Anno 16 | 19 Giugno 2018 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

STRETTAMENTE TECNICO > L'ARCA OLEARIA

Evitare di filtrare l'olio extra vergine di oliva si può, ma a precise condizioni

La torbidità, come sinonimo di genuinità per il consumatore, è il tallone d'Achille del settore oleario, obbligato a garantire lunghe shelf life del prodotto. La filtrazione è divenuta così pratica indispensabile, ma forse evitabile. Ne parliamo con il Prof. Maurizio Servili dell'Università di Perugia

3

Alberto Grimelli

Spiegare la diversità dei sentori degli oli monovarietali grazie alla chimica

Capire e studiare il diverso profilo aromatico degli extra vergini di oliva è complesso perchè i sentori derivano da una composizione volatile e da una caratterizzazione fenolica molto variegata. Ma anche la quantità dei singoli componenti può fare la differenza

R. T.

La mosca delle olive non farà paura in Toscana quest'anno

Le prime indicazioni sull’andamento meteo dell’inverno e la previsione dei suoi effetti sulla prima generazione estiva della mosca indicano che sarà un'annata senza grandi timori di attacchi di Bactrocera oleae

Luca Socci

Trattamenti contro la sputacchina, il contrasto a Xylella passa da qui

Spinosad e olio essenziale di arancio dolce favoriscono una buona mortalità di Philaenus spumarius ma hanno scarsa persistenza. Un confronto scientifico tra principi attivi dove si evidenzia che le applicazioni per irrorazione sono state più efficaci e rapide dell’iniezione

Gabriele Verderamo

I claim salutistici per l'olio extra vergine d'oliva, tra presente e futuro

Ecco come è nato il claim salutistico sui polifenoli dell'olio extra vergine d'oliva, ma non è l'unica proposta arrivata all'Efsa. Cosa è possibile fare dunque nel futuro per sfruttare a pieno le potenzialità dei claim salutistici nel settore olivicolo oleario?

1

Maria Lisa Clodoveo

I contaminanti diventano marcatori di frodi nell'olio extra vergine d'oliva

La miscela di oli raffinati o deodorati ad alta temperatura con extra vergine d'oliva può lasciare delle tracce. I livelli di 2 e 3 MCPD, oltre che i glicidil esteri, possono essere marker di contraffazioni secondo uno studio dell'Università di Wageningen

R. T.

La mosca delle olive sempre più resistente ai piretroidi

L'utilizzo di fitofarmaci in maniera continuativa può stimolare l'induzione di fenomeni di resistenza e tolleranza. Una ricerca greca ha evidenziato che le popolazioni di Bactrocera oleae negli oliveti erano fino a 22 volte più resistenti dei ceppi sensibili

R. T.

Diagnosi precoce contro Xylella fastidiosa

Università del Salento e Cnr Nanotec di Lecce hanno ideato un prototipo basato su microsensori per la rilevazione del batterio che vive e si riproduce all'interno dei vasi xilematici degli olivi

C. S.

I limiti degli oliveti superintensivi con Arbequina svelati dalla ricerca

Due studi indipendenti, uno spagnolo e uno portoghese, evidenziano le criticità di una diffusione del modello superintensivo basato sull'Arbequina, cultivar che sarebbe autoincompatibile e che, in impianti ad alta densità, evidenzia problemi anche sulla qualità dell'olio per acidità e composizione in acidi grassi

R. T.

La qualità degli oli extra vergini di oliva fotografati da Aristoil

Territorialità, varietà e qualità salutistica sono un trittico per l'olio extra vergine di oliva di eccellenza. Così si spiegano alcuni interessanti dati, provvisori e preliminari, di un progetto di ricerca, formazione e informazione che vuole migliorare la produzione olearia del Mediterraneo

T N

L'olio extra vergine di oliva di eccellenza è un toccasana per l'intestino

I polifenoli dell'olio extra vergine di oliva possiedono proprietà antiossidanti e antinfiammatorie e si concentrano nel lume intestinale, dove possono aiutare a prevenire le malattie del secondo cervello del corpo umano

T N

Un goccio di olio extra vergine d'oliva per prevenire il rischio di trombo ematico

L'olio extra vergine d'oliva è un elisir di salute non solo per la presenza di fenoli, antiossidanti e regolatori di agenti trombotici. Lo stress ossidativo post prandiale per il nostro corpo, inoltre, aumenta con i grassi saturi ma diminuisce con quelli monoinsaturi, come l'acido oleico. Altri componenti attivi sono la quercetina e gli isocromani

L'erosione del suolo è una minaccia per l'olivicoltura

La perdita di suolo agricolo fertile, dovuta all'erosione, porta a bassi indici di infiltrazione superficiale e alti indici di deflusso negli strati profondi. L'acqua, bene primario per un'olivicoltura da reddito, scorre sul terreno e quel poco che infiltra viene rapidamente persa in profondità. L'inerbimento è l'unica soluzione

R. T.

Dai trattamenti estetici il rimedio contro i colpi di calore per l'olivo

Gli stress climatici sono il peggiore nemico dell'olivicoltura moderna. L'utilizzo di caolino e acido salicilico possono mitigare gli effetti di colpi di calore, aumentando la produttività e influenzando anche la qualità dell'olio, in ragione dell'annata

R. T.

Su Xylella è battaglia tra Commissione europea, Regione e Comuni

Bruxelles deferisce l'Italia alla Corte Ue per non aver effettuato gli abbattimenti degli olivi infetti, mentre molti sindaci pugliesi emettono ordinanze in contrasto con il decreto Martina e la Regione Puglia scende in campo

T N

Dal Registro Sian all'etichetta parlante, un progetto per l'olio extra vergine di oliva italiano

Con la dematerializzazione del fascicolo aziendale e del registro di carico e scarico dell'olio è pensabile andare oltre i controlli. Il Ministero delle politiche agricole pensa a un'applicazione, unita a tag Nfc sulle bottiglie

T N

Il patè d'olive, da sottoprodotto a un nuovo ingrediente alimentare per il consumo umano

Il paté essiccato ha un contenuto di grassi e proteine di circa 10%, e 50% di fibra alimentare e ha mostrato una buona stabilità anche nei confronti di possibili fenomeni fermentativi. Inoltre un grammo ha un contenuto fenolico uguale a quello di 200 grammi di olio extra vergine d'oliva

0

Lorenzo Cecchi, Nadia Mulinacci, Maria Bellumori, Marzia Innocenti, Lisa Giovannelli, Alessandra Mocali, Cristina Cipriani

Azoto, fosforo, potassio, la nutrizione fa la differenza sulla fioritura dell'olivo

Un eccesso d'azoto è dannoso mentre quello di fosforo dà comunque sempre risultati positivi. L'effetto della nutrizione è amplificato in una stagione caratterizzata da condizioni favorevoli di induzione fiorale

0

R. T.

| 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | >>

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

L'olio extra vergine di oliva non ha alcun valore

L'ultima fake news nel mondo dell'extra vergine d'oliva: le api fanno l'olio

Tocca a voi, a nessun altro

Crollo del prezzo dell'olio di oliva? Non succede ma se succede...

Evitare di filtrare l'olio extra vergine di oliva si può, ma a precise condizioni