L'arca olearia 18/06/2024

Il nocciolino d'oliva per l'isolamento termico dei mattoni

Il nocciolino d'oliva per l'isolamento termico dei mattoni

Sostenibilità energetica, sociale ed economica nell'uso del nocciolino d'oliva per l'insolamento termico degli edifici, attraverso l'uso di mattoni di malta perforati contenenti il sottoprodotto


L'incorporazione dei nocciolini di oliva in mattoni di malta GERO (perforati) migliora le proprietà come isolamento termico e rivaluta questo sottoprodotto dell'industria olearia.

Alejandro San Vicente Navarro ha dimostrato la sua sostenibilità energetica, economica e sociale, nonché la sua sostenibilità ambientale, nella tesi con cui ha ottenuto il dottorato in Ingegneria Meccanica presso l’Università di La Rioja.

La frangitura delle olive per produrre olio genera frantumi di nocciolo di oliva, un sottoprodotto che viene utilizzato come combustibile nelle caldaie a biomassa.

"I mattoni con i noccioli d'oliva perdono una certa resistenza meccanica, ma aumentano la loro capacità di isolamento termico, riducendo al minimo la trasmissione del calore", spiega Alejandro San Vicente. Cerca un equilibrio che li renda ottimali per la costruzione di nuovi edifici in Spagna.

I mattoni testati contengono tra il 5% e il 30% del nocciolo d'oliva, ma i migliori risultati sono stati ottenuti con percentuali dal 5% al 15%.

I mattoni così fabbricati aumentano la loro capacità isolante, che ridurrà il consumo di riscaldamento e condizionamento delle case che vengono costruite con loro.

Pertanto, sebbene il costo iniziale sia più alto, si stima che entro 11-40 anni (a seconda della percentuale di nocciolo di oliva incorporato) l'investimento iniziale è ammortizzato con il risparmio nelle bollette dell'approvvigionamento energetico.

Oltre alla sua redditività tecnica ed economica, l’analisi del ciclo di vita dimostra la riduzione delle emissioni di CO2 a lungo termine nelle case costruite con questo tipo di mattone, in particolare quelle che utilizzano fonti di energia dipendenti dall’elettricità (riscaldamento elettrico, aria condizionata, ecc.).

L'uso e il riciclaggio di questi sottoprodotti dell'industria olivicola contribuiscono a raggiungere gli obiettivi dell'economia circolare, riducendo l'impatto negativo dell'attività umana sull'ambiente.

di R. T.