Anno 16 | 20 Agosto 2018 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

PENSIERI E PAROLE

Storytelling? No, meglio raccontar storie

Lo storytelling in campo agricolo e agroalimentare è ormai ridotto a un copia-incolla, a mera cartolina sempre uguale a se stessa. Servirebbe più una traduzione che una narrazione.Chiediamoci per un attimo cosa si aspetta di trovare un consumatore davanti ad una storia di cibo. Le riflessioni di Elisabetta De Blasi

1

Elisabetta De Blasi

Più spazio sugli scaffali all'olio extra vergine di oliva italiano, un segnale positivo

Negli ultimi dieci anni, lo spazio dedicato all’olio extra vergine sia esattamente raddoppiato passando dal 13,3% al 26,6%. In crescita anche l’attenzione per DOP e IGP che salgono dal 10,6% al 12,9%

C. S.

Sui fitofarmaci lo scontro tra Italia e agrotecnici si sposta a Bruxelles

Il Piano di azione nazionale sui fitofarmaci mortifica le professioni, ma il Consiglio di Stato non boccia la normativa nonostante affermi che “la competenza relativa all’uso dei prodotti fitosanitari” rientra nella professionalità degli agrotecnici, ma senza trarne le conseguenze logiche

C. S.

Dazi sull'agroalimentare, da Trump solo promesse da marinaio

Nonostante il bilaterale tra Unione europea e Stati Uniti di fine luglio la linea dura continua. Il provvedimento relativo alla conferma dei dazi sulle importazioni di olive da tavola spagnole è già stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (Federal Register) degli Stati Uniti

C. S.

Quest’estate coltiviamo Bellezza

Nell'epoca della post verità, delle fake news e dei troll ci può essere una luce che ci può indicare la via d'uscita da tempi bui: la Bellezza. E' arrivato il momento giusto per iniziare a coltivarla la Bellezza, proprio ora accanto ai nostri ulivi, perché è una delle poche cose che, insieme a un Buon Olio, ci salverà. L'augurio di buona estate di Ylenia Granitto

4

Ylenia Granitto

Avventati, pazzi e disperati, così nasce Save the Olives contro Xylella

Un progetto culturale per far inascere un territorio che muore: ragione che duella con il complottismo, ricerca che sfida il negazionismo, comunicazione che mette al muro il silenzio

T N

Troppi hobbisti nei panel dei concorsi oleari

Un buon numero di giurati non è all’altezza del compito che gli viene assegnato: giudicare e confrontare oli internazionali in gran numero e poco tempo. Anche i più esperti sono portati al limite delle possibilità, immaginiamo come possa giudicare chi lo fa principalmente per passione. La domanda è: come si ripercuote questo sui risultati finali? La risposta a Duccio Morozzo della Rocca

1

Duccio Morozzo della Rocca

Pensioni più basse per agronomi, chimici, attuari e geologi

Nel prossimo futuro il contributo integrativo potrà passare dal 2 al 4% per aumentare il montante degli iscritti. Intanto, però, i nuovi coefficienti di trasformazione, riferiti al triennio 2019 – 2021, sono inferiori rispetto a quelli del triennio precedente e, perciò, daranno origine a pensioni più basse

1

Roberto Accossu

Troppe sfide per l'olivicoltura italiana

Il futuro dell'olivicoltura italiana sempre più incerto tra Ceta, OMS, Xylella, produzione, trasparenza, dumping interno. Per il Presidente di Unasco, Luigi Canino, “i beni preziosi come l’extravergine italiano vanno valorizzati, non svenduti”

C. S.

Fuoco di sbarramento di Coldiretti contro l'olio d'oliva tunisino

Il 91% degli italiani consuma olio extravergine di oliva con la maggioranza assoluta che considera determinante l’origine italiana delle olive anche se rimane il rischio evidente che olio straniero venga “spacciato” come italiano

C. S.

Le mille olivicolture italiane, possibile iscriverle nei sistemi del patrimonio agricolo di rilevanza mondiale?

Rocco Gaudioso ci chiede aiuto per "mettere in lista altri due territori" dopo gli olivi di Spoleto e Assisi. La motrice per avviare il progetto deve venire dal territorio, dall'intera società che deve essere consapevolmente partecipe, e non solo spettatrice, del percorso

T N

Troppe fake news sull'olio d'oliva conforndono il consumatore

I consumatori di casa nostra mostrano una scarsa conoscenza dell’olio extravergine. Poi dazi e semafori non aiutano il diffondersi di una corretta cultura olearia

C. S.

Vogliamo Roger Waters come presidente degli olivicoltori italiani

La risposta ce l’ha data lui, Roger Waters, a 74 anni. “Se non prendete posizione…, se non scegliete di opporvi…, di fare politica…, di partecipare…, i Pigs distruggeranno il pianeta”, per noi, il mondo dell’olio... Riflettiamoci prima che sia troppo tardi e magari viene anche meglio l'olio, come ci suggerisce Maurizio Pescari

1

Maurizio Pescari

Olio Italico, la conferma: Federolio e Unaprol ne hanno parlato

Ora è la volta di Federolio contrattaccare, prendendosela con Deoleo e Assitol: cosa c'è di diverso tra l'Italico e il progetto di Confagricoltura-Carapelli di mettere più olio nazionale nelle miscele? La polemica si inasprisce

C. S.

Vendemmia dal 1 agosto: un'eccessiva limitazione

Il Testo Unico del Vino stabilisce che la vendemmia si possa svolgere solo dal 1 agosto al 31 dicembre di ogni anno. Una limitazione che, in considerazione dell’ormai frequente variabilità climatica e per le particolari condizioni locali, rischia di compromettere il regolare processo produttivo oltre ad essere un elemento burocratico aggiuntivo

C. S.

Chi produce olio extra vergine d'oliva è il peggior nemico dei grassi “cattivi”

La levata di scudi nazionale contro la decisione Oms di tassare i cibi della dieta mediterranea, poi smentita, "al di là delle psicosi estemporanee di queste ore e delle stramberie proposte da qualche gruppo di pseudoesperti, può essere per l’olio extravergine di oliva italiano, una buona notizia." afferma il Presidente di Unasco, Luigi Canino

C. S.

L'oliveto toscano annaspa: calo produttivo del 20%

Annata non facile per colpa del freddo intenso di febbraio/marzo. Per ora attacchi di mosca delle olive sotto controllo ma "ormai sono quasi tre anni consecutivi che le nostre aziende non fanno un raccolto pieno” spiega il presidente Assoprol, Ritano Baragli

C. S.

Nuova follia Organizzazione mondiale della sanità: dieta mediterranea uccide come il fumo

Il 27 settembre a New York saranno decise nuove pesanti tasse su alimenti simbolo del Made in Italy tra cui l'olio extra vergine d'oliva. Secondo l'agenzia dell'Onu bisognerebbe prevedere l’inserimento di avvisi di pericolo sulle confezioni di molti prodotti alimentari, simili a quelli usati per le sigarette, per scoraggiarne il consumo

C. S.

| 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | >>

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

L'ultima fake news nel mondo dell'extra vergine d'oliva: le api fanno l'olio

Evitare di filtrare l'olio extra vergine di oliva si può, ma a precise condizioni

Gli olivi devono produrre a costi accettabili: analisi di quelli fissi e variabili

Il tappo antirabbocco per l'olio extra vergine d'oliva va vietato: è pericoloso!

Quest’estate coltiviamo Bellezza