A regola d'arte 17/04/2020

L’Asparago Verde d’Altedo IGP arriva nelle tavole degli italiani.

L’Asparago Verde d’Altedo IGP arriva nelle tavole degli italiani.

Il protagonista della primavera italiana è sicuramente l’Asparago Verde d’Altedo IGP, disponibile nel periodo che va da aprile a giugno. Si consuma lessato, con l’aggiunta di olio e sale, gratinato oppure come ingrediente per la preparazione di minestre, zuppe, risotti, frittate


É iniziato a gennaio il terzo e ultimo anno della campagna triennale di comunicazione e promozione della frutta e verdura DOP e IGP finanziata dall’Unione Europea. La campagna “L’Europa firma i prodotti dei suoi territori” è vicina agli italiani e in questo momento più che mai si sta impegnando per promuovere l’Asparago Verde d’Altedo IGP, la Ciliegia di Vignola IGP, la Pesca e la Nettarina di Romagna IGP, l’Insalata di Lusia IGP, la Pera dell’Emilia Romagna IGP, il Radicchio Rosso di Treviso IGP e Variegato di Castelfranco IGP e il Radicchio di Chioggia IGP, prodotti DOP e IGP che incoraggiano le economie locali, prodotti salutari, che fanno bene all’organismo e aiutano a mantenere un sistema immunitario forte.

In quest’anno così particolare stiamo riscoprendo i piccoli gesti dati per scontato per tanto tempo, tra i quali la cucina, la gioia di condividere la tavola con la propria famiglia, i sapori unici dei piatti della nostra tradizione e la soddisfazione di provare nuove ricette. Per questo e per essere ancora più vicini ai consumatori la campagna proporrà, mese dopo mese, qualche semplice e salutare ricetta da fare soli o in compagnia dei più piccoli con i prodotti di frutta e verdura DOP e IGP.

Il protagonista della primavera italiana è sicuramente l’Asparago Verde d’Altedo IGP, disponibile nel periodo che va da aprile a giugno. Si presenta con turioni ben formati e dall’apice ben serrato, talvolta lievemente incurvato. L’aspetto è fresco, sano, pulito e privo di odori o sapori estranei. Al gusto è tenero, delicato e privo di fibrosità. Ha ottenuto la certificazione IGP nel 2003.

L’Asparago Verde di Altedo IGP è un alimento facilmente deperibile e per questo deve essere conservato a basse temperature e comunque consumato in un breve arco di tempo dopo l’acquisto. E’ un ortaggio che gode di ottima reputazione in tutti i mercati ortofrutticoli e viene tradizionalmente utilizzato in preparazioni gastronomiche locali e regionali. Si consuma lessato, con l’aggiunta di olio e sale, gratinato oppure come ingrediente per la preparazione di minestre, zuppe, risotti, frittate. In Italia le attività di promozione organizzate nel quadro della campagna europea inizieranno a maggio sull’Asparago Verde di Altedo IGP nei punti vendita della catena Coop Italia, per offrire la possibilità ai consumatori italiani di scoprire tutti i benefici di questo gustoso ortaggio.

Trovate di seguito due ricette da provare a casa.

CREMA DI ASPARAGI DI ALTEDO IGP CON PANCETTA CROCCANTE

Ingredienti

·       1 kg di Asparagi Verdi d’Altedo

·       8 fette di pancetta

·       2 scalogni

·       3 cucchiai di farina bianca

·       1 noce di burro

·       8 dl brodo di verdura

·       Zucchero

·       Sale

·       Pepe

Procedimento

Tagliare le punte degli asparagi a una lunghezza di circa 4 cm e cuocere al vapore per circa 5/6 minuti. In una pentola scaldare il burro, rosolarvi per circa 5 minuti gli scalogni tritati, i gambi degli asparagi e lo zucchero. Aggiungere la farina e continuare la cottura per circa 2 minuti. Unire il brodo, portare a bollore, abbassare il fuoco, coprire e lasciar sobbollire per circa 15 minuti, quindi frullare e passare al colino. A parte, dorare lentamente a fuoco medio la pancetta e asciugarla sulla carta da cucina. Impiattare la crema e guarnirla con la pancetta croccante e le punte di asparagi.

INSALATA DI ASPARAGI D’ALTEDO IGP AL BICCHIERE

Ingredienti 

·       250 gr di pane di segale tritato grossolanamente

·       200 gr di fiocchi di latte al naturale

·       Ravanelli a fettine

·       200 gr di Asparagi d’Altedo IGP

·       40 gr germogli di crescione

·       1 limone

·       4 cucchiai di olio extravergine d'oliva

·       sale

·       pepe

Procedimento 

Tostare il pane di segale in una padella antiaderente a fuoco vivo per circa 4 minuti, quindi lasciar raffreddare. Disporre nel bicchiere, unire i fiocchi di latte, aggiungere i ravanelli, i germogli di crescione e gli asparagi privati della parte legnosa e tagliati a strisce sottili. Preparare una citronette mescolando bene il succo di limone, l’olio, il sale e il pepe. Distribuire quindi la salsa sull'insalata.

di C. S.