Bio e Natura 09/07/2024

I fattori agronomici che influiscono sulle concentrazioni di tossine nel grano

I fattori agronomici che influiscono sulle concentrazioni di tossine nel grano

L'analisi dei fattori agronomici ha identificato la coltura precedente, la non lavorazione del suolo e la data di raccolta come i maggiori fattori di rischio


Le micotossine da fusarium sono pericolose tossine contenute nel grano.

Alcuni fattori agronomici hanno il maggiore impatto sui livelli di micotossina nel grano raccolto.

Vi sono grandi variazioni stagionali nei livelli di micotossina fusarium, con livelli elevati che a volte superano il limite legale per il grano tenero non trasformato destinato al consumo umano per il deossinivalenolo (DON) e zearalenone (ZON), rispettivamente.

L'analisi dei fattori agronomici ha identificato la precedente coltura, la coltivazione e la varietà come i maggiori fattori di rischio.

Il rischio maggiore di sviluppo della micotossine nel grano era la coltura del mais come coltura precedente e la lavorazione minima.

L'effetto combinato di questi fattori ha dato i rispettivi livelli medi di DON e ZON 20 e 14 volte superiori rispetto ad altre precedenti combinazioni di colture e coltivazione.

Un fattore di rischio recentemente quantificato era la data del raccolto. Un ritardo di 1 mese nel raccolto ha comportato una concentrazione media di 10 e 25 volte maggiore, rispettivamente, se confrontata con le colture raccolte intorno alla data media.

Vi sono evidenze sulla variazione altamente stagionale delle micotossine del fusario nel grano e i fattori agronomici che dovrebbero essere evitati per ridurre al minimo i livelli di micotossina del fusario nel grano raccolto.

di R. T.