Anno 15 | 27 Giugno 2017 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

PENSIERI E PAROLE

Il potere di immaginare il futuro dell'olio di oliva italiano

La lunga notte della recessione è finita e tornano i segni di una vitalità mai sopita. L’olio estratto dalle olive è associato alla nascita dei liberi comuni, quindi l’olio d’oliva trae la sua affermazione sui mercati e nei consumi in un passaggio epocale che va dalla prospettiva della rivoluzione industriale alla nascita di una nuova forma di governo, la democrazia. Il pensiero di Giampaolo Sodano

0

Giampaolo Sodano

L'Italia olivicola non è più sul podio della produzione mondiale

In sei anni un tracollo (-31%) dell'olio d'oliva Made in Italy, mentre Marocco e Turchia sono cresciute rispettivamente del 44 e del 27 per cento. Meglio di noi anche Spagna e Grecia. Servono 150 milioni di nuove piante in produzione e 25 mila addetti, nei prossimi dieci anni

C. S.

| 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | >>

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

Il Mastro Oleario, un treno da non perdere assolutamente

Il superintensivo spagnolo conviene davvero agli olivicoltori italiani?

Prepariamoci a un gran cambiamento per i consumi di olio extra vergine di oliva al ristorante

La rovina dell'olio extra vergine d'oliva italiano

Quando il valore aggiunto non è l'olio extra vergine d'oliva