Maurizio Pescari

10

Maurizio Pescari

Le polemiche sull'etichetta a semaforo per nascondere il fallimento dell'educazione alimentare

Idee controcorrente di Dario Dongo. I semafori sulle etichette potranno essere d’aiuto a sensibilizzare i consumatori su nutrienti e sostanze da tenere sotto controllo, per ridurre gli eccessi e favorire l’equilibrio nella dieta. Non incideranno sul consumo dei cibi tradizionali

0

Dario Dongo

Troppo gossip nel mondo dell'olio d'oliva italiano

Si parla solo di nuovi impianti, senza mai citare quelli vecchi. Li buttiamo a mare? Un tecnico è completo se oltre ai grandi progetti di nuovi impianti riesce a far ripartire la produzione delle vecchie olivete. Il pensiero dell'agronoma Fiammetta Nizzi Griffi

2

Fiammetta Nizzi Griffi

| 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | >>

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

Il Mastro Oleario, un treno da non perdere assolutamente

Il superintensivo spagnolo conviene davvero agli olivicoltori italiani?

La rovina dell'olio extra vergine d'oliva italiano

Il terribile prezzo della globalizzazione: la perdita della ruralità

Quando il valore aggiunto non è l'olio extra vergine d'oliva