La voce dell'agronomo10/03/2007

LE AGROBIOENERGIE POSSONO DIVENIRE UN BUSINESS. MA ANCHE PER GLI AGRICOLTORI?

Si moltiplicano i progetti per l’installazione di centrali a bioenergie. Indagando si scopre che dovrebbero funzionare a olio di palma oppure che sono sovradimensionate rispetto alle capacità di approvvigionamento sul territorio. Gli interessi dell’agricoltura, ma non solo, verrebbero così ignorati

di Alberto Grimelli
La voce dell'agronomo03/03/2007

COSA NE SARA’ DELL’AGRICOLTURA EUROPEA NEL 2020? LA COMMISSIONE UE SI SBILANCIA

Il termine rurale, per Bruxelles, non è più sinonimo di agricoltura. Il fattore più importante nei prossimi anni sarà la mobilità sociale, con i giovani che lasceranno le campagne sostituiti da persone con alti livelli di reddito che abbandoneranno le città. Le aree rurali diventeranno residenziali?

di Alberto Grimelli
La voce dell'agronomo24/02/2007

L’ITALIA E’ LA PATRIA DELL’OLIO EXTRA VERGINE D’OLIVA O COSI’ VOGLIAMO FAR CREDERE. PERCHE’ A VALORIZZARLO CI PENSANO GLI USA

Qualità, tipicità e origine ma certamente non marketing e promozione. In questo ci superano, di gran lunga, altri Paesi, magari lontani da ogni tradizione olivicola, come gli Usa, la Francia o il Belgio, dove spuntano le oleoteche e dilagano gli oil-tasting parties

di Alberto Grimelli

La voce dell'agronomo17/02/2007

GLI INFORTUNI IN AGRICOLTURA CALANO MA MAI ABBASTANZA, ALMENO PER I NOSTRI POLITICI

Il lavoro nel settore primario non è mai stato un’attività sicura. Vari erano i rischi per la salute, connessi anche a un uso “disinvolto” di alcuni presidi fitosanitari. Oggi che l’agricoltura si è fatta più sostenibile, non solo sotto il profilo ambientale ma anche sociale, si chiede di più e in maniera pressante

di Alberto Grimelli
La voce dell'agronomo10/02/2007

L’AGRICOLTURA GUARDA SEMPRE CON MAGGIORE PREOCCUPAZIONE AL CIELO

Alle incognite sulle crisi di mercato ora si aggiungono quelle sull’andamento climatico. Iniziano le preoccupazioni per l’incombente siccità estiva. Lo scenario futuribile fa intravedere calamità naturali frequenti e la scomparsa del patrimonio agroalimentare italiano

di Alberto Grimelli
La voce dell'agronomo03/02/2007

L’AGRICOLTURA URBANA NON E’ UN CONTROSENSO, MA UNA MISURA CONTRO LA FAME DEL MONDO E NON SOLO

Orti familiari nei grandi agglomerati in Africa e in America latina. L’approvvigionamento di prodotti freschi nelle metropoli del Terzo Mondo sarà sempre più difficile, ma anche nell'opulento occidente non si rinuncia a coltivare ortaggi e anche frutti sui balconi. Da Kinshasa a Bogota, per arrivare a Milano e Roma

di Alberto Grimelli

La voce dell'agronomo27/01/2007

L’AGRONOMO, QUESTO SCONOSCIUTO? E’ ROBA VECCHIA, OCCORRE RIMBOCCARSI LE MANICHE

Sull’onda delle reazioni suscitate dalla direttiva nitrati, ritorna la questione della scarsa visibilità di una categoria che invece è strategica per il futuro della nostra agricoltura, del nostro ambiente e del nostro Paese. Occorrono orgoglio e bell’esame di coscienza collettivo

di Alberto Grimelli
La voce dell'agronomo20/01/2007

IL NUOVO ANNO SI APRE CON L’EMERGENZA NITRATI. FAR COINCIDERE TUTELA AMBIENTALE E SALVAGUARDIA OCCUPAZIONALE

Non si tratta certo di una novità. Ora, però, che l’Ue ha avviato la procedura d’infrazione nei confronti dell’Italia scatta l’allarme. Il nostro Paese rischia il blocco dei fondi Pac. Non ci si poteva pensare prima?

