Mondo Enoico18/01/2018

Il destino della anidride solforosa nel vino

Una ricerca della Fondazione Mach e Università di Trento permette di comprendere l’importanza di alcune reazioni chimiche di solfonazione che avvengono nei vini, e che coinvolgono il principale conservante, l’anidride solforosa

di C. S.
Mondo Enoico10/01/2018

Un errore ridurre la biodiversità viticola

Nel mondo del vino dodici varietà coprono l'80% del mercato mondiale ma con i cambiamenti climatici la stessa produzione vitivinicola è a rischio. Occorrerà variare i vitigni, utilizzando quelli che più si adattano alle nuove condizioni

di C. S.
Mondo Enoico19/12/2017

Il prezzo medio del vino italiano non cresce all'estero

Era di 2,71 euro/litro il prezzo medio del vino italiano all’export nel 2016 e rimarrà più o meno tale anche nel 2017. Sempre più lontano il traguardo posto due anni fa dal ministro delle Politiche Agricole, Maurizio Martina, di 7,5 miliardi di export entro il 2020

di C. S.

Mondo Enoico13/12/2017

La sostenibilità certificata sbarca nel mondo vitivinicolo

Il territorio del Vino Nobile di Montepulciano sarà il primo ad essere certificato come sostenibile in base alla norma Equalitas. Il 97% dei consumatori percepisce il Vino Nobile già un vino sostenibile

di C. S.
Mondo Enoico06/12/2017

Varietà tolleranti alle fitopatie viticole, il punto della Fondazione Mach

In prova sei cultivar, tutte a baccia bianca che possono ridurre a due-tre il numero di interventi fitosanitari durante l'annata ma "siamo ancora lontani dall’affermare che possono sostituire le classiche cultivar presenti sul mercato nazionale ed internazionale”

di C. S.
Mondo Enoico21/11/2017

Il futuro del vino passerà da sostenibilità e informazione

Dibattito ricco e articolato sul futuro della viticoltura quello svoltosi nell’ambito del Merano Wine Festival ma tutti concordi sull’obiettivo: la produzione dovrà essere sempre più sostenibile e il consumatore sempre più informato

di C. S.

Mondo Enoico15/11/2017

Vino e matematica hanno in comune più di quanto si pensi

Dai sistemi antichi per misurare il contenuto di una botte alle tecniche utilizzate per realizzare una cantina di profondità ottimale, dall'equazione che regola l'invecchiamento del vino al sistema dinamico che “modellizza” il problema della degustazione

di C. S.
Mondo Enoico03/11/2017

Gli incendi boschivi possono compromettere il bouquet aromatico di un vino

Gli incendi boschivi possono compromettere il bouquet aromatico di un vino

I composti volatili che si sprigionano a seguito degli incendi possono essere assorbiti dalle foglie di vite e dagli acini d'uva, poi andandosi a legare agli zuccheri. Con la fermentazione alcolica vengono liberati, dando il caratteristico odore di fumo o cenere al vino

di R. T.
Mondo Enoico27/10/2017

Calo storico nella produzione mondiale di vino a causa delle condizioni climatiche sfavorevoli

Calo storico nella produzione mondiale di vino a causa delle condizioni climatiche sfavorevoli

La produzione mondiale di vino, esclusi succhi e mosti, dovrebbe attestarsi a 246,7 milioni di ettolitri, in calo di oltre l'8% rispetto al 2016, una delle più scarse da diversi decenni. Si arriverà dunque al sostanziale pareggio tra domanda e offerta

di C. S.

Mondo Enoico23/10/2017

Produzione decimanta per il vino italiano

Il clima si è accanito contro il vigneto Italia secondo Assoenologi. La qualità risulta quest’anno alquanto eterogenea, complessivamente abbastanza buona, ma con diverse varianti

di C. S.
Mondo Enoico20/10/2017

Dalla zonazione alla viticoltura di precisione, tecnologia e droni al servizio della qualità

Dalla zonazione alla viticoltura di precisione, tecnologia e droni al servizio della qualità

L’agricoltura di precisione, le zonazioni aziendali, le tecnologie gis e sapr sono le avanguardie della viticoltura e dell’agricoltura del futuro, che contribuiranno anche a creare una ‘credibilità’ della propria filiera e un posizionamento competitivo del sistema vitivinicolo sul mercato nazionale e internazionale

di Emiliano Racca
Mondo Enoico12/10/2017

Il gusto del vino si vede e si sente

Vista e udito esercitano un enorme effetto sul gusto. Vedere una bottiglia tappata col sugero e sentire il classico rumore quando viene stappata aumenta la piacevolezza della sua successiva degustazione

di T N

Mondo Enoico09/10/2017

Ecco perchè il vino rosso agli italiani piace di più

Una ricerca internazionale guidata dall'Università Statale di Milano spiegherebbe perchè il palato dei maschi italiani sia più incline ai vini rossi. Le donne apparirebbero più predisposte ad amare il vino bianco

di C. S.
Mondo Enoico29/09/2017

Vigneto a goccia: come ottenere il massimo dalla vostra irrigazione

Vigneto a goccia: come ottenere il massimo dalla vostra irrigazione

L’irrigazione sta diventando sempre di più lo strumento cardine per la produzione. Necessita di programmazione e di informazioni per ottenere il massimo rispettando gli obiettivi produttivi delle aziende vitivinicole

Mondo Enoico28/09/2017

Uomini e donne uniti per il vino, sempre meno differenze fra i sessi

Non c'è più il vino da femmine e quello da maschi. Anche i gusti si mischiano e diventano meno caratterizzati, anche se le donne sono al momento le prime responsabili d'acquisto di vino al mondo

di C. S.

Mondo Enoico22/09/2017

Le analisi di azoto prontamente assimilabile e acido gluconico per una gestione ottimale della fermentazione alcolica

In condizioni climatiche estreme le consuete analisi di zuccheri, acidità totale, pH e acido acetico non sono sufficienti a garantire un controllo ottimale della vinificazione. Occorrono ulteriori determinazioni per evitare problemi fermentativi in cantina

Mondo Enoico20/09/2017

Cambiamenti climatici preoccupano "solo" il 20% dei big del vino

La vendemmia 2017? La maggior parte dei produttori (31%) è concorde nell'affermare che "si tratterà di un'annata scarsa ma di grandissima qualità", per il 25% sarà "buona ma non eccezionale" mentre per il 18% si rivelerà "scarsa e notevolmente faticosa per noi produttori"

di C. S.
Mondo Enoico19/09/2017

Gli autoctoni reagiscono meglio ai cambiamenti climatici

Attilio Scienza e Donato Lanati, importanti ed affermati studiosi di viticoltura ed enologia, sono concordi nel sottolineare il ruolo sempre più centrale dei vitigni autoctoni e la loro capacità di sapersi adattare alle mutate condizioni climatiche in atto

di C. S.