Anno 15 | 13 Dicembre 2017 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

TRACCE > ECONOMIA

Le cooperative trascinano l'agroalimentare italiano

Le cooperative agroalimentari nazionali generano un fatturato di quasi 35 miliardi di euro, pari al 23% del giro d'affari dell’alimentare italiano. Spicca la crescita a tre cifre del fatturato delle top25 nel vino e quella, sempre molto alta, registrata dalle cooperative dell’ortofrutta

C. S.

Il vino francese allunga il passo su quello italiano negli Usa

Il vino italiano cresce troppo poco rispetto alla concorrenza. L’Italia rimane in testa nel segmento dei vini fermi, ma è proprio qui, dove tradizionalmente siamo più forti, che scontiamo di più il recupero francese

C. S.

Salgono gli stock di cereali, scende l'indice dei prezzi alimentari della FAO

La flessione di novembre è stata determinata da un calo del 4,9% nell'Indice FAO dei prezzi dei prodotti lattiero-caseari, poiché le quotazioni del burro, del formaggio, del latte intero, scremato e in polvere sono diminuite

C. S.

Il biologico traina le vendite nella Grande Distribuzione

Il biologico è diventata una presenza importante nel carrello degli italiani, arrivando a pesare il 3,4% delle vendite totali dell’alimentare. Anche le promozioni sembrano giocare un ruolo sempre più importante, con un aumento dell’intensità da 21,0% a 22,2%, contro il 31% dell’alimentare

C. S.

L'export agroalimentare italiano raggiunge i 29,8 miliardi nei primi sette mesi dell'anno

Secondo il Ministro Martina i 50 miliardi di export nel 2020 sono un risultato alla portata e per aiutare le piccole e medie imprese occorre un mix di protezione e promozione

C. S.

Mozzarella di bufala Dop, in 10 anni raddoppiato l'export

In valore assoluto il dato è ancora più significativo: si è passati infatti dalle 5.280 tonnellate esportate nel 2006 alle 14.190 del 2016, il che vuol dire +168,7%. La Francia resta il primo Paese di destinazione 

C. S.

Vino, salumi e formaggi sono il fulcro dell'export agroalimentare italiano

L’export agroalimentare italiano si appresta quest’anno ad oltrepassare i 40 miliardi di euro secondo Nomisma. Sono soprattutto i paesi extra-Ue ad evidenziare i tassi di crescita più elevati

C. S.

Biologico, non si torna più indietro: è un cambiamento strutturale dello stile di vita

Aumentano le vendite ma soprattutto il numero di referenze dei prodotti biologici nella Grande Distribuzione. Non esiste più catena o insegna che non abbia una sua linea a marchio bio

C. S.

Il prezzo dei terreni agricoli italiani rimane fermo

Nel 2016 il prezzo medio si è attestato poco sotto i 20.000 euro per ettaro. In rialzo, pur se moderato, le zone altimetriche di collina e, in qualche misura, le circoscrizioni Nord ovest e Isole

C. S.

Numeri positivi per il vino italiano, ma non c'è ottimismo

Il vino italiano sempre trainato dagli spumanti con un +13% a volume e un +15% a valore nei primi sette mesi dell'anno. L'export raggiunge i 3,3 miliardi di euro ma l'Italia perde quote di mercato. La spiegazione di questa apparente contraddizione

C. S.

La spesa alimentare e per la ristorazione in Italia continua a crescere

Nel 2016 l'export del comparto food & beverage ha toccato i 31,3 miliardi con una crescita record del 41,5% dal 2010. Il 78,6% degli intervistati dal Censis dichiara di avere una buona reputazione dell'imprenditore agricolo

C. S.

L'originale vince sempre sulla copia? Il Marketing e marchétting nel settore degli oli

Gli oli arricchiti denunciano solo la debolezza dell'olio extra vergine di oliva. Di questi tempi va di moda il  marchétting, il cugino furbo del Marketing, che usa scorciatoie: non fa innovazione, fa imitazione; non fa qualità, fa contraffazione; non fa competizione, fa contrapposizione; non fa organizzazione, fa confusione

1

Gigi Mozzi

Il trumpismo rischia di avere pesanti riflessi sul commercio agroalimentare

L'Italia potrebbe perdere 300 milioni di euro di export all'anno, poco meno del 10% del totale, se la politica commerciale degli Stati Uniti dovesse davvero diventare più protezionistica. A essere più colpiti soprattutto i settori del vino e dell'olio di oliva

C. S.

I numeri del biologico italiano, settore in crescita

Il bio ha il vento in poppa soprattutto sui mercati internazionali, con crescvita in valore in 10 anni del 408%, contro il 45% del food nel suo complesso.

C. S.

La Cina supera la Germania nelle importazioni di vino

Non smette di crescere la domanda di vino nei Paesi Terzi. Gli Stati Uniti rappresentano più degli altri le gioie e i dolori del prodotto enologico italiano, che si conferma in testa alle vendite ma che segna una crescita dimezzata (+5,4%) rispetto al trend import degli Usa (+10,2%)

C. S.

L'Italia investe sempre più sui bianchi mentre i grandi vini rossi restano al palo

L'immagine di un'Italia leader soprattutto per i vini rossi resiste in Oriente mentre in Europa vincono i bianchi. Il rosso, comunque, continua a rappresentare il colore nazionale, visto che rappresenta il 41% di tutto l'export, sfusi compresi

T N

| 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | >>

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

Olio extra vergine di oliva italiano: la rabbia e l'orgoglio

Il terribile prezzo della globalizzazione: la perdita della ruralità

Dalla competenza nasce la garanzia per i consumatori, l'esempio del Mastro Oleario

Un bagno d'umiltà per gli assaggiatori d'olio d'oliva

Il sommelier, l'evoluzione culturale di una professione