Mondo Enoico06/03/2018

Più potere alle Regioni sul programma nazionale di sostegno per il settore vitivinicolo

Intesa Stato-Regioni subordinata all’accoglimento di ulteriori proposte di modifica e con una raccomandazione, relative a procedure e autorità ma anche di tempistica e durata degli investimenti

di C. S.
Mondo Enoico02/03/2018

La storia del vino, coltura e cultura della tradizione italiana

La storia del vino, coltura e cultura della tradizione italiana

E' parte di noi e del nostro percorso di vita e di crescita. Il vino, dalla preistoria alla storia, ispira la poesia, l’arte. E' amico dell’eros, della buona compagnia e dell’amicizia. Anima le tradizioni. E' fonte di attività e di sviluppo economica. Rallegra. Nutre mettendo a disposizione, soprattutto delle classi meno abbienti, preziose calorie. E' parte centrale del rito, la messa

Mondo Enoico02/03/2018

Nord est traino del valore del vigneto Italia

Il volume d'affari del settore vitivinicolo in Italia raggiunge i 5,6 miliardi secondo uno studio Cuoa e Ubi Banca. Il Nord-Est, con oltre 2,6 miliardi di export, determina il 46,4% dell'export del settore a livello nazionale

di C. S.

Mondo Enoico26/02/2018

I profumi difendono la vite dalla peronospora

La scoperta della Fondazione Edmund Mach: le sostanze che dalla pianta si diffondono nell'aria, giocano un ruolo importante nella difesa dalla peronospora. Scoperto il meccanismo, si potrà ridurre l'uso di fungicidi

di C. S.
Mondo Enoico15/02/2018

Stop ai vigneti superiori ai 50 ettari

Stop ai vigneti superiori ai 50 ettari

Molte novità nel decreto firmato dal Ministro delle Politiche Agricole Martina in cui vengono recepite alcune misure contenute nel regolamento comunitario Omnibus. Dalla garanzia per i piccoli viticoltori fino ai paletti per le autorizzazioni per il reimpianto provenienti da fuori regione

di C. S.
Mondo Enoico13/02/2018

L'Italia del vino doppiata dalla Francia nel 2017

La crescita del nostro export è stata la metà di quella francese. L'Italia resta leader in Russia, Norvegia e Svizzera. Nei mercati emergenti di Cina e Giappone, Italia è cenerentola a 313 milioni di euro di export contro gli 1,7 miliardi della Francia

di C. S.

Mondo Enoico02/02/2018

Contrordine viticoltori: il vigneto va inerbito

Contrordine viticoltori: il vigneto va inerbito

Secondo una ricerca australiana l'inerbimento può portare benefici concreti, che possono arrivare anche a 2500 dollari per ogni vendemmia, a fronte di una spesa di 300 dollari. Tutto merito di una rivitalizzazione dei suoli contro il depauperamento della sostanza organica dovuto all'utilizzo di erbicidi

di R. T.
Mondo Enoico01/02/2018

I supertannini del vino, marcatori di autenticità

I supertannini sono polifenoli ad anello più grossi rispetto a quelli conosciuti finora. In futuro lo studio dei ricercatori dell'Università di Bolzano potrà aiutare la lotta contro le sofisticazioni

di C. S.
Mondo Enoico30/01/2018

La peronospora della vite non ha più segreti

La peronospora della vite non ha più segreti

La Fondazione Edmund Mach ha decifrato il codice genetico del patogeno che provoca la peronospora della vite, malattia responsabile ogni anno di gravi danni in Italia e nel mondo

di C. S.

Mondo Enoico19/01/2018

La legge sull'enoturismo, pietra tombale o rilancio per il Movimento Turismo del Vino

La legge sull'enoturismo, pietra tombale o rilancio per il Movimento Turismo del Vino

Un passo importante è fatto, ora si attende solo il decreto attuativo e poi si aprirà una nuova stagione, con molte opportunità e occasioni di business per le cantine italiane. E per quanto riguarda il futuro della più importante forza propulsiva dell'enoturismo italiano? “O si cambia o si muore” afferma Carlo Pietrasanta, Presidente del Movimento Turismo del Vino

di Carlotta Maffei
Mondo Enoico18/01/2018

Il destino della anidride solforosa nel vino

Una ricerca della Fondazione Mach e Università di Trento permette di comprendere l’importanza di alcune reazioni chimiche di solfonazione che avvengono nei vini, e che coinvolgono il principale conservante, l’anidride solforosa

di C. S.
Mondo Enoico10/01/2018

Un errore ridurre la biodiversità viticola

Nel mondo del vino dodici varietà coprono l'80% del mercato mondiale ma con i cambiamenti climatici la stessa produzione vitivinicola è a rischio. Occorrerà variare i vitigni, utilizzando quelli che più si adattano alle nuove condizioni

di C. S.

Mondo Enoico19/12/2017

Il prezzo medio del vino italiano non cresce all'estero

Era di 2,71 euro/litro il prezzo medio del vino italiano all’export nel 2016 e rimarrà più o meno tale anche nel 2017. Sempre più lontano il traguardo posto due anni fa dal ministro delle Politiche Agricole, Maurizio Martina, di 7,5 miliardi di export entro il 2020

di C. S.
Mondo Enoico13/12/2017

La sostenibilità certificata sbarca nel mondo vitivinicolo

Il territorio del Vino Nobile di Montepulciano sarà il primo ad essere certificato come sostenibile in base alla norma Equalitas. Il 97% dei consumatori percepisce il Vino Nobile già un vino sostenibile

di C. S.
Mondo Enoico06/12/2017

Varietà tolleranti alle fitopatie viticole, il punto della Fondazione Mach

In prova sei cultivar, tutte a baccia bianca che possono ridurre a due-tre il numero di interventi fitosanitari durante l'annata ma "siamo ancora lontani dall’affermare che possono sostituire le classiche cultivar presenti sul mercato nazionale ed internazionale”

di C. S.

Mondo Enoico21/11/2017

Il futuro del vino passerà da sostenibilità e informazione

Dibattito ricco e articolato sul futuro della viticoltura quello svoltosi nell’ambito del Merano Wine Festival ma tutti concordi sull’obiettivo: la produzione dovrà essere sempre più sostenibile e il consumatore sempre più informato

di C. S.
Mondo Enoico15/11/2017

Vino e matematica hanno in comune più di quanto si pensi

Dai sistemi antichi per misurare il contenuto di una botte alle tecniche utilizzate per realizzare una cantina di profondità ottimale, dall'equazione che regola l'invecchiamento del vino al sistema dinamico che “modellizza” il problema della degustazione

di C. S.
Mondo Enoico03/11/2017

Gli incendi boschivi possono compromettere il bouquet aromatico di un vino

Gli incendi boschivi possono compromettere il bouquet aromatico di un vino

I composti volatili che si sprigionano a seguito degli incendi possono essere assorbiti dalle foglie di vite e dagli acini d'uva, poi andandosi a legare agli zuccheri. Con la fermentazione alcolica vengono liberati, dando il caratteristico odore di fumo o cenere al vino

di R. T.