A regola d'arte 19/12/2018

Bevande del Natale, come stupire gli amici con ricette semplici e gustose

Bevande del Natale, come stupire gli amici con ricette semplici e gustose

Ovviamente non può mancare il grog, il vin brulè e il sidro di mele caldo ma si può osare con uno zabaione al passito o un puch alla livornese, passando da un irish coffee o un caffè alla cubana. Ricette semplici, anche se alcune decisamente caloriche


E' tempo di Feste natalizie e, con un inverno freddo, si può giocare con bevande calde e corroboranti, ma anche semplici da preparare.

Si tratta di bevande nate per suggellare l'amicizia, i momenti più giocosi, in famiglia e con gli amici, magari dopo una passeggiata sulla neve.

Ecco alcune indicazioni.

Partiamo dal classico vin brulè che si prepara a partire da quattro bicchieri di buon vino rosso, cannella e chiodi di garofano a piacere, alcune scorze di limone e arancio. Per otterene la bevanda scaldate in un pentolino il vino senza farlo bollire; aggiungete la cannella, i chiodi di garofano, le scorze di limone e di arancio. Versate nelle tazze o nella grolla e bevete caldo in compagnia.

Un altro grande classico è il Grog, conosciuto come il drink dei pirati, questo mix di acqua e rum si beve soprattutto caldo. Le sue varianti sono moltissime e vanno dal succo di limone a quello di lime, dall’aggiunta di dolcificanti a quella di spezie come zucchero e cannella.

Si può scegliere anche un sidro caldo di mele. Una bevanda tipica invernale da bere calda, a cui si possono aggiungere varie spezie per renderla ancora più saporita e gustosa. Con il sidro si sposano bene: la cannella, i chiodi di garofano e lo zenzero.

Per chi vuole avventurarsi in ricette più fantasiose, anche se con un tocco di tradizione, possiamo consigliare lo zabaione al passito. Uova, zucchero e un buon passito. Queste sono i tre ingredienti. Per preparalo servono pochi minuti. Al vino passito aggiungete lo zucchero e scaldate il tutto. Lo zucchero si scioglierà e allora sarà pronto per incorporare il tuorlo d'uovo. A questo punto è questione di mano, perchè il composto va sbattuto in continuazione con una frusta, inglobando ancora dello zucchero se serve. Raggiunta la giusta consistenza, è pronto per essere servito.

Se volete qualcosa di forte e digestivo, allora il punch alla livornese è quello che fa per voi. Questo drink di Natale prevede la sostituzione di acqua bollente o tè con del caffè nero concentrato. Anziché il rum delle Antille veniva utilizzato un rum di produzione locale, chiamato “rumme”, a base di alcol, zucchero e caramello di colore scuro, a volte aromatizzato con un’essenza al rum. Dosate a occhio lo zucchero, la scorza di limone e il rum, magari aggiungendo anche un cucchiaino di un superalcolico più aromatico, come il cognac.  Portate ad ebollizione. Versate il tutto in un bicchiere con del caffè ristretto. Va bevuto bollente.

Per chi ama preparazioni più esotiche non c'è che l'imbarazzo della scelta.

Se avete qualche minuto e siete provetti barman, potete cimentarvi con un Irish coffee, che arriva direttamente dall’Irlanda. Si tratta di un drink a base di caffè caldo zuccherato, con l’aggiunta di un bicchierino di whisky e panna semi-montata. Per realizzarla nel modo corretto, si deve agitare la panna liquida nello shaker ghiacciato per qualche minuto.

Altrimenti, come caffè rinformzato, proponete un caffè alla cubana. Servono due tazze di caffè, una stecca di cannella, un bicchierino di rum e un po' di zucchero di canna. Fate bollire il caffè con la stecca di cannella per 5 minuti, eliminate la bacca e sciogliete a fiamma spenta lo zucchero, poi incorporate il rum e mescolate bene. Servite bollente.

 

 

di T N