L'arca olearia31/03/2021

Identificare l'origine geografica di un olio extra vergine d'oliva con un'accuratezza al 99%

Identificare l'origine geografica di un olio extra vergine d'oliva con un'accuratezza al 99%

E' possibile applicare la Laser Induced Breakdown Spectroscopy abbinata ad algoritmi di machine learning per identificare con grandi margini di certezza l'origine geografica degli oli a costi contenuti, a beneficio di produttori e consumatori

di R. T.
L'arca olearia26/03/2021

La concimazione con urea in fioritura e allegagione migliora davvero la produzione e la qualità dell'olio d'oliva?

La concimazione con urea in fioritura e allegagione migliora davvero la produzione e la qualità dell'olio d'oliva?

L'effetto dell'azoto sulla qualità dell'olio non è diretto, ma mediato da quello indotto sulla carica produttiva e, quindi, sull'andamento della maturazione

di R. T.
L'arca olearia26/03/2021

La qualità percepita dell'olio d'oliva: differenze tra nord e sud Italia

La qualità percepita dell'olio d'oliva: differenze tra nord e sud Italia

Occorre non seguire l'istinto ma indagare il mercato quando si tratta di olio extra vergine d'oliva. Scoperte interessanti sulle predilezioni regionali e l'attribuzione di valore

di R. T.

L'arca olearia26/03/2021

Il miglior gas inerte per gramolazione e stoccaggio, migliorando la shelf life dell'olio extra vergine d'oliva

Il miglior gas inerte per gramolazione e stoccaggio, migliorando la shelf life dell'olio extra vergine d'oliva

La composizione gassosa dell'atmosfera utilizzata sia durante la gramolazione che la conservazione sembra influenzare profondamente sia le caratteristiche chimiche sia quelle sensoriali

di R. T.
L'arca olearia25/03/2021

Le aziende olivicole biologiche sono tecnicamente più efficienti di quelle convenzionali

Le aziende olivicole biologiche sono tecnicamente più efficienti di quelle convenzionali

Il maggiore impatto della certificazione biologica sull'efficienza tecnica si osserva nelle aziende più piccole, imprese in cui l'adozione dei principi bio migliora la performance economica, aumentando la produttività o il prezzo del prodotto finale

di R. T.
L'arca olearia25/03/2021

L'olivo reagisce bene a un moderato deficit idrico in primavera

L'olivo reagisce bene a un moderato deficit idrico in primavera

Comincia a serpeggiare qualche preoccupazione per la scarsità di piogge delle ultime settimane in previsione della fioritura e allegagione. La produttività, però, non è influenzata dal deficit idrico primaverile

di C. S.

L'arca olearia24/03/2021

Le fonti di contaminazione da idrocarburi policiclici aromatici nell'olio d'oliva

Le fonti di contaminazione da idrocarburi policiclici aromatici nell'olio d'oliva

La presenza di contaminanti non è solo preoccupante per la salute, ma causa anche danni economici e di immagine. Ci sono informazioni piuttosto limitate sulle concentrazioni di idrocarburi policiclici aromatici negli oli d'oliva comunemente consumati in tutto il mondo

di R. T.
L'arca olearia24/03/2021

Olivares Vivos: conciliare olivicoltura, biodiversità e reddito

Olivares Vivos: conciliare olivicoltura, biodiversità e reddito

Il programma coordinato da Seo/BirdLife ha dimostrato che questo modello di olivicoltura funziona. Genera un recupero di specie e un aumento molto significativo dell'abbondanza di flora e fauna in soli tre anni. Inoltre è redditizio

di T N
L'arca olearia24/03/2021

L'importanza del calcio per la produttività dell'olivo

L'importanza del calcio per la produttività dell'olivo

Uno studio spagnolo porta alla ribalta la capacità del calcio nel migliorare la produttività, la resa in olio delle olive e persino la resistenza o tolleranza nei confronti di alcune patologie, con miglioramenti qualitativi sul prodotto

di Vilar Juan

L'arca olearia19/03/2021

Oli d'oliva stupefacenti: i migliori extra vergini monovarietali alla ribalta

Oli d'oliva stupefacenti: i migliori extra vergini monovarietali alla ribalta

Una conferma è rappresentata dalla Coratina ma altre interessanti novità emergono in anteprima dai risultati della Rassegna degli Oli Monovarietali. Così varietà dimenticate possono essere riscoperte e valorizzate

di Barbara Alfei
L'arca olearia19/03/2021

Il futuro del packaging dell'olio extra vergine d'oliva per preservare gli aromi: i materiali del futuro

