Anno 15 | 25 Luglio 2017 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

Latte e formaggi non fanno ingrassare, anzi aiutano a dimagrire

Secondo uno studio dell'Università cinese di Qingdao per ogni 200 grammi di latte consumati al giorno il rischio di obesità si riduce del 16% in bambini e adulti. Con un’alimentazione con meno carboidrati e più lipidi, si riduce il grasso corporeo e si dimagrisce con più facilità

Dietrofront, latte e formaggi non farebbero ingrassare ma anzi, all'interno di una dieta equilibrata e bilanciata, aiuterebbero a dimagrire.

E' la scoperta dell'Università cinese di Qingdao che ha elaborato i dati provenienti da altre trenta pubblicazioni scientifiche.

Dalla revisione dei dati è emerso che, contrariamente a quanto spesso si è detto in passato, i formaggi non aumentano il rischio di obesità. In particolare gli autori hanno poi calcolato che per ogni 200 grammi di latte consumati al giorno (circa una tazza) il rischio di obesità di bambini e adulti si riduce del 16%.

I latticini infatti stimolano l’ossidazione dei lipidi e fanno bruciare molte calorie, facilitando l’eliminazione dei grassi alimentari. Gli studi hanno dimostrato che, seguendo un’alimentazione con meno carboidrati e più lipidi, si riduce il grasso corporeo e si dimagrisce con più facilità. Inoltre, il giusto apporto dei grassi in una corretta alimentazione è fondamentale per gestire anche il senso di sazietà e per tenere sotto controllo l’appetito.

Studi precedenti avevano già dimostrato come adeguate dosi di calcio, di cui è ricco il latte, siano associate alla perdita di peso corporeo. In una ricerca condotta in Brasile, ad esempio, si è osservato che la quantità di calcio assunta con l'alimentazione era in generale molto al di sotto delle dosi raccomandate. Non solo: chi consumava pochi alimenti ricchi di calcio, era spesso obeso o sovrappeso.

Uno studio condotto in Lussemburgo su 1350 persone ha evidenziato che il consumo regolare di latte e derivati diminuisce il rischio di obesità, sia totale (indice di massa corporea) che addominale. Lo studio ha rivelato che chi consuma abitualmente i latticini corre un rischio del 50% inferiore di diventare obeso rispetto a chi ne consuma di meno o per nulla. Ed il rischio è ancora più basso per chi sceglie abitualmente latte e yogurt interi.

Naturalmente latte e formaggi non sono consigliati in abbondanza ma nell'ambito di una dieta bilanciata ed equilibrata, quale quella mediterranea che ne consiglia l'assunzione con moderazione, al contrario di alimenti ricchi di fibra, come frutta e verdura, olio extra vergine di oliva, cereali integrali e legumi.

di C. S.
pubblicato il 28 ottobre 2016 in Tracce > Salute

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

Il Mastro Oleario, un treno da non perdere assolutamente

Il superintensivo spagnolo conviene davvero agli olivicoltori italiani?

La rovina dell'olio extra vergine d'oliva italiano

Quando il valore aggiunto non è l'olio extra vergine d'oliva

Dop e Igp: serve una nuova strategia per le denominazioni d'origine dell'olio d'oliva