Quo vadis17/02/2017

L'olivicoltura lombarda laddove non ti aspetti

Olivi e una micro produzione di extra vergine anche in provincia di Pavia. Centocinquantotto piante, la prima produzione è del 2016, dopo quattro anni di acclimatamento un primo risultato di 60 litri

di C. S.
Quo vadis03/02/2017

Archeoviticoltura, riscoprire le radici di un territorio scavando nel passato

Archeoviticoltura, riscoprire le radici di un territorio scavando nel passato

Un vino prodotto nell'Antica Roma, e decantato da Plinio, potrebbe rivedere presto la luce. Si tratta del Tauromenitatum, che è oggetto di uno studio sperimentale avviato dalla Regione Sicilia

di T N
Quo vadis28/10/2016

Descrivere il vino tornando al passato, a un lontano passato

Descrivere il vino tornando al passato, a un lontano passato

Spiegare il terroir e le sue mille sfacettature, la sua storia e le sue peculiarità non è semplice. Se un'immagine val più di mille parole qualcuno ha pensato di mettere sulle etichette i fossili. Dalla Francia al Portogallo, spuntano le paleo-etichette

di Emiliano Racca

Quo vadis26/08/2016

Appunti di viaggio nella Terra degli Olivi: la Puglia da ricordare e quella da dimenticare

Appunti di viaggio nella Terra degli Olivi: la Puglia da ricordare e quella da dimenticare

La destinazione è il Salento, il mare, ma con un obiettivo preciso: trascorrere una giornata non organizzata fra ulivi millenari e amici dell’olio. Tra gli alberi millenari si può percepire il vero valore dell'olio extra vergine d'oliva, sentirlo, quasi toccarlo. Poi però, in un ristorante, l'amara sorpresa

di Vincenzo Nisio
Quo vadis29/07/2016

Il Viognier: “vino all’albicocca” nella Provenza svizzera

Il vino all’albicocca è un vino che incanta per i suoi lampanti aromi di albicocca: il Viognier. Ci troviamo nel cuore delle Alpi Svizzere, fra Sion e Martigny, in canton Vallese anche se la zona d'origine del vitigno pare essere quella di Condrieu, poco a sud di Vienne e Lione, in Francia

di Emiliano Racca
Quo vadis24/06/2016

Ultima chiamata per i ristoratori: oli extra vergini di oliva di qualità sulle spiagge italiane

Ultima chiamata per i ristoratori: oli extra vergini di oliva di qualità sulle spiagge italiane

Riusciremo a resistere in attesa dell’olio nuovo? La campagna è ancora lontana e allora approfittiamo dell’”ultimo” extra vergine purchè sia buono. Rovinare un crudo di mare da 15 euro con un oliaccio è la norma. Ma tanto chi vuoi che se ne accorga?

di Fausto Borella

Quo vadis23/05/2016

Tradizioni antiche per un turismo moderno: la transumanza

Tradizioni antiche per un turismo moderno: la transumanza

Il turismo dell'esperienza si nutre e si coltiva anche attraverso il recupero di tradizioni antiche, come quella della trasmumanza. Dalla Puglia al Molise. Trecento capi bovini di razza podolica e marchigiana saranno accompagnati da quattrocento ragazzi

di T N
Quo vadis19/05/2016

La Lombardia orientale sarà la Regione europea della gastronomia 2017

Un territorio molto vasto, dalle Orobie bergamasche all’Oltrepò mantovano, che può offrire, oltre al vino a denominazione d'origine, l’olio di oliva, i salumi, i formaggi, molti dolci e altrettanti piatti tipici. In questo territorio convivono ben 25 prodotti Dop ed Igp, 25 vini a Docg, Doc e Igt oltre a 34 De.Co

di Giuliano Terzi
Quo vadis13/05/2016

Gli olivi monumentali, una passeggiata nella storia d'Italia

Gli olivi monumentali, una passeggiata nella storia d'Italia

Dalla Puglia alla Calabria, dalla Sardegna alla Toscana, dal Garda all'Umbria. Vi sono innumerevoli esempi di olivi monumentali, spettatori della storia d'Italia. Immergersi in questo percorso virtuale è ripercorrere la nostra storia e creare una via dell'olio extra vergine d'oliva unica nel suo genere, ricordando l'articolo 9 della Costituzione

