Anno 15 | 29 Marzo 2017 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

TRACCE > MONDO

Stock mondiali di olio d'oliva tecnicamente a zero

Le cooperative iberiche preoccupate per la dinamica dei consumi mondiali. Resta poco olio nelle cisterne. Sarà la Spagna a soddisfare la domanda internazionale ma non oltre il mese di novembre

T N

Il mondo vitivinicolo europeo preoccupato la Brexit

Londra è tradizionalmente la porta di accesso verso l'Asia per i vini europei ed è il sesto mercato mondiale. Preoccupa per l'uscita dall'Unione europea ma al momento i segnali sono incoraggianti: cresce il numero di buyer inglesi a Vinitaly

T N

L'Italia importa olio d'oliva andaluso per 763 milioni di euro

Il 73% dell'olio d'oliva venduto dall'Andalusia al mondo è extra vergine. Il 40% va in Italia e Stati Uniti, con proprio il nostro Paese a far la parte del leone

C. S.

L'abito fa il monaco: l'importanza del packaging sulle vendite di vino

In Usa la differenza la fa la notorietà del brand, mentre in Italia la tipologia e la provenienza. I Millenial sono però tutti d'accordo sul packaging: il design delle bottiglie fa la differenza

C. S.

Lo Champagne vola a quasi 5 miliardi di euro

Nel 2016 il mercato mondiale dello Champagne conferma lo sviluppo a valore della filiera. Nella maggior parte dei paesi, si conferma il modello di crescita trainato dall'export e dalla diversificazione delle cuvée

C. S.

Il glifosato non è cancerogeno, pronta la proroga dell'autorizzazione

L'Agenzia europea per le sostanze chimiche ha contraddetto l'Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro. Si apre così la strada per il rinnovo dell'erbicida già dopo l'estate e comunque entro la fine del 2017

T N

L'oliveto biologico mondiale si allarga sempre più

Leader è la Spagna, con quasi 200 mila ettari di olivicoltura bio, seguita dall'Italia e dalla Tunisia. L'olivicoltura biologica non sfonda, invece, nei paesi neo produttori, come Australia e Sud America. Il paese con la maggiore percentuale di oliveto bio sul totale è l'Italia

C. S.

Produzione d'olio d'oliva in Spagna sotto le 1,3 milioni di tonnellate

Nessun timore che manchi l'olio a scaffale. A fine della campagna olearia in giacenza rimarranno 200 mila tonnellate, sufficienti a garantire con l'annata successiva. Nessuna speranza, però, che i prezzi calino nel breve-medio periodo

T N

I controlli sugli alimenti verranno pagati dalle aziende

Il Parlamento europeo ha approvato nuove regole per irrigidire le ispezioni lungo l’intera filiera agro-alimentare. Le autorità nazionali potranno eseguire regolari controlli a sorpresa in tutti i settori, con sanzioni più severe in caso di frode o irregolarità compiute nel territorio europeo

T N

L'etichettatura a semaforo piace moltissimo alle multinazionali del cibo

La proposta di segnalare con i colori verde, giallo e rosso la salubrità degli alimenti piace molto all'industria alimentare che vedrebbe premiati i cibi light ma che penalizzerebbe alimenti tradizionali, in particolare della Dieta Mediterranea, come l'olio extra vergine di oliva. Dopo il via libera della Commissione alla Gran Bretagna, preso l'etichettatura a semaforo potrebbe essere estesa in tutta l'Unione europea

T N

L'altalena del consumo di olio d'oliva in Cina

Forti segnali di ripresa, dopo le precedenti annate negative, per i consumi di olio d'oliva in Cina. A dominare la scena la Spagna con l'81% del mercato

C. S.

Altri 3000 ettari di oliveto a denominazione d'origine per il Marocco

Nella provincia di Ouezzane prevista la riconversione da cerealicoltura a olivicoltura grazie al finanziamento della Banca Islamica per lo Sviluppo. Verranno così aiutati 1500 agricoltori a produrre un olio d'oliva a denominazione d'origine

T N

Gli agrofarmaci causano danni scientificamente dimostrati secondo l'Onu

Secondo un rapporto degli inviati speciali dell'Onu il cattivo utilizzo dei presidi fitosanitari in agricoltura, in particolare nei Paesi in via di sviluppo, causa 200 mila morti l'anno e non fa incrementare la produzione agraria

C. S.

Sarà Deoleo a creare il sistema di tracciabilità dell'olio d'oliva Made in Spain

Se l'olio è una commodity la colpa è tutta della Grande Distribuzione, ha affermato la presidente del gruppo anglo-iberico Rosalía Portela. Deoleo bolla nuovamente come “soggettivo” il panel test e si pone come capofila di una progetto di qualità dell'extra vergine iberico

0

T N

Gli imballaggi per alimenti pieni di sostanze fluorurate, potenzialmente tossiche

Secondo Altroconsumo il tenore in fluoro organico eccede, in 63 campioni su 65, il valore limite raccomandato dall’Autorità Danese per la sicurezza alimentare, all’avanguardia sulla tutela della salute dei consumatori

C. S.

Le truffe sull'olio d'oliva in Spagna, con mandanti italiani

La procura di Cordoba, su segnalazione delle autorità italiane, ha aperto un'inchiesta su società presenti e operanti in Andalusia. Prodotti sul suolo spagnolo oli deacidificati e deodorati, per poi essere venduti in Italia come extra vergini di oliva

T N

Sarà l'agricoltura biologica a sfamare i paesi in via di sviluppo

L’agricoltura biologica è la chiave di volta per garantire concretamente lo sviluppo della sicurezza alimentare, della crescita economica, della tutela ambientale e della salute dei paesi in via di sviluppo, dove si trova l’85% dei produttori biologici

C. S.

Crescita senza sosta per il mercato del bio in Francia

Le vendite di prodotti biologici Oltralpe sono cresciute del 20% nel 2016 rispetto al 2015. Un trend in continua espansione in particolare per frutta e verdura

C. S.

| 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | >>

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

Il Mastro Oleario, un treno da non perdere assolutamente

Qual'è il giusto prezzo per un quintale di olive?

Il superintensivo spagnolo conviene davvero agli olivicoltori italiani?

Prepariamoci a un gran cambiamento per i consumi di olio extra vergine di oliva al ristorante

C'erano una volta gli olivicoltori