Economia22/04/2022

Prezzi di mais e grano fermi sui mercati internazionali

Prezzi di mais e grano fermi sui mercati internazionali

Il grano tenero è fermo tra 390 e 399 euro a tonnellata con punte di 422 euro per i cereali più ricchi di proteine, mentre il grano duro viene quotato tra 522 e 528. Il mais oscilla tra i 375 e i 380

di C. S.
Economia22/04/2022

Fino alla fine del 2021 si conferma l'agroalimentare dei record

Fino alla fine del 2021 si conferma l'agroalimentare dei record

Cresce del 6,2% il Pil agroalimentare nell'ultimo trimestre del 2021, ma anche la sfiducia per la vasta diffusione della variante omicron in tutta Europa e lo scoppio del conflitto tra Russia e Ucraina

di C. S.
Economia21/04/2022

Il Made in Italy sugli scaffali dei supermercati nazionali

Il Made in Italy sugli scaffali dei supermercati nazionali

Oltre 22 mila referenze nella Grande Distribuzione che in un anno hanno generato 8,7 miliardi di euro hanno dichiarato l'origine italiana ai consumatori: il 25% del totale

di C. S.

Economia15/04/2022

Il prezzo medio dell'olio di oliva importato dalla Tunisia è 3,18 euro/kg

Il prezzo medio dell'olio di oliva importato dalla Tunisia è 3,18 euro/kg

Tunisia, Turchia, Argentina e Marocco sono i principali partner dell'Unione europea. Il volume delle importazioni europee dalla Tunisia nel solo mese di dicembre ha raggiunto 21.888 tonnellate

di C. S.
Economia15/04/2022

Prezzi fermi per l'extra vergine d'oliva ma i costi schizzano alle stelle

Prezzi fermi per l'extra vergine d'oliva ma i costi schizzano alle stelle

L’olio extra vergine di oliva spagnolo mantiene quotazioni di 3,4 euro/kg, che salgono a 3,8 euro/kg per la migliore qualità. Si tratta di cifre molto vicine a quelle dell'olio di girasole e inferiori a quelle dell'olio di oliva

di C. S.
Economia14/04/2022

L'agricoltura assorbe il 5,5% dei prestiti bancari

L'agricoltura assorbe il 5,5% dei prestiti bancari

Fiducia nell'agricoltura degli istituti di credito: a dicembre 2021 i prestiti bancari erogati al primario erano di 41 miliardi, contro i poco meno di 15 del 1991

di C. S.

Economia14/04/2022

L'ortofrutta italiana nella Grande Distribuzione è sempre più bio

L'ortofrutta italiana nella Grande Distribuzione è sempre più bio

Le vendite totali di ortofrutta biologica fresca sul mercato italiano ammontano a 774 milioni di euro e la GDO vale la metà di un mercato molto amato dagli italiani

di C. S.
Economia08/04/2022

Si impennano i prezzi dei prodotti alimentari a marzo

Si impennano i prezzi dei prodotti alimentari a marzo

Aumenti a due cifre per cereali e oli vegetali. Il rialzo medio delle derrate alimentari è del 34% rispetto a un anno fa, con incrementi più contenuti solo per zucchero, carne e lattiero caseari

di C. S.
Economia04/04/2022

Agricoltura e agroalimentare: le incertezze dovute alla guerra

Agricoltura e agroalimentare: le incertezze dovute alla guerra

La diversificazione dei mercati di approvvigionamento per l’Italia è in gran parte possibile ma si deve fare i conti con aumenti delle materie prime nell'ordine del 100-130%

di T N

Economia25/03/2022

L'agroalimentare nazionale tiene dopo lo shock pandemico

L'agroalimentare nazionale tiene dopo lo shock pandemico

L'aumento dei costi delle materie prime e dell'energia è un fattore che grava pesantemente sia sul settore primario, sia sull'industria alimentare, sommandosi ai problemi collegati ai trasporti e alla logistica

di C. S.
Economia25/03/2022

Si ridimensiona la spesa bio degli italiani

Si ridimensiona la spesa bio degli italiani

Nell'anno clou dell'emergenza pandemica, le spesa di alimenti e bevande biologiche aveva registrato un incremento del 9,5%. Nel 2021 cede, con una discesa del 4,6%

di C. S., Raffaele Sacchi
Economia25/03/2022

Si raffreddano le tensioni internazionali sui prezzi di grano e mais

Si raffreddano le tensioni internazionali sui prezzi di grano e mais

Rincari rispetto al periodo prima dell’inizio della guerra, il grano tenero ha subito una impennata del 32,9%, il mais del 38,5%, sorgo e orzo del 39,8%, la soia del 12,3%.

di C. S.

Economia18/03/2022

Cereali da Russia e Ucraina non fondamentali per l'Italia agroalimentare

Cereali da Russia e Ucraina non fondamentali per l'Italia agroalimentare

Nessun problema per la pasta e neanche per pane e biscotti, visto che le nostre importazioni sono soddisfatte da Paesi dell'Unione europea. L'export russo di cereali destinato soprattutto verso Egitto, Tunisia, Turchia, alcuni paesi asiatici e alcuni africani

di C. S.
Economia04/03/2022

L'Italia agroalimentare può reggere l'urto della guerra russo-ucraina

L'Italia agroalimentare può reggere l'urto della guerra russo-ucraina

Il grano tenero russo e ucraino vale il 6% delle nostre importazioni. Maggiore fragilità sui semi oleosi. Il problema principale è rappresentato dalla volatilità del mercato dei futures alla borsa di Chicago

di C. S.
Economia01/03/2022

In calo la spesa alimentare degli italiani nel 2021

In calo la spesa alimentare degli italiani nel 2021

Per la spesa alimentare si tratta del primo cedimento dopo quattro anni di crescita. Frenata in particolare per gli alimenti confezionati nelle settimane del Natale

di C. S.

Economia25/02/2022

Il fatturato del Prosciutto San Daniele cresce a doppia cifra nel 2021

Il fatturato del Prosciutto San Daniele cresce a doppia cifra nel 2021

L’aumento del numero di cosce lavorate e delle vaschette di pre-affettato ha determinato un incremento delle vendite rispetto allo scorso anno. Ottimi risultati anche sulle esportazioni

di C. S.
Economia23/02/2022

Quanto dipende l'Italia dalle derrate agricole dell'ex blocco sovietico?

Quanto dipende l'Italia dalle derrate agricole dell'ex blocco sovietico?

Il nostro Paese acquista dall'Ucraina soprattutto oli grezzi di girasole, mais e frumento tenero. L'Italia è il secondo fornitore di prodotti agroalimentari all'Ucraina per 415 milioni di euro

di C. S.
Economia23/02/2022

I venti di guerra in Ucraina scaldano i listini agroalimentari

I venti di guerra in Ucraina scaldano i listini agroalimentari

L'annuncio del riconoscimenti delle repubbliche del Donbass ha fatto alzare le quotazioni di grano tenero, mais e soia, anche se non c'è stata la temuta impennata

di C. S.