Massime e memorie29/01/2011

I facchini della Balla e l'olio di sant'Aquilino

Valentino De Carlo ci introduce amabilmente nella storia della capitale lombarda, raccontandoci un aneddoto davvero spassoso

di L. C.
Massime e memorie22/01/2011

Zappa, falce e vanga? Lucidati alla perfezione

Non perdetevi l'avvincente prosa di Mo Yan. Nella sua narrativa, il mondo agricolo emerge in tutta la sua immediatezza e nuda verità

di T N
Massime e memorie15/01/2011

Gli oliveti in Calabria non sono pochi, e di non piccola estensione

Un documento del 1853, tratto da un volume dedicato a sua maestà Ferdinando II, fotografa l'olivicoltura in'area particolarmente vocata del Regno delle due Sicilie

di T N

Massime e memorie08/01/2011

Te la guardi e te la giri, e poi un tocco leggero

La storia di Petràs e delle sue olive nell'avvincente prosa di Cesare Padovani

di T N
Massime e memorie18/12/2010

Una vitamina buona per gli occhi, la cipolla

Lo invidiavano per la sua cipolla rossa e l'invidia cresceva come il lievito del pane, di giorno in giorno, di ora in ora. La liberatoria prosa di Silvana Grasso

di T N
Massime e memorie11/12/2010

Bisognava che io frequentassi una scuola di agraria

Il resto del mondo progredisce. Non è possibile continuare a vivere a occhi chiusi. La prosa di un grande narratore, Saverio Strati

di T N

Massime e memorie04/12/2010

Uomini sempre meno virili

Non è di maschi sempre in erezione che c'è bisogno, ma di uomini sensibili, coraggiosi e comprensivi. Parola di Guido Ceronetti

di T N
Massime e memorie27/11/2010

Gli ulivi di Puglia? Sono fantasmi affollati

Un viaggio dal Gargano al Salento, nella regione regina dell'olio, in un ritratto in bianco e nero delle campagne a firma di Raffale Nigro

di T N
Massime e memorie20/11/2010

Il prodotto tipico? Già, è il tipico prodotto creazionista

Se è vero che il tipico è ricercato è anche vero il contrario: offusca la nostra immaginazione e impedisce una via di fuga. Parola di Antonio Pascale

di T N

Massime e memorie13/11/2010

La carne, figlio. Devi mangiare la carne

Hai una famiglia che se la può permettere. Per fortuna. Un esilarante racconto di
Gianrico Carofiglio

di T N
Massime e memorie06/11/2010

Una pietra, un ulivo. Era casa mia

Io ti cercavo, tu ti nascondevi. Una poesia di Saturnino Primavera. Era nato a Lequile, nel Salento. Non è più tra noi dal 2004. Era anche un noto artista del legno. Legno d'olivo

di T N
Massime e memorie30/10/2010

Non lavori? Allora non mangi

Il nitido pensiero di Erri De Luca, nelle rfilessive pagine di Alzaia

di T N

Massime e memorie23/10/2010

L'uomo che parlava con il vino

Il vino è una creatura viva. Gli manca soltanto la parola. Però noi contadini, che lo facciamo, ne conosciamo la necessità. Uno straordinario ritratto dalla penna del compianto Cesare Marchi

di T N
Massime e memorie16/10/2010

Andiamo, è tempo di scuotere le olive

Vincenzo Rabito, un bracciante nato a Chiaramonte Gulfi. Tra il 1968 e il 1970 decise di scrivere la sua "maletratata e molto travagliata e molto desprezzata vita". Uno scrittore involontario, semianalfabeta, dal grande talento narrativo

di T N
Massime e memorie09/10/2010

Lucania o Basilicata? Non esiste altra regione con due nomi ufficiali

E’ Basilicata dove ci sono uffici e carte bollate. E’ Lucania dove ci sono casolari diroccati e campi di grano. Lo sguardo dello scrittore Andrea Di Consoli su un pezzo d'Italia

di T N

Massime e memorie02/10/2010

All'Osteria dell'Unione gli amatori del vino schietto e generoso e l'oste Gigi

Un memorabile ritratto di tal Fringuello, soprannome di un ometto di mezza statura dall'occhio malizioso e dai modi grottescamente civili, tratto dalla vitale e briosa penna di Carlo Lorenzini detto Collodi

di T N
Massime e memorie25/09/2010

Storia e disavventure del contadino aspirante medico

Un esilarante racconto di Ermanno Cavazzoni, tratto da Vite brevi di idioti. Protagonista è Gallinari Sauro, che mentre coltivava la terra, credeva di avere un talento naturale nel curare la gente

di L. C.
Massime e memorie18/09/2010

La mia vita per i fagioli

La genialità di Henry David Thoreau al servizio della natura nel tentativo di svincolarla dalle remore di ogni conformismo

di T N