Anno 15 | 14 Dicembre 2017 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

Mario Rocchi è il nuovo Presidente di Assitol

Dopo le dimissioni di Giovanni Zucchi, la presidenza Rocchi "sarà in continuità con la linea di rinnovamento già in atto all’interno dell’Associazione”. Impegno per il riconoscimento del Fooi e no a nuovi protezionismi ed etichette a semaforo sono gli impegni del prossimo futuro

Mario Rocchi subentra a Giovanni Zucchi al vertice di Assitol, l’Associazione Italiana dell’Industria olearia, aderente a Confindustria. Rocchi assume l'incarico, in qualità di vicepresidente anziano, come previsto dallo statuto dell'associazione.

Classe 1959, titolare dell’Oleificio RM SpA, marchio specializzato in oli d’oliva dal 1901, Rocchi comincia a lavorare nell’azienda di famiglia nel 1978. E’ anche vicepresidente della sezione alimentare di Confindustria Toscana Nord.

“La mia presidenza – afferma il numero uno di Assitol – sarà in continuità con la linea di rinnovamento già in atto all’interno dell’Associazione”.

Assitol, oltre agli oli d’oliva e di semi, rappresenta anche i semilavorati per la panificazione e la pasticceria, il lievito da zuccheri, i condimenti spalmabili, gli oli per usi tecnici, il biodiesel ed i sottoprodotti di origine animale.

“I tavoli che vedono coinvolta la nostra Associazione sono tanti e tutti di grande importanza – osserva Rocchi -. Dall’Interprofessione, di cui auspichiamo a breve il riconoscimento, alla delicata partita del contributo ambientale, dalle opportunità offerte dall’economia circolare alla difesa in Europa dei nostri prodotti contro il rischio di ‘semafori’ e nuovi protezionismi, siamo chiamati a impegnarci sempre più per tutelare il ‘saper fare’ delle nostre aziende”.

Un’azione complessa, in Italia e a livello internazionale, per la quale Rocchi auspica “una forte collaborazione tra le diverse anime dell’Associazione, in modo da rafforzare il nostro peso nelle sedi istituzionali”.

di C. S.
pubblicato il 13 giugno 2017 in Pensieri e Parole > Associazioni di idee

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

Olio extra vergine di oliva italiano: la rabbia e l'orgoglio

Il terribile prezzo della globalizzazione: la perdita della ruralità

Dalla competenza nasce la garanzia per i consumatori, l'esempio del Mastro Oleario

Un bagno d'umiltà per gli assaggiatori d'olio d'oliva

Il sommelier, l'evoluzione culturale di una professione