Anno 15 | 27 Giugno 2017 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

STRETTAMENTE TECNICO > L'ARCA OLEARIA

L'intelligenza artificiale contro la mosca delle olive

Un progetto spagnolo, finanziato dal Ministero dell'Economia, dell'Industria e competitività, vuole sviluppare un modello predittivo per il controllo di Bactrocera oleae che possa prevedere l'attacco con quattro settimane di anticipo

T N

La sfida della difesa dalla mosca delle olive nel mondo biologico

Fare bio prima di tutto vuol dire approcciare i problemi di coltivazione con una mentalità che differisce drasticamente dalla medicalizzazione che ci ha portato la cultura della chimica, ossia “ho un problema, quale prodotto uso?” Come approcciare allora la difesa dalla mosca delle olive in agricoltura biologica?

0

Angelo Bo

L'artigianalità chiave del futuro dell'olivicoltura italiana

Durante il congresso Aifo l'impegno del governo, per bocca del Vice Ministro Oliviero, di poter arrivare a distinguere tra gli oli extra vergine a seconda delle caratteristiche organolettiche e proprietà salutistiche. Riconfermato alla presidenza Piero Gonnelli

Eliminare le tracce di fitofarmaci dall'olio di oliva tramite la luce ultravioletta

L'olivicoltura industriale richiede alti input, tra i quali trattamenti fitosanitari continui, con il concreto rischio di trovare residui nell'olio extra vergine di oliva. L'idea sperimentale, per ora, è eliminare le tracce di pesticidi tramite un trattamento

R. T.

L'innovazione vincente nel settore olivicolo: coltivazione tradizionale e estrazione con denocciolatura

Sono molte le scelte di fronte alle quali viene posto un imprenditore olivicolo-oleario. Qual è la migliore combinazione possibile tra tecniche colturali e sistemi di estrazione? L'approccio fuzzy multicriteria proposto dall'Università di Foggia tiene conto degli aspetti economici, ambientali e sociali

Il pericolo mosca delle olive è già in agguato: possibilità e scelte

 Il PAN sull'uso sostenibile dei prodotti fitosanitari ha imposto l'adozione dell'agricoltura integrata, e di fatto abolito i così detti trattamenti a calendario. Fatto il monitoraggio è questione di scelte e nel caso di forti attacchi, le possibilità sono varie, ad esempio il cambio di principio attivo, o il cambio di strategia

0

Angelo Bo

Filtrazione o decantazione naturale, cosa cambia per l'olio extra vergine di oliva?

La filtrazione con diaframmi di cellulosa porta a un maggior deterioramento ossidativo, mentre la decantazione naturale, già dopo sei mesi, dà luogo a modifiche del profilo organolettico. Vantaggi e svantaggi di due sistemi per “pulire” l'olio

R. T.

Irrigare l'olivo per sostenere l'accrescimento del frutto: come, quando e perchè

L’obiettivo principale è evitare stress idrici durante le fasi critiche di accrescimento dell'oliva. La scarsa disponibilità idrica agisce su processi differenti a seconda dell’epoca in cui si manifesta: in una fase precoce di sviluppo del frutto riduce le divisioni cellulari, mentre in una fase tardiva limita l’espansione delle cellule. In entrambi i casi si ha una perdita di produttività

0

Enrico Maria Lodolini

Agire in prevenzione contro mosca delle olive e colpi di calore

Preoccupazione, negli oliveti italiani, per l'estate in arrivo. Anche nelle olivete in asciutta è imperativo salvare il raccolto, dopo un'allegagione in parte deludente. Ecco le possibilità offerte dal mercato: biostimolanti, caolino, carbonato di calcio e rame

R. T.

La mosca delle olive transgenica mette a rischio l'olivicoltura biologica

Un comitato internazionale, comprendente ricercatori tedeschi, greci, portoghesi e spagnoli vuole dimostrare che l'introduzione della mosca geneticamente modificata della Oxitec costituirebbe un punto di non ritorno: impossibile la coltivazione biologica dell'olivo in tutto il Mediterraneo

R. T.

Unione europea e Nature bocciano l'Italia sul caso Xylella fastidiosa

Il report della Commissione europea è molto duro con l'Italia per i ritardi negli eradicamenti, mettendo in forse il via libera al reimpianto degli olivi nell'area infetta conb cultivar tolleranti. Dure accuse su sprechi e mala gestione del caso Xylella anche da parte di Nature

T N

E' già allarme per la prossima campagna olearia: fioritura delude le aspettative

Dopo la fioritura è tempo di primi bilanci per comprendere le potenzialità di produzione di olio d'oliva. Serpeggia preoccupazione in tutto il bacino del Mediterraneo. La siccità e le alte temperature stanno seriamente influenzando le prospettive di raccolta

0

T N

Fertilizzazioni fogliari a base di fosforo inutili per l'olivo

Il trattamento fogliare a base di fosforo, in presenza di tenore sufficiente dell'elemento minerale, non influenza la vigoria né la fioritura. La concimazione fosfatica non aumenta nemmeno la concentrazione nelle foglie

R. T.

Anticipo della fioritura e siccità mettono a rischio la coltivazione dell'olivo nel Mediterraneo

L'irrigazione diventerà pratica indispensabile per l'olivicoltura nelle regioni più a sud già a partire dal 2050, quando la fioritura potrebbe essere anticipata fino a 15 giorni rispetto al 1950. Areale di coltivazione si spinge sempre più a nord

R. T.

Cresce la domanda di olio di oliva, stabile la produzione

Il trend globale vede una domanda di olio di oliva superiore all'offerta nell'ultimo quinquennio, con una produzione sostanzialmente stabile dai primi anni 2000, nonostante l'aumento delle superfici olivetate. Il sistema rischia il crack?

C. S.

L'impollinazione artificiale dell'olivo, un'opportunità per le annate di scarica

Le temperature superiori ai 22-25°C. molto frequenti in questi ultimi anni durante la fioritura, tendono a ridurre la percentuale di allegagione. Occorre quindi considerare anche soluzioni tecnologiche per ridurre l'alternanza di produzione e aumentare la produttività e redditività degli oliveti

0

Claudio Cantini

Oltre lo storytelling, ecco perchè comprare oli extra vergini di oliva monovarietali

Un confronto scientifico tra gli oli presenti a scaffale, compresi quelli della categoria premium, e alcuni monovarietali marchigiani ha permesso di scoprire la ricchezza che si cela dietro all'origine. Lo studio ha mostrato che ciascuna tipologia di monovarietale ha nella media una qualità superiore rispetto agli oli della Grande Distribuzione

0

Dennis Fiorini

Un oliveto è un progetto tecnico e tecnologico per proiettarsi nel futuro

Costituire un oliveto significa considerare Leaf Area Index, il rapporto D/M e l'areazione tra di versi palchi fogliari. Progettare un oliveto significa un occhio alla gestione e ai costi e uno anche all'ambiente, garantendo biodiversità e aumentando l'indice di qualità ambientale. Il progetto Olivoil di Stefano ed Andrea Gaudenzi

0

Andrea Sisti

| 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | >>

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

Il Mastro Oleario, un treno da non perdere assolutamente

Il superintensivo spagnolo conviene davvero agli olivicoltori italiani?

Prepariamoci a un gran cambiamento per i consumi di olio extra vergine di oliva al ristorante

La rovina dell'olio extra vergine d'oliva italiano

Quando il valore aggiunto non è l'olio extra vergine d'oliva