L'arca olearia06/07/2018

Capi panel e assaggiatori, aggiornarsi per crescere

Capi panel e assaggiatori, aggiornarsi per crescere

Più di cinquanta professionisti a discutere e confrontarsi sull’attualità dell’olivicoltura nazionale e locale al centro del seminario di aggiornamento per Capi Panel ed esperti assaggiatori assaggiatori presso il Centro Studi dell’Ente Parco Nazionale del Circeo

di Luigi Centauri
L'arca olearia29/06/2018

Campi elettrici pulsati e termocondizionamento delle paste: più qualità in frantoio

Campi elettrici pulsati e termocondizionamento delle paste: più qualità in frantoio

L'utilizzo di queste nuove tecnologie ha determinato un aumento complessivo della concentrazione fenolica, quindi un effetto positivo sulla qualità del prodotto e sulla sua stabilità nel tempo. Per quanto riguarda la composizione volatile registrati un aumento delle aldeidi nel caso del trattamento a freddo delle paste frante ed un aumento del contenuto in esteri per quanto riguarda le prove con campo elettrico pulsato

di T N
L'arca olearia29/06/2018

Se i caporalmaggiori fanno il prezzo dell'olio extra vergine d'oliva

Se i caporalmaggiori fanno il prezzo dell'olio extra vergine d'oliva

Idee e soluzioni dal basso, per ricreare un nuovo modello olivicolo che possa permettere anche alle giovani generazioni di coltivare l'olivo. La prima proposta giunge dalla Sardegna, con un marchio collettivo, la DopE

di Mario Tirotto

L'arca olearia27/06/2018

Allarme per due funghi patogeni che colpiscono gli olivi

In Veneto attacchi consistenti di phytophthora e phoma, dopo la gelata di febbraio. Nel Veneto potrebbe essere intaccato il 20% del patrimonio olivicolo, con le situazioni più drammatiche nel trevigiano dove colpiti sono il 70-80% degli olivi

di C. S.
L'arca olearia27/06/2018

Il telerilevamento aereo contro Xylella fastidiosa

Un significativo contributo allo studio della grave fitopatologia arriva da analisi iper-spettrali e acquisizioni da sensori termici consentono un’efficace identificazione preventiva del disseccamento rapido degli olivi

di C. S.
L'arca olearia22/06/2018

L'acido oleico dell'olio d'oliva, molto più di un semplice acido grasso

L'acido oleico dell'olio d'oliva, molto più di un semplice acido grasso

L’acido oleico dei trigliceridi dell’olio di oliva non è un supporto inerte ai componenti insaponificabili ma contribuisce ad una maggior fluidità delle membrane cellulari con importanti effetti nutraceutici


L'arca olearia22/06/2018

Dall'allegagione alla qualità dell'olio, il gran caldo mette in ginocchio l'olivicoltura

Dall'allegagione alla qualità dell'olio, il gran caldo mette in ginocchio l'olivicoltura

Se la temperatura salisse di quattro gradi nel bacino del Mediterraneo assisteremmo a un anticipo della fioritura, ad aumenti degli aborti del pistillo e a una minore allegagione. Anche la qualità dell'olio sarebbe pesantemente influenzata, con una diminuzione dell'acido oleico a favore di acido palmitico, linoleico e acidi linolenici

di R. T.
L'arca olearia22/06/2018

Inconsuete presenze negli oliveti del sud Italia

Inconsuete presenze negli oliveti del sud Italia

I grilli nell'oveto rappresentano la consuetudine ma ve ne sono alcuni che sono una rarità, come Hysteropterum grylloides. Oggetto di interessanti studi faunistici e di bioacustica, l'occasionale presenza dell’esiguo numero di adulti su olivo e su altre piante arboree non riveste interesse applicativo

di Santi Longo
L'arca olearia15/06/2018

Evitare di filtrare l'olio extra vergine di oliva si può, ma a precise condizioni

Evitare di filtrare l'olio extra vergine di oliva si può, ma a precise condizioni

