Anno 16 | 19 Giugno 2018 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

PENSIERI E PAROLE

Il promoter perfetto per l'olio extra vergine di oliva buono

Troppo spesso i negozianti si limitano a mettere a scaffale l'olio, anche quello di qualità, aspettando che si venda da solo. E' quanto accade, ed è sempre accaduto, per l'extra vergine: infatti vende quello che costa meno. Per cambiare la storia occorre chei produttori imparino a fare formazione, consiglia Maurizio Pescari

1

Maurizio Pescari

L'olivicoltura italiana in altalena: addio all'olio extra vergine Made in Italy?

Produzioni mostruosamente oscillanti, listini e quotazioni impazzite, Xylella e clima impazzito. Mancano le certezze per le imprese olivicole-olearie e i giovani stanno alla larga dal settore. Tutto questo mentre i mercati si aprono all'olio extra vergine

T N

Rafforzare gli usi alternativi per la sansa

La sansa è uno "scarto" che, nell'ottica dell'economia circolare, può essere valorizzato dall'estrazione dell'olio e dall'utilizzo della biomassa disoleata a fini bioenegetici per dare "nuovo slancio al filone della sostenibilità e dell'energia verde"

C. S.

La querelle Taggiasca torna a scaldare gli animi in Liguria

Dopo la presa di posizione della Coldiretti e una lettera aperta della Cia di Imperia a rispondere è l'Associazione per la Taggiasca del Ponente Ligure: tracciabilità cartacea, registro Sian e DNA controllato sono un mix vincente. Sì a una Dop, ma no alla sostituzione del nome della varietà

C. S.

I numeri non mentono, il panel test funziona

La presunta soggettività del metodo cozza con i risultati dei ring test organizzati dal Coi: su 79 panel mondiali partecipanti ben 74 ossia il 94% ha mostrato un grado di concordanza nei risultati conseguendo il relativo riconoscimento. C'è ancora chi non crede nel panel test? Si domanda il capo panel Matteo Storelli

0

Matteo Storelli

Scienziati e olivicoltori uniti contro Xylella per l’olio extravergine di oliva italiano di qualità

Nel corso di un meeting internazionale presso l'Università di Firenze, Valerio Cappio ha ribadito l'estrema urgenza di trovare risposte contro Xylella, perchè i "santoni" vanno combattuti con la ricerca vera

C. S.

Coldiretti fa ricorso contro la bocciatura della Dop Taggiasca

Ricorso al Tar, da parte di Coldiretti e non dell'intero Comitato promotore, per la bocciatura della denominazione di origine Taggiasca. Sostegno da parte delle associazioni dei consumatori liguri

T N

La fine e il principio dell'olivicoltura italiana. Ottimisti o pessimisti?

L'Italia soffre una scarsa programmazione, una certa disorganizzazione e una cronica mancanza di risorse. Affidarci ciecamente al modello spagnolo, perchè oggi ci appare vincente, è però un segno di resa: inaccettabile. Questo il commento di Piero Gonnelli, Presidente Aifo

0

Piero Gonnelli

L'agricoltura è una cosa seria, la filiera corta può valorizzarla

Con Agricercando l'associazione Konsumer si è posta come obiettivo la valorizzazione dell’agricoltura di prossimità, la filiera corta, i mercati e la lotta allo spreco alimentare. Esplorato tutto il Lazio

C. S.

Il futuro dell'olio d'oliva italiano è un mare inesplorato

Il mare, tradizionale via di commercio e scambio culturale, porta aria di novità che, solo apparentemente, contrastano con la quieta staticità dell'olivo. Dalle contaminazioni culturali, che appartengono anche alla nostra storia, può venirci la forze per imprimere un'accelerazione al nostro presente. Le riflessioni di Augusto Sartori, Presidente Ascom Santa Margherita Ligure e Portofino

0

Augusto Sartori

L'olio extra vergine di oliva italiano si merita una pubblicità migliore

Dubbi e perplessità di Unasco sulle campagne pubblicitarie istituzionali del Ministero delle politiche agricole sull'olio nazionale. “Accesso civico per verificare le campagne del Ministero. Tradite le aspettative del Piano Nazionale Olivicolo” afferma Luigi Canino

C. S.

Crollo del prezzo dell'olio di oliva? Non succede ma se succede...

Lo scenario per la prossima campagna, a causa delle gelate, sembra escludere la possibilità di crolli delle quotaqzioni che non sarebbero frutto di patti tra gentiluomini ma tra delinquenti. E poi "per quanto l’olivicoltura italiana resti un mondo frammentato, sui grandi temi e le grandi battaglie tutta la filiera ha dimostrato di saper far squadra, superando bandiere e divisioni". Ottimismo e prospettiva nelle parole del presidente del Cno, Gennaro Sicolo

3

Gennaro Sicolo

Nei linguaggi dell'extra vergine vincono i bisogni

Sbagliamo quando crediamo che l'olio extra vergine d'oliva soddisfi solo un bisogno elementare come il nutrirsi. Sbagliamo se pensiamo che per comunicare le caratteristiche e le proprietà del succo d'oliva bastino pochi elementi. Occorre un approccio antropologico

0

Alberto Grimelli

L'Associazione dei frantoiani oleari aderisce al Consorzio nazionale olivicoltori

L’ingresso di Aifo nel Cno rafforza una realtà che vanta su tutto il territorio nazionale 30 organizzazioni di produttori con 140.000 olivicoltori aderenti che gestiscono complessivamente circa 180.000 ettari di oliveti

C. S.

| 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | >>

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

L'olio extra vergine di oliva non ha alcun valore

L'ultima fake news nel mondo dell'extra vergine d'oliva: le api fanno l'olio

Tocca a voi, a nessun altro

Crollo del prezzo dell'olio di oliva? Non succede ma se succede...

Evitare di filtrare l'olio extra vergine di oliva si può, ma a precise condizioni