di Alberto Grimelli
La voce dell'agronomo13/01/2007

L’EUROPA VUOLE CANCELLARE L’AGRICOLTURA. SI TRATTA DI CECITA’ POLITICA, AMBIENTALE E SOCIALE

Ormai sono troppe e troppo forti le lobby che vogliono avventarsi sui fondi europei al settore primario. Mai però un commissario della commissione Ue si era permesso di invitare gli agricoltori a trovarsi un altro lavoro

di Alberto Grimelli

La voce dell'agronomo16/12/2006

ABBANDONARE IL PRESEPE E’ ANCHE UN PO’ ALLONTANARSI DAL MONDO RURALE

Pastori e pescatori animano molte rappresentazioni natalizie. Con loro anche molte altre figure legate, in un modo o nell’altro, all’agricoltura. E’ un mondo che non c’è più ma che avvicinava alla natura e alla ruralità. Così si perdono storie e tradizioni

di Alberto Grimelli
La voce dell'agronomo09/12/2006

UN NUOVO MODO DI APPROCCIARSI ALL’EXTRA VERGINE. L’ABBINAMENTO OLIO CIBO SI FA SCIENTIFICO, MA NON TROPPO

Il Cnr di Bologna ha condotto una interessante indagine. Curioso come debbano essere gli Enti scientifici ad occuparsi di argomenti che potrebbero essere appannaggio dei produttori

di Alberto Grimelli
La voce dell'agronomo02/12/2006

280 MILIONI DI RAGIONI PER NON DIMENTICARE L’AGRICOLTURA

Ben poche testate e nessuna televisione ha dedicato spazio e parole a un importante studio della Fao sugli effetti economico-sociali delle ostilità della scorsa estate in Medio Oriente. Le mine occupano ancora molti campi coltivati ma tutto è importante, tranne il settore rurale, relegato ai margini

di Alberto Grimelli

La voce dell'agronomo25/11/2006

FORTI PRESSIONI SULL’EUROPA. CI SONO FORSE DUBBI SULLA FINE DEGLI AIUTI ALL’AGRICOLTURA A PARTIRE DAL 2013?

Il settore rurale se la dovrà cavare con le proprie gambe. Per quanto tempo l’Unione europea potrà infatti resistere alla serie di ammonimenti e avvertimenti? Anche i Paesi del Pacifico pongono l'Ue sul banco degli imputati

di Alberto Grimelli
La voce dell'agronomo18/11/2006

ECCO I TAGLI ALL’AGRICOLTURA DELL’UNIONE EUROPEA. SCOMPARIRANNO 850 MILIONI DI EURO, SENZA NESSUN CLAMORE

Da 43,6 a 42,8 miliardi. Proprio così. Bruxelles conta di risparmiare, il prossimo anno, molte centinaia di milioni di euro sottraendoli dal settore rurale. Saranno le riforme della Pac e delle Ocm a comportare infatti i maggiori risparmi. L’Unione europea taglia ancora, ma di nascosto

di Alberto Grimelli
La voce dell'agronomo11/11/2006

E IL BIOLOGICO SI SCOPRI’ OGM FREE. IL MIPAAF ANNUNCIA TOLLERANZA ZERO ANCHE SULLE SEMENTI

Dopo le veementi proteste di Federbio, i pamphlet di alcuni illustri esponenti del mondo accademico si preannuncia la linea dura contro gli organismi geneticamente modificati nel mondo bio. Una scelta che presenta pro e contro. Chi ripagherà i produttori dei maggiori costi di produzione, di analisi e di certificazione?

di Alberto Grimelli

La voce dell'agronomo04/11/2006

UNA DOPO L’ALTRA TUTTE LE CATEGORIE SFILANO IN PIAZZA CONTRO LA FINANZIARIA. TUTTI TRANNE GLI AGRICOLTORI

Al mondo rurale la legge finanziaria messa in piedi dal Governo Prodi deve proprio piacere. Qualche debole lamentela si è levata solo dalle file di Confagricoltura, ma senza molta convinzione. Perfetta sintonia con l’Unione oppure rassegnazione?

di Alberto Grimelli
La voce dell'agronomo28/10/2006

PERCHE’ ELIMINARE LA VENDITA DI ALCOLICI IN AUTOSTRADA? E’ FORSE LI’ CHE CI SI SBALLA?

Un provvedimento bigotto e proibizionista che, oltretutto, non serve a nulla anzi arreca danno al mondo vitivinicolo. La demagogia è più forte della ragionevolezza. Accade così che la Turco propose e il Consiglio dei Ministri approvò

di Alberto Grimelli
La voce dell'agronomo21/10/2006

L’AGRICOLTURA ITALIANA E’ SENZA VOCE, MENTRE IN FRANCIA SI ALZA AUTOREVOLE QUELLA DI CHIRAC

Chi difende il settore rurale italiano? Il Ministro dell’agricoltura, certo, ma chi altro? Nessuno, anzi spesso si odono critiche e accuse ai contadini. Raramente i problemi del comparto primario assurgono ai vertici istituzionali

di Alberto Grimelli