Turismo 29/10/2021

Oltre 10 mila persone a camminare tra gli olivi

Oltre 10 mila persone a camminare tra gli olivi

Tanti gli itinerari alla scoperta dei paesaggi legati alla storia ed alla cultura millenaria dell’oro verde. Andria, Pove del Grappa e Castiglion Fiorentino le città che hanno registrato la più ampia partecipazione


Oltre 10.000 partecipanti alla V edizione della Camminata tra gli olivi, l’evento promosso dall’Associazione nazionale Città dell’Olio e realizzato con il patrocinio del Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali e del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Domenica 24 ottobre in 142 città d’Italia in tantissimi hanno partecipato ai percorsi di trekking per accendere i riflettori sul tema del recupero degli uliveti abbandonati non solo finalizzato alla produzione di olio extravergine ma anche allo sviluppo del turismo dell’olio.  Andria (BT), Pove del Grappa (VI) e Castiglion Fiorentino (AR) sono le città che hanno registrato la più ampia partecipazione, anche oltre le 1000 presenze.

“La Camminata tra gli olivi 2021 è andata oltre ogni nostra previsione – commenta Michele Sonnessa, Presidente delle Città dell’Olio – l’adesione entusiastica delle Città dell’Olio a questa iniziativa segna un significativo passo in avanti nel percorso che stiamo costruendo per dare valore al nostro paesaggio olivicolo. Non c’è più tempo da perdere dobbiamo investire con determinazione e visione sull’imprenditoria giovanile legata alla terra e sull’agricoltura sociale perché dal recupero degli uliveti abbandonati e dalla loro messa a sistema nell’offerta turistica del territorio, può nascere un’idea di sviluppo delle tante comunità rurali del nostro Paese”

Le Camminate. Quest’anno sono state 17 le Regioni coinvolte nella Camminata tra gli olivi. La Toscana con 22 città aderenti, la Sardegna con 16, il Veneto con 13 e la Liguria con 12. Tanti gli itinerari per la famiglia, in coppia o da soli alla scoperta dei paesaggi legati alla storia ed alla cultura millenaria dell’oro verde: dalle passeggiate tra gli uliveti alle visite ai frantoi, dai tour in bike e a cavallo alle esperienze dirette nella raccolta e nella piantumazione. Ovunque si sono svolti corsi di assaggio e degustazioni con visite al patrimonio artistico e culturale delle Città dell’Olio. 

di C. S.