Anno 15 | 23 Gennaio 2017 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

TRACCE > ECONOMIA

Agricoltura italiana in deflazione e prospettive di nuovi cali dei prezzi nel 2017

Dopo le crisi alimentari passate, a livello mondiale le quotazioni delle derrate agricole scendono per il quinto anno consecutivo. Prezzi in calo anche per i prodotti agricoli italiani, ed è la sesta volta da inizio Millennio. A pesare soprattutto i cali su cereali e oli di oliva

T N

Numeri positivi per il mondo vitivinicolo nazionale

Sia l'Unione italiana vini sia Federdoc vedono rosa per il mercato del vino italiano. Aumenta il consumo interno, in particolare dei vini di qualità, ma anche l'export mantenendo salde le posizioni in Francia, Canada, Australia e Messico ma, soprattutto, sviluppando numeri rilevanti in Cina e Corea

C. S.

L'e-commerce di cibo vale quasi 600 milioni di euro

Il Food&Grocery in valore assoluto incide tuttavia ancora marginalmente sul totale del mercato e-commerce. Da segnalare comunque che gli acquisti via smartphone nel settore raddoppiano e raggiungono quota 100 milioni di euro

C. S.

Produzione vitivinicola in calo e listini in aumento

Italia, Francia e Spagna da sole rappresentano oltre l’80% della produzione europea e oltre il 50% di quella mondiale. Le giacenze dovrebbero essere inferiori di 5 milioni di ettolitri, spingendo in alto le quotazioni

C. S.

Si ferma il commercio internazionale di vino, di nuovo

Le indicazioni e le previsioni di Wine Monitor di Nomisma sul commercio mondiale di vino non sono positive. Anche i vini italiani risentono di queste incertezze e battute d’arresto dove i cali sono in larga parte generalizzati 

C. S.

Dopo boom di agosto si consolida crescita export dell’agroalimentare

Alla spinta di agosto (+13,4%) fa eco un settembre molto positivo per le vendite oltre frontiera dei prodotti agroalimentari italiani (+5,7%). Food and drink settore guida dell’export nazionale con 28 miliardi di euro nei primi nove mesi dell’anno

C. S.

In diminuzione la spesa alimentare nel 2016

Attenzione alla salute e necessità di risparmio sono i principi, non sempre convergenti, che guidano le scelte alimentari degli italiani. Nei primi nove mesi del 2016 gli acquisti di alimentari e bevande si riducono di un punto percentuale, con cali più accentuati per le carni e i lattiero caseari

C. S.

Accesso al credito agevolato per le imprese olivicolo-olearie

I contributi, in regime di de minimis, per le garanzie rilasciate alle imprese che operano nel settore olivicolo-oleario sono stati prorogati fino al 30 giugno 2017. Garanzie fornite da Ismea e abbattimento delle commissioni

C. S.

I marchi a Indicazione Geografica garantiscono una maggiore capacità di difesa del valore

I risultati dei primi otto mesi dell'anno hanno coinvolto ipermercati, supermercati, discount e normal trade. Nei prodotti Dop e Igp a peso fisso monitorati, le vendite in valore hanno registrato un +7% su base annua, accompagnato da un +12,1% sul fronte dei volumi

C. S.

L'export dell'agroalimentare italiano verso nuovi record

La dinamica positiva delle esportazioni ad agosto riflette il significativo aumento delle vendite all'estero dell'industria alimentare italiana, con crescita a doppia cifra, ma anche la buona performance dell'export di prodotti agricoli

C. S.

Il vino italiano sempre più forte fuori dall'Unione europea

Secondo l'Osservatorio Paesi terzi di Business Strategies e Nomisma Wine Monitor, che si è basato sui dati dell'Agenzia delle Dogane, i Paesi Terzi rappresentano ormai il 56% del valore del nostro export vitivinicolo

C. S.

Nella legge finanziaria cancellazione dell'Irpef agricola

Secondo il premier Renzi "bisogna restituire il giusto valore alla terra e a chi la lavora". Secondo il ministro Martina, con l'intervento previsto nella legge di stabilità, le tasse per l'agricoltura saranno scese di 1,3 miliardi di euro

C. S.

L'export agroalimentare italiano segna una battuta d'arresto

Il segno negativo è meno accentuato del dato nazionale ma sia l'agricoltura sia l'industria alimentare vedono il segno negativo. Comunque positivo il dato nei primi sette mesi dell'anno ma difficilmente si potrà eguagliare il dato del 2015

C. S.

| 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | >>

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

Qual'è il giusto prezzo per un quintale di olive?

Prepariamoci a un gran cambiamento per i consumi di olio extra vergine di oliva al ristorante

C'erano una volta gli olivicoltori

L'autogol dell'olivicoltura italiana

Niente scuse per chi non sa fare l'olivicoltore