Anno 15 | 27 Luglio 2017 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

Il miracolo di Padre Pio sui mandorleti di San Giovanni Rotondo

I contadini di San Giovanni Rotondo, ricordano con gratitudine e riconoscenza il miracolo dei mandorli.

Era primavera. I mandorli fioriti promettevano un buon raccolto ma improvvisamente, sopraggiunsero i bruchi. Milioni di voracissimi bruchi che avanzando compatti divoravano foglie e fiori. Non risparmiavano nemmeno la scorza. Dopo due giorni, dopo aver tentato inutilmente di arrestare quel flagello, i proprietari, per molti dei quali le mandorle erano l'unica risorsa economica - ne parlarono a Padre Pio.

Questi, dalla finestra del convento che si affaccia sulle piantagioni, osservò un pò i mandorli semi sepolti da quel brulicare quindi decise di benedirli. Rivestita la cotta e la stola, cominciò a pregare. Terminate le preghiere prese l'aspersorio dell'acqua benedetta e tracciò nell'aria, in direzione dei mandorleti, un gran segno di croce.

L'indomani i bruchi erano scomparsi, ma i mandorli nudi come bastoni attestavano la portata del disastro: raccolto interamente perduto. E invece, incredibile! Si ebbe un raccolto abbondantissimo, un raccolto come mai si era avuto. Ma come poterono alberi senza fiori dare frutti? Come poterono dare mandorle dei mandorli ridotti a dei semplici pezzi di legno infilati in terra. Gli esperti e studiosi di botanica non hanno mai saputo rispondere.

di C. S.
pubblicato il 09 settembre 2014 in Pensieri e Parole > Massime e memorie

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

Il Mastro Oleario, un treno da non perdere assolutamente

Il superintensivo spagnolo conviene davvero agli olivicoltori italiani?

La rovina dell'olio extra vergine d'oliva italiano

Quando il valore aggiunto non è l'olio extra vergine d'oliva

Dop e Igp: serve una nuova strategia per le denominazioni d'origine dell'olio d'oliva