La torbidità, come sinonimo di genuinità per il consumatore, è il tallone d'Achille del settore oleario, obbligato a garantire lunghe shelf life del prodotto. La filtrazione è divenuta così pratica indispensabile, ma forse evitabile. Ne parliamo con il Prof. Maurizio Servili dell'Università di Perugia

di Alberto Grimelli

L'arca olearia15/06/2018

Spiegare la diversità dei sentori degli oli monovarietali grazie alla chimica

Spiegare la diversità dei sentori degli oli monovarietali grazie alla chimica

Capire e studiare il diverso profilo aromatico degli extra vergini di oliva è complesso perchè i sentori derivano da una composizione volatile e da una caratterizzazione fenolica molto variegata. Ma anche la quantità dei singoli componenti può fare la differenza

di R. T.
L'arca olearia15/06/2018

La mosca delle olive non farà paura in Toscana quest'anno

La mosca delle olive non farà paura in Toscana quest'anno

Le prime indicazioni sull’andamento meteo dell’inverno e la previsione dei suoi effetti sulla prima generazione estiva della mosca indicano che sarà un'annata senza grandi timori di attacchi di Bactrocera oleae

di Luca Socci
L'arca olearia08/06/2018

Trattamenti contro la sputacchina, il contrasto a Xylella passa da qui

Trattamenti contro la sputacchina, il contrasto a Xylella passa da qui

Spinosad e olio essenziale di arancio dolce favoriscono una buona mortalità di Philaenus spumarius ma hanno scarsa persistenza. Un confronto scientifico tra principi attivi dove si evidenzia che le applicazioni per irrorazione sono state più efficaci e rapide dell’iniezione

di Gabriele Verderamo

L'arca olearia01/06/2018

I claim salutistici per l'olio extra vergine d'oliva, tra presente e futuro

I claim salutistici per l'olio extra vergine d'oliva, tra presente e futuro

Ecco come è nato il claim salutistico sui polifenoli dell'olio extra vergine d'oliva, ma non è l'unica proposta arrivata all'Efsa. Cosa è possibile fare dunque nel futuro per sfruttare a pieno le potenzialità dei claim salutistici nel settore olivicolo oleario?

di Maria Lisa Clodoveo
L'arca olearia01/06/2018

I contaminanti diventano marcatori di frodi nell'olio extra vergine d'oliva

I contaminanti diventano marcatori di frodi nell'olio extra vergine d'oliva

La miscela di oli raffinati o deodorati ad alta temperatura con extra vergine d'oliva può lasciare delle tracce. I livelli di 2 e 3 MCPD, oltre che i glicidil esteri, possono essere marker di contraffazioni secondo uno studio dell'Università di Wageningen

di R. T.
L'arca olearia01/06/2018

La mosca delle olive sempre più resistente ai piretroidi

La mosca delle olive sempre più resistente ai piretroidi

L'utilizzo di fitofarmaci in maniera continuativa può stimolare l'induzione di fenomeni di resistenza e tolleranza. Una ricerca greca ha evidenziato che le popolazioni di Bactrocera oleae negli oliveti erano fino a 22 volte più resistenti dei ceppi sensibili

di R. T.

L'arca olearia31/05/2018

Diagnosi precoce contro Xylella fastidiosa

Università del Salento e Cnr Nanotec di Lecce hanno ideato un prototipo basato su microsensori per la rilevazione del batterio che vive e si riproduce all'interno dei vasi xilematici degli olivi

di C. S.
L'arca olearia25/05/2018

I limiti degli oliveti superintensivi con Arbequina svelati dalla ricerca

I limiti degli oliveti superintensivi con Arbequina svelati dalla ricerca

Due studi indipendenti, uno spagnolo e uno portoghese, evidenziano le criticità di una diffusione del modello superintensivo basato sull'Arbequina, cultivar che sarebbe autoincompatibile e che, in impianti ad alta densità, evidenzia problemi anche sulla qualità dell'olio per acidità e composizione in acidi grassi

di R. T.
L'arca olearia25/05/2018

La qualità degli oli extra vergini di oliva fotografati da Aristoil

La qualità degli oli extra vergini di oliva fotografati da Aristoil

Territorialità, varietà e qualità salutistica sono un trittico per l'olio extra vergine di oliva di eccellenza. Così si spiegano alcuni interessanti dati, provvisori e preliminari, di un progetto di ricerca, formazione e informazione che vuole migliorare la produzione olearia del Mediterraneo

di T N