L'arca olearia 11/06/2024

Le differenze nella produttività dell’olivo con differenti sistemi di gestione del suolo

Le differenze nella produttività dell’olivo con differenti sistemi di gestione del suolo

Quando l’olivo è in asciutta, la gestione del suolo assume un’importanza cruciale per la produttività. Oltre l’inerbimento, potenzialità e rischi di altri modelli


La gestione del suolo negli oliveti può avere diverse implicazioni economiche e ambientali.

Uno studio ha confrontato tre diversi sistemi di gestione del suolo in un oliveto in asciutta: lavorazione superficiale del suolo convenzionale (Tillage), erbicida a base di glifosato (erbicida) e pascolo (Sheep Walking).

L’esperimento è durato undici anni (2011-2022) ed è stato effettuato dopo un precedente studio condotto sullo stesso appezzamento con gli stessi trattamenti e durata (2001-2011).

Tuttavia, rispetto al precedente, i trattamenti erbicida and Sheep Walking hanno cambiato posizione nella trama, mentre il trattamento di lavorazione è rimasto al suo posto originale.

Le rese medie di olive accumulate tra il 2011 e il 2022 sono state rispettivamente 225.1, 230,9 e 245.0 kg/pianta per i trattamenti Sheep Walking, Tillage ed Erbicidi. Non sono state osservate differenze significative tra i trattamenti.

I livelli di carbonio organico totale nel suolo, misurati in campioni raccolti nell’ultimo anno dello studio, sono stati 41,3, 3,7 e 37,3 g/kg, rispettivamente per gli stessi trattamenti. Questi risultati hanno indicato che il trattamento con lavorazione mostrava un contenuto di materia organica del suolo inferiore e una ridotta biodisponibilità di alcuni nutrienti, il che solleva preoccupazioni sulla sua sostenibilità.

Al contrario, il pascolo con un adeguato tasso di stoccaggio, controllando efficacemente la vegetazione in primavera, ha assicurato proprietà del suolo favorevoli e rese di olive paragonabili agli altri trattamenti.

Inoltre, l'approccio Sheep Walking offre vantaggi supplementari all'agricoltore, compresi i ricavi derivanti dalla vendita di prodotti di origine animale e l'opportunità di passare a sistemi di agricoltura biologica, che si allineano meglio con le preferenze delle società contemporanee.

di R. T.