Il futuro del packaging dell'olio extra vergine d'oliva per preservare gli aromi: i materiali del futuro

Oltre il vetro, la latta o la plastica. Nel futuro ci sono l'imballaggio intelligente o smart packaging, l'imballaggio attivo e l'imballaggio sostenibile o verde. I materiali già oggi creati sperimentalmente ha ritardato significativamente l'ossidazione dell'olio

di R. T.
L'arca olearia19/03/2021

La laminarina è efficacissima nel controllare l'occhio di pavone dell'olivo

La laminarina è efficacissima nel controllare l'occhio di pavone dell'olivo

Gli induttori di resistenza hanno un'efficacia di controllo superiore al 68%, comparabile a quella offerta dai prodotti rameici

di R. T.

L'arca olearia18/03/2021

Campi elettrici pulsati, alta pressione, ultrasuoni e micronde: possibile impiegare queste tecnologie di frantoio anche sulle acque di vegetazione

Campi elettrici pulsati, alta pressione, ultrasuoni e micronde: possibile impiegare queste tecnologie di frantoio anche sulle acque di vegetazione

Sebbene la questione della sostenibilità sia un argomento di tendenza di grande preoccupazione, mancano ricerche sull'impatto ecologico di queste tecnologie emergenti, generalmente considerate più verdi dei processi convenzionali

di R. T.
L'arca olearia18/03/2021

L'influenza di temperatura, piogge e altitudine sulla qualità dell'olio extra vergine d'oliva

L'influenza di temperatura, piogge e altitudine sulla qualità dell'olio extra vergine d'oliva

Anche a pochi chilometri di distanza, con poche variazioni altimetriche, i diversi climi possono ampiamente influenzare la fioritura, la crescita e lo sviluppo dei frutti e la qualità degli oli ottenuti

di R. T.
L'arca olearia17/03/2021

L'effetto dell'uso di erbicidi nella coltivazione dell'olivo

L'effetto dell'uso di erbicidi nella coltivazione dell'olivo

L'uso continuato di erbicidi causa una perdita significativa di biodiversità, influenzando la copertura del terreno, mentre un trattamento no-tillage e no-erbicida porta a una minore perdita di suolo e meno deflusso idrico

di R. T.

L'arca olearia16/03/2021

La lotta con le vibrazioni per impedire alla sputacchina di riprodursi e diffondere Xylella fastidiosa

La lotta con le vibrazioni per impedire alla sputacchina di riprodursi e diffondere Xylella fastidiosa

Una delle opzioni per combattere Philaenus spumarius potranno diventare i segnali vibrazionali. In particolari momenti può impedire l'accoppiamento disturbando la chiamata femminile al maschio a settembre

di T N
L'arca olearia12/03/2021

Inerbimento spontaneo e artificiale aumentano la sostanza organica del suolo ma quale nutre meglio l'olivo?

Inerbimento spontaneo e artificiale aumentano la sostanza organica del suolo ma quale nutre meglio l'olivo?

La materia organica del suolo è aumentata grazie all'inerbimento in maniera variabile: tra 10,9-14,3 tonnellate/ha in quattro stagioni. Il potassio viene rilasciato dai residui vegetali con velocità maggiore rispetto a carbonio, azoto e fosforo

di R. T.
L'arca olearia12/03/2021

La varietà è il principale fattore che spiega il contenuto fenolico dell'olio extra vergine d'oliva, ma la sua influenza era variabile

La varietà è il principale fattore che spiega il contenuto fenolico dell'olio extra vergine d'oliva, ma la sua influenza era variabile

I secoiridoidi erano i fenoli più concentrati nell'olio d'oliva. Il fattore "variabilità interannuale" e l'interazione "cultivar x variabilità interannuale" hanno mostrato influenze significative su specifici fenoli

di R. T.