Mondo 09/01/2024

Vale quasi 500 milioni l’export delle olive da tavola in Andalusia

Vale quasi 500 milioni l’export delle olive da tavola in Andalusia

La provincia responsabile del nuovo record dell’export di olive dell'Andalusia è Siviglia, in aumento del 3,2% su base annua. La seconda provincia esportatrice è Cordoba e la terza è Malaga


L'Andalusia batte i record di vendita e consolida la sua posizione di leader nelle esportazioni di olive da tavola in Spagna nel periodo gennaio-ottobre 2023, grazie a un fatturato di 470 milioni di euro, trainato da una crescita dell'1,5% su base annua.

Secondo i rapporti di Andalucía TRADE, i dati rivelano che, nonostante la siccità che ha colpito tutta la Spagna, e in particolare la comunità andalusa, il settore ha resistito a una situazione critica, tanto da riuscire a mantenere la leadership nelle esportazioni di olive da tavola.

La provincia responsabile del nuovo record dell'Andalusia è Siviglia, poiché tra gennaio e ottobre 2023 ha rappresentato il 74% delle esportazioni totali di olive dell'Andalusia con 348 milioni di euro.

La provincia di Siviglia rimane il leader indiscusso del settore, con il 74% delle vendite andaluse e cinque euro su dieci venduti in Spagna (50% e 692 milioni), il che rappresenta un aumento del 3,2%. La seconda provincia esportatrice è Cordoba, con un fatturato di 92 milioni di euro, il 19,5% del totale, nonostante abbia registrato un calo del 6,1%. Segue al terzo posto Malaga, con 19,9 milioni di euro, il 4,2%, e un aumento del 2,3%.

La quarta provincia esportatrice di olive da tavola in questo periodo è Huelva, con 3,9 milioni (0,8%) e un calo del 4,4%, seguita da Cadice, che ha registrato il miglior incremento, con vendite più che triplicate in questo periodo, grazie a un aumento del 273%, per un totale di 3,1 milioni. Almeria è la seconda provincia esportatrice, con 2,4 milioni, lo 0,5% del totale.

di C. S.