L'arca olearia 18/02/2021

La contaminazione dell'olio d'oliva con idrocarburi policiclici aromatici

La contaminazione dell'olio d'oliva con idrocarburi policiclici aromatici

L'inquinamento ambientale incide sulla salubrità dell'olio. Gli idrocarburi policiclici aromatici si diffondono direttamente dalla buccia all'olio all'interno del frutto o si trasferiscono durante l'estrazione


La contaminazione atmosferica della materia prima vegetale con idrocarburi policiclici aromatici (IPA) aiuta a spiegare la loro presenza negli oli vegetali commestibili.

Uno studio turco ha confrontato la contaminazione da IPA nelle olive durante il loro periodo di crescita sull'albero e i loro rispettivi oli provenienti da tre diverse fonti industriali (raffineria di petrolio, centrale termica e sito di industria pesante).

Il metodo comprendeva un'estrazione liquido-liquido in fase solida per la pulizia seguita da HPLC con rivelatore a fluorescenza.

Ci sono state differenze statisticamente significative tra le tre fonti industriali nel contenuto di benzo[a]pirene, IPA totali e IPA4 (p˂0.05), ma solo lievi differenze nei profili IPA.

Il livello più alto di composti IPA è stato misurato nei campioni esposti all'inquinamento della raffineria di petrolio, quasi il doppio rispetto ai campioni esposti alla centrale termica che hanno mostrato i livelli di contaminazione più bassi.

Nessuno dei campioni analizzati ha superato i limiti stabiliti dalla legislazione vigente.

I rapporti di trasferimento dei composti inquinanti dalle olive all'olio d'oliva erano 22,8-73,2%.

Ciò indica che gli IPA si diffondono direttamente dalla buccia all'olio all'interno del frutto o si trasferiscono durante l'estrazione dell'olio.

Bibliografia

Yeşim Altunoğlu & Fahri Yemişçioğlu (2021) Determination of polycyclic aromatic hydrocarbons in olives exposed to three different industrial sources and in their respective oils, Food Additives & Contaminants: Part A

di C. S.