Bio e Natura20/02/2020

I tanti petali di rose, garofani e petunie dovuti a un gene troppo attivo

I tanti petali di rose, garofani e petunie dovuti a un gene troppo attivo

Particolari mutazioni in un gene chiave dello sviluppo del fiore ne alterano la regolazione, così da farlo “lavorare” più a lungo e portare appunto alla formazione di un'abbondanza di petali rispetto ai cinque che sarebbero la normalità

di C. S.
Bio e Natura14/02/2020

Vino e ortofrutta bio veramente senza fosfiti

Vino e ortofrutta bio veramente senza fosfiti

La presenza indesiderata di questi elementi può essere dovuta a molte cause: dall’uso improprio prodotti per la difesa fitosanitaria, alla naturale presenza di fosfiti nei concimi e negli ammendanti o alla loro produzione da parte delle colture arboree

di C. S.
Bio e Natura14/02/2020

La gestione del cotico erboso e del terreno lungo il filare con mezzi meccanici

La gestione del cotico erboso e del terreno lungo il filare con mezzi meccanici

Nel caso della lavorazione del terreno normalmente si migliora la crescita delle piante ma l’operazione risulta più complessa, sia per via del tipo di macchina che per il maggior rischio di danni a pianta e radici.


Bio e Natura07/02/2020

Alla scoperta delle virtù salutari di due antiche varietà di mele Toscane

Alla scoperta delle virtù salutari di due antiche varietà di mele Toscane

Dalle analisi biochimiche e molecolari è emerso che, rispetto a varietà commerciali queste due mele hanno un maggior contenuto di antiossidanti, sostanze naturali con proprietà cardioprotettive e antitumorali

di C. S.
Bio e Natura06/02/2020

Scoperto il gene segreto per rendere gli agrumi più dolci

Scoperto il gene segreto per rendere gli agrumi più dolci

Gli agrumi rappresentano una delle fonti privilegiate di vitamina C. Una delle maggiori barriere al consumo è rappresentato dal sapore acido, poco gradevole, se non indigesto. A breve, però, potremo avere agrumi meno acidi

di C. S.
Bio e Natura31/01/2020

Col glifosato a rischio le falde acquifere superficiali per 50 anni

Col glifosato a rischio le falde acquifere superficiali per 50 anni

Il problema, molto spesso, non è la molecola del glifosato in sé ma il metabolita secondario, l'acido aminometilfosfonico. Solo il 23% di quest'ultima molecola può essere degradato dalle radici

di R. T.

Bio e Natura31/01/2020

Ecco come il cervello codifica gli odori

Ecco come il cervello codifica gli odori

E' diverso il modo in cui funzionano udito, vista e il nostro olfatto. Pochi ligandi espressi nel bulbo olfattivo sono pertanto in grado di attivare specifici gruppi di recettori olfattivi tra oltre mille recettori 

di C. S.
Bio e Natura16/01/2020

Le mele renette del Canada sono un toccasana contro il colesterolo

Le mele renette del Canada sono un toccasana contro il colesterolo

Non una, ma due mele al giorno sono sufficienti a ridurre i livelli plasmatici di colesterolo, importante biomarcatore di patologie cardiovascolari

di C. S.
Bio e Natura15/01/2020

Gli effetti di grani antichi e moderni sulla salute intestinale

Gli effetti di grani antichi e moderni sulla salute intestinale

Alcuni hanno ipotizzato che il miglioramento genetico del grano potrebbe aver causato alternazioni tali da aver influito negativamente sulla salute intestinale. Una ricerca statunitense ffornisce alcune indicazioni

di C. S.

Bio e Natura08/01/2020

I profumi dei boschi e delle foreste dipendono dagli oli essenziali

I profumi dei boschi e delle foreste dipendono dagli oli essenziali

Uno studio sulla concentrazione dei composti bioattivi presenti nell’aria forestale emessi dalle piante e dal suolo è stato condotto da un team dell’Istituto per la bioeconomia insieme al Consorzio Lamma e al Club alpino italiano

di C. S.
Bio e Natura08/01/2020

Riciclare con intelligenza: mozziconi di sigaretta per far crescere le piante ornamentali

Riciclare con intelligenza: mozziconi di sigaretta per far crescere le piante ornamentali

A Capannori prende il via il progetto Focus per riciclare le cicche: si prevede di riutilizzare i residui delle sigarette come substrato inerte per la crescita di piante ornamentali attraverso tecniche di coltura idroponica

di C. S.
Bio e Natura20/12/2019

L’olivo e la vite tra i protagonisti della ricerca dell’Università di Pisa sui cambiamenti climatici

L’olivo e la vite tra i protagonisti della ricerca dell’Università di Pisa sui cambiamenti climatici

Le sfide in vigneto e in oliveto imposte dalle mutazioni del clima sono sempre più incalzanti ed urgenti. L’agricoltura di precisione, ma non solo, può rappresentare un nuovo approccio di gestione sostenibile

di Giacomo Palai

Bio e Natura19/12/2019

Anche il genoma del pero non ha più segreti

Anche il genoma del pero non ha più segreti

Dopo vite, melo, fragola, Drosophila suzukii, Plasmopara viticola e abete bianco. Decodifica completa dei 17 cromosomi del genoma del pero, cultivar Bartlett. Un percorso che porterà a nuove vie per il miglioramento genetico

di C. S.
Bio e Natura06/12/2019

Bio-agrofarmaci e biostimolanti, la regolamentazione e le prospettive

Bio-agrofarmaci e biostimolanti, la regolamentazione e le prospettive

Agrofarmaci a base microbica, coadiuvanti e biostimolanti, un quadro in continua evoluzione ma già con una nutrita legislazione in fase di evoluzione continua. Ancora troppo lunghi però i tempi per la registrazione dei prodotti

di T N
Bio e Natura29/11/2019

Dalla ricerca al campo, realtà e prospettive della frutticoltura di precisione

Dalla ricerca al campo, realtà e prospettive della frutticoltura di precisione

Ridurre l'impatto ambientali grazie a sensori "intelligenti" capaci di riconoscere le infestanti e modulare il flusso di diserbanti o monitorare la maturazione dei frutti attraverso indici cloroimetrici, rilevati da droni, e sensori installati sulla pianta

di Giacomo Palai

Bio e Natura29/11/2019

Occorre tornare a valorizzare i castagneti

Occorre tornare a valorizzare i castagneti

I castagni rappresentano un’attività di pregio della montagna. La riduzione del cinipide fa ben sperare per la produzione e per il futuro della castanicoltura nazionale

di Marcello Ortenzi
Bio e Natura22/11/2019

Il rame in agricoltura è elemento tossico o un micro-nutriente fondamentale?

Il rame in agricoltura è elemento tossico o un micro-nutriente fondamentale?

L'Unione Europea ritiene che l'accumulo di rame nei suoli, coltivati con specie vegetali trattate con composti a base di rame, sia tale da imporre soglie quantitative al suo uso. Tali soglie stanno destando preoccupazione

di T N
Bio e Natura15/11/2019

Scoperto il segreto della resistenza alla siccità delle piante

Scoperto il segreto della resistenza alla siccità delle piante

Entro il 2050 il degrado del suolo e il cambiamento climatico porteranno a una riduzione dei raccolti globali. Occorrono nuove varietà di riso e grano resistenti alla siccità