Anno 15 | 26 Aprile 2017 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

STRETTAMENTE TECNICO

La sfida del cambiamento climativo per i vini dell'Alto Adige

Lo sviluppo della qualità e le sfide del mutamento climatico in viticoltura sono stati temi dell’incontro con enologi di Trentino e Piemonte al Centro Laimburg. Diventa decisiva la garanzia di un apporto sufficiente di acqua alla vite

C. S.

Olio di neem per una lotta realmente biologica

L’olio neem è ideale se utilizzato come insetticida nella lotta integrata con agenti di controllo biologico, dato che risulta nocivo per le specie dannose, quali zanzare e acari, ma ha una ridotta tossicità verso alcuni loro predatori, come ad esempio anfibi e pesci

C. S.

Tra cooking show e degustazioni, torna Meditaggiasca

L'evento dedicato alla grande oliva Taggiasca si terrà sabato 6 e domenica 7 maggio 2017. Valorizzare l'oro di Taggia è l'obiettivo dichiarato. Tanti saranno gli chef che si esibiranno in cooking show spettacolari

C S

Monitorare l'olivo e la vite in volo: un esempio concreto di utilizzo dei droni

Come emerso dalla tesi di laurea che ha meritato il premio Prosperitati Publicae Augendae dei Georgofili, i dati ottenuti dai droni possono dare informazioni di tipo geometrico, utili nell’impostazione delle operazioni di gestione della chioma, o dei filari, oltre alle operazioni irrigue, fitosanitarie e di concimazione

0

Giacomo Palai

Il quarto di nobiltà sull'etichetta del vino cattura sempre l'attenzione

Non è solo il nome, più o meno famoso, a influenzare la scelta. L'occhio spesso cade sugli stemmi della famiglia o della tenuta. Più dei punteggi sulle guide, un'immagine che rievoca una lunga storia rassicura. Ecco i dieci vini con gli stemmi più accattivanti secondo una ricerca di Spot and Web

T N

Siccità e gelo rischiano di compromettere la fioritura dell'olivo

La siccità degli ultimi mesi può essere una fonte di stress, riducendo il numero di fiori per infiorescenza. Il gelo di questi giorni, in particolare sulla fascia adriatica, può compromettere lo sviluppo e la funzionalità dell'ovario. Attenzione a una corretta nutrizione dell'olivo

0

R. T.

Sfruttare la tecnologia per migliorare i conti dei frantoi

Nel corso della due giorni dell'Accademia Nazionale dell’Olivo e dell’Olio a Spoleto molti spunti per comprendere il presente e il futuro della tecnologia olearia. Dal miglioramento della qualità, all'aumento dell'efficienza fino all'utilizzo dei sottoprodotti

R. T.

La dolcezza di una mela non sta tutta nello zucchero

La quantità di zuccheri nella mela determina meno del 60% della dolcezza percepita. Un ruolo fondamentale è giocato anche dall'aroma. I composti volatili, molecole responsabili di odori e aromi, sono fondamentali

C. S.

La Rassegna degli oli monovarietali, un segno di rinascita per l'olivicoltura italiana

Dagli oli monovarietali italiani ammessi alla Rassegna 2017 verrà creato un blend, che sarà la fusione di una pluralità di eccellenze legate ai territori di provenienza, che sarà presentato durante la manifestazione come il simbolo di una rinascita

0

Barbara Alfei

Oltre il mondo produttivo, i frantoiani italiani cercano alleati

Al Politecnico di Bari, il 26 aprile, l’Associazione Frantoiani di Puglia promuove una giornata di lavori sul tema delle alleanze tra produttori, ristoratori, frantoiani, ricercatori e operatori culturali

C. S.

Fs17 e Leccino sono tolleranti a Xylella fastidiosa

Ricercatori dell'Istituto per la protezione sostenibile delle piante del Cnr, assieme a colleghi dell'Università di Bari e del Centro di ricerca Basile Caramia, hanno scoperto fenomeni di resistenza nella varietà di olivo Favolosa, oltre che nel Leccino

C. S.

Il potassio per l'olivo, meglio concimazione al suolo o fertilizzazione fogliare?

Il potassio gioca un ruolo strategico per la fisiologia dell'olivo e delle olive tanto che per ogni cento chili di olive l'asportazione è calcolata in un chilogrammo. L'apporto di questo elemento è quindi molto utile ma sotto quale forma distribuirlo? Cloruro o solfato?

R. T.

Un ricordo del Prof. Montedoro, non solo un insegnante ma il creatore di una Scuola

Gianfrancesco Montedoro, già Presidente dell'Accademia Nazionale dell'Olivo e dell'Olio, ha guidato il team di ricerca che ha portato alla scoperta dei composti fenolici bioattivi nell'olio, dando il via a un filone di ricerca che continua tutt'oggi

0

Maurizio Servili

La subirrigazione per l'olivo contro la siccità imperante

L'irrigazione a goccia è stata un primo importante passo. Con la subirrigazione si può limitare l'evaporazione, a tutto beneficio dell'olivo. La fertirrigazione con impianto di subirrigazione permette un miglior apporto nutrizionale

1

Alberto Puggioni

Etichette elettroniche per salvare il vero olio d'oliva italiano

Questo sistema serve per contrastare la contraffazione e il fenomeno del mercato parallelo sui prodotti quali bottiglie di olio. Il consumatore avvicina lo smartphone all’etichetta, si aprirà la App di Autentico NFC che leggerà il Tag e fornirà il responso di autenticità

C. S.

La difesa del vino italiano passa dalla tutela dei marchi

Tutelare il proprio marchio è una necessità che va oltre le già riconosciute denominazioni di origine controllata, soprattutto in un contesto, quale è quello vitivinicolo, in costante movimento dove vengono riscoperti antichi vitigni e nascono nuovi vini

C. S.

A rischio i terroir vitivinicoli con i cambiamenti climatici

In Australia stanno importando vitigni come il Montepulciano, il Nero d’Avola, il Sagrantino, l’Aglianico. Siamo di fronte a una rivoluzione culturale della viticoltura europea che interroga la ricerca ma anche, e soprattutto, i produttori

C. S.

L'Italia centra obiettivo rinnovabili con quattro anni di anticipo

Nonostante sia stato raggiunto un traguardo, peggiorano prospettive decarbonizzazione e costo kilowattora industria resta ai massimi in Europa. I target al 2030 potrebbero porre difficoltà soprattutto nel settore dei trasporti e del riscaldamento degli edifici

C. S.

| 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | >>

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

Il Mastro Oleario, un treno da non perdere assolutamente

Il superintensivo spagnolo conviene davvero agli olivicoltori italiani?

Prepariamoci a un gran cambiamento per i consumi di olio extra vergine di oliva al ristorante

C'erano una volta gli olivicoltori

L'autogol dell'olivicoltura italiana