di Mimmo Ciccarese

Quo vadis27/04/2016

I nobili dell'Impero Romano e la loro passione per il vino

Uno studio dell'Università di Sheffield ha portato alla luce in Puglia i resti della cantina della tenuta di Vagnari, di proprietà imperiale. Qui la coltura della vite era importante come dimostrano i grandi vasi vinari, da mille litri l'uno rinvenuti durante gli scavi

di Graziano Alderighi
Quo vadis30/03/2016

La Vernaccia di San Gimignano sulla tavola dei Papi

Oggi Papa Francesco, più di 500 anni fa Papa Innocenzo VIII. La tradizione vitivinicola toscana ha radici lontane, anche grazie all'attività di un promoter di eccellenza come Lorenzo Il Magnifico

di Graziano Alderighi
Quo vadis16/02/2016

Le miniere d'oro d'Italia, un viaggio tra le eccellenze a denominazione d'origine e non solo

Le miniere d'oro d'Italia, un viaggio tra le eccellenze a denominazione d'origine e non solo

Il nostro Paese possiede il maggior numero di Dop e Igp all'interno dell'Unione europea. Un patrimonio gastronomico e di biodiversità da valorizzare. A partire dal Molise, terra di bontà e bellezza, con molte potenzialità ancora non espresse


Quo vadis15/01/2016

L'isola di Pianosa e il ritorno al vino, con l'intervento dei Frescobaldi

L'isola di Pianosa e il ritorno al vino, con l'intervento dei Frescobaldi

Fu il Granduca Leopoldo II a capire che si poteva trattenere le persone in quell’isola con una carcerazione a dimensione umana. La storia enoica di Pianosa è durata un secolo, 1882-1985 con l’istituzione caceraria per scopi umani e sociali

di Nadio Stronchi
Quo vadis15/01/2016

La Calabria dell'olio vuole crescere ed entrare nell'olimpo delle eccellenze

La Calabria dell'olio vuole crescere ed entrare nell'olimpo delle eccellenze

Duemila chilometri e più per conoscere i segreti dell'olio. Una splendida regione olivicola che, grazie al lavoro incredibile di donne serie e coraggiose stanno facendo uscire la Calabria da un antico oblio, per riscuotere il successo che merita

di Fausto Borella
Quo vadis04/12/2015

Ricordi, emozioni e sensazioni. Il valore umano dell'olio extra vergine d'oliva

Ricordi, emozioni e sensazioni. Il valore umano dell'olio extra vergine d'oliva

Non c'è olio extra vergine di oliva senza l'uomo e le sue storie di vita autentica. A raccontarcele è una donna di Pandolea, facendoci riscoprire il gusto dell'olio attraverso un viaggio nella memoria... Nel frantoio c'era la statura di San Francesco da Paola, i suoi occhi erano rivolti verso le ruote delle cosiddette ‘molazze’, in segno di protezione...

di Mirella Filice

Quo vadis06/11/2015

Le belle soprese di un giro per frantoi in Puglia

Le belle soprese di un giro per frantoi in Puglia

Con Canosa di Puglia sullo sfondo, si arriva al frantoio, circondato da un enorme prato curato che esalta la struttura moderna nella sua semplicità. Chi cerca odori tipici dei frantoi può rimaner deluso ma la Coratina è una sicurezza

di Piero Palanti
Quo vadis31/07/2015

Heida: il vino che "pascola" fra gli alpeggi

Heida: il vino che "pascola" fra gli alpeggi

A 1400 metri di altitudine si coltiva la vite e si produce un vino bianco, assai rinomato e apprezzato in zona; "storico", poichè ivi è coltivato dal lontano 1500 o forse addirittura già dal Medioevo

di Emiliano Racca
Quo vadis04/06/2015

Quando il vitigno autoctono è espressione di un comune: il caso Nascetta

Prima diffuso in tutte le Langhe, oggi il vitigno a baccia bianca Nascetta è sinonimo di Novello, il Comune che lo custodisce, lo coltiva e ne trae un vino bianco che torna alla ribalta. Un bianco in terra di rossi. La differenziazione fa la differenza

di Graziano Alderighi