Anno 16 | 13 Dicembre 2018 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

Frutta e verdura meglio delle creme antirughe

Una dieta ricca di frutta e verdura è in grado di tenere tonica la pelle delle signore con più di cinquant'anni meglio di tante creme e trattamenti estetici. Vitamine e flavonoidi proteggono dall'invecchiamento e stimolano la produzione di collagene

Una dieta ricca di frutta e verdura aiuta le donne, molto più che gli uomini, a mantenere una pelle fresca e tonica.

E' quanto emerge da uno studio dell'Erasmus Medical Centre di Rotterdam, pubblicato sul Journal of the American Academy of Dermatology.

Secondo la ricerca le donne che consumano con regolarità questi alimenti, ricchi di vitamine e flavonoidi che proteggono dall'invecchiamento e stimolano la produzione di collagene, hanno meno segni del tempo dopo i 50 anni. Per arrivare a questa conclusione gli studiosi hanno condotto un sondaggio su 2.700 uomini e donne over 50 sulle loro abitudini alimentari. Ognuno di loro è stato poi sottoposto a una scansione facciale 3D per misurare il numero di rughe.

I risultati hanno mostrato che le donne che avevano il più alto apporto di frutta fresca, verdura e pesce avevano il minor numero di segni del tempo sul volto. Al contrario, quelle che mangiavano regolarmente grandi quantità di carne rossa, pane e dolci ne avevano di più.

L'alcol, poi, risultava essere un elemento essenziale di cui tenere conto, perché bastavano uno o due drink con cadenza giornaliera per ridurre i benefici derivanti dal mangiare i cibi giusti.

"Quelle con punteggi alti per frutta, verdura e pesce e bassi per carni, zuccheri, grassi saturi e alcol - spiega una delle ricercatrici, Selma Mekic - hanno mostrato significativamente meno rughe".

di C. S.
pubblicato il 15 maggio 2018 in Tracce > Salute

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

Caratteristiche chimiche e annata di raccolta sull'etichetta dell'olio d'oliva, più dubbi che certezze

Evviva, sono tornate le truffe olearie! Ecco cosa accadrà all'olio d'oliva italiano

Evitare di filtrare l'olio extra vergine di oliva si può, ma a precise condizioni

Gli olivi devono produrre a costi accettabili: analisi di quelli fissi e variabili

Il tappo antirabbocco per l'olio extra vergine d'oliva va vietato: è pericoloso!