Anno 15 | 23 Agosto 2017 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

STRETTAMENTE TECNICO > LEGISLAZIONE

Novità per i professionisti nella nuova legge concorrenza

Sulla Gazzetta Ufficiale del 14 agosto scorso è stata pubblicata la legge n. 124/2017, ovvero la “Legge annuale per il mercato e la concorrenza”. Novità in tema di trasparenza delle competenze e dei preventivi che vanno comunicati al cliente, anche quando non richiesti

C. S.

Nessun contributo ambientale per l’olio extra vergine di oliva

Per il Consorzio che si occupa della raccolta degli oli esausti, l'unico riconosciuto a livello nazionale, “la norma è equa a tutela dell’ambiente, della sicurezza e tracciabilità della filiera e del comparto produttivo”

C. S.

Nuovi voucher in agricoltura, l'Inps ridefinisce le retribuzioni orarie

Dal 10 luglio si può utilizzare il nuovo contratto PrestO ma attenzione alle paghe orarie, ridefinite dall'Inps con messaggio del 12 luglio. Ogni azienda può erogare compensi fino a un massimo di 5000 euro annui complessivi e 2500 euro per ogni lavoratore

R. T.

Fabbricati rurali non dichiarati al catasto edilizio: ultima possibilità di mettersi in regola

Sanzioni in arrivo fino a 8.264 euro per ogni unità immobiliare

C. S.

Trovato l'accordo sul regolamento biologico in vigore dal 2020

Chiuse con la fumata bianca, contro ogni aspettativa, le trattative per il nuovo regolamento sul biologico tra Commissione, Parlamento e Consiglio Ue. Il nuovo testo allarga le maglie in campo europeo e le restringe per le importazioni. Novità per i piccoli agricoltori e per le aziende miste

T N

Split payment: devastante per i liberi professionisti

Il rischio è che lo split payment incrementi l'evasione fiscale. L’effetto di questa nuova disposizione, che impedisce ai professionisti di compensare tempo per tempo l’Iva pagata con quella incassata, comporta che ogni 1000 euro fatturati a quest’ultimo ne resteranno disponibili solo 463

C. S.

Latte di soia in etichetta? La dicitura era già vietata

La sentenza del 14 giugno è quindi un'assoluta "non-notizia": non è che da oggi non si può denominare un prodotto "latte di soia", non lo si può così denominare almeno dal 1929 e la Corte Ue ha solo punito un operatore tedesco che non ottemperava alla legge

0

Roberto Pinton

Varato il decreto legislativo sul settore biologico: controlli ai carabinieri

Il Consiglio dei ministri ha approvato lo schema di decreto legislativo sui controlli nel comparto biologico. Obiettivo dichiarato del testo è tutelare il consumatore e rendere il sistema dei controlli più efficace anche sotto il profilo della repressione

C. S.

Come difendersi in caso di esproprio: l’articolo 21 del DPR 327/2001

Il Testo Unico sugli Espropri, a saperlo ben leggere e interpretare, può diventare uno strumento a tutela dell’espropriato nella determinazione dell’indennità di espropriazione. Due sentenze della Corte Costituzionale hanno modificato radicalmente l’impianto originario

0

Roberto Accossu

Nel decreto Mezzogiorno scompaiono 40 milioni di euro per aziende cerealicole e olivicole

Salta il rifinanziamento del Fondo per favorire la qualità e la competitività delle produzioni delle imprese agricole cerealicole e olivicole, ubicate nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia

C. S.

Prodotti fitosanitari, si cambia. Le vecchie etichette sono fuorilegge

Nuovi obblighi anche per gli imprenditori agricoli nell'utilizzo di prodotti fitosanitari etichettati secondo la direttiva 1999/45/CE. Occorre munirsi dell’etichetta e della scheda di sicurezza aggiornate e non solo

R. T.

Le agevolazioni per gli agricoltori under 40, le istruzioni operative

Ai coltivatori diretti e agli imprenditori agricoli professionali con età inferiore a quaranta anni, per le nuove iscrizioni nella previdenza agricola dal il 1° gennaio 2017 e al 31 dicembre 2017, è riconosciuto l'esonero dal versamento del 100% dei contributi per 36 mesi

R. T.

Espropri per pubblica utilità, la normativa e la Corte Costituzionale

La normativa sugli espropri è sempre stata contraddistinta da una notevole difficolta interpretativa. Più volte il legislatore è intervenuto, come anche i giudici. Le novità dopo la sentenza della Corte Costituzionale 71/2015

Roberto Accossu

Sanzioni più basse per mancata o errata indicazione della sede stabilimento in etichetta

La Conferenza delle Regioni si esprime sulla bozza del decreto legislativo "recante la disciplina dell’indicazione obbligatoria nell’etichetta della sede e dell’indirizzo dello stabilimento di produzione o, se diverso, di confezionamento, ai sensi dell’articolo 5 della legge 12 agosto 2016, n. 170. legge di delegazione europea 2015"

T N

| 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | >>

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

Il Mastro Oleario, un treno da non perdere assolutamente

Il superintensivo spagnolo conviene davvero agli olivicoltori italiani?

La rovina dell'olio extra vergine d'oliva italiano

Il terribile prezzo della globalizzazione: la perdita della ruralità

Quando il valore aggiunto non è l'olio extra vergine d'oliva