Anno 15 | 11 Dicembre 2017 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

DOP e IGP italiane protagoniste delle ricette firmate da Joe Bastianich per McDonald’s

Collaborazione McDonald’s-Qualivita per valorizzare le Indicazioni Geografiche italiane. 700.000 consumatori al giorno assaggeranno il Provolone Valpadana Dop, la Cipolla Rossa di Tropea Dop e l'Aceto Balsamico di Modena Igp

I prodotti agroalimentari italiani certificati DOP e IGP accrescono la loro presenza nel canale Ho.re.ca grazie alla nuova linea di hamburger McDonald’s che vede protagoniste, come ingredienti, tre eccellenze a Indicazione Geografica: Aceto Balsamico di Modena IGP, Cipolla Rossa di Tropea Calabria IGP e Provolone Valpadana DOP.

Presentato a Milano, il progetto My Selection, firmato da Joe Bastianich, che prosegue la pluriennale collaborazione tra Fondazione Qualivita e McDonald’s per favorire l’utilizzo e la conoscenza dei prodotti DOP e IGP made in Italy nelle diverse tipologie di menù e valorizzare gli stessi prodotti presso i settecentomila consumatori giornalieri di McDonald’s con adeguate attività di comunicazione utili a metterne in risalto le caratteristiche distintive.

Non solo un ulteriore mercato di vendita, ma anche un contatto più diretto con i giovani consumatori, sempre più difficili da avvicinare con la comunicazione classica: un vero nuovo canale di promozione e tutela delle Indicazioni Geografiche protette. Le tre eccellenze protagoniste delle nuove ricette seguono la strada tracciata da altri grandi prodotti italiani DOP e IGP selezionati da McDonald’s, con la collaborazione di Fondazione Qualivita e distribuiti in Italia e all’estero sia attualmente che nel recente passato: Parmigiano Reggiano DOP, Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale IGP, Pecorino Siciliano DOP, Speck Alto Adige IGP, Asiago DOP, Bresaola della Valtellina IGP, Kiwi di Latina IGP, Olio extravergine Monti Iblei DOP.

Un progetto pluriennale di valorizzazione del made in Italy certificato che attraversa tutta la penisola.

“Mai come ora il consumatore - afferma Giuseppe Laria, Presidente del Consorzio di Tutela Cipolla di Tropea IGP - sta avendo un occhio di riguardo verso la qualità, il buono, il sano e il nutraceutico. Sono queste le principali doti che distinguono la “Rossa di Tropea” e che con l’interesse di una catena di ristorazione come McDonald’s raggiunge un traguardo che per gli aderenti al Consorzio è motivo di grande interesse e lusinga”.

“Un progetto interessante - dichiara Federico Desimoni, Direttore del Consorzio di Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP - un ulteriore segno di orizzonti che cambiano e sono sempre più segnati da contaminazioni culturali anche tra diverse generazioni. Per quanto riguarda l’Aceto Balsamico di Modena si conferma la straordinaria poliedricità di un prodotto vocato a molteplici usi tanto in ricette d’autore, quanto in abbinamenti quotidiani”.

“La valorizzazione dei prodotti a Indicazione Geografica - afferma il Presidente del Consorzio di tutela del Provolone Valpadana DOP, Libero Giovanni Stradiotti - rappresenta un valore aggiunto sia per chi li promuove che per chi ne è destinatario. La scelta di utilizzare Provolone Valpadana DOP in una delle nuove proposte è significativa, perché viene offerto al consumatore non solo un formaggio di grande tradizione e estrema duttilità, ma anche tutte quelle garanzie che vengono riconosciute solo a un prodotto tutelato: l’origine, il controllo della filiera e della produzione”.

di C. S.
pubblicato il 30 novembre 2017 in Tracce > Italia

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

Olio extra vergine di oliva italiano: la rabbia e l'orgoglio

Il terribile prezzo della globalizzazione: la perdita della ruralità

Dalla competenza nasce la garanzia per i consumatori, l'esempio del Mastro Oleario

Un bagno d'umiltà per gli assaggiatori d'olio d'oliva

Il sommelier, l'evoluzione culturale di una professione