L'arca olearia22/10/2021

La giusta frequenza di battitura dell'abbacchiatore per non danneggiare le olive

La giusta frequenza di battitura dell'abbacchiatore per non danneggiare le olive

Una maggiore velocità operativa permette una più alta efficienza di raccolta ma a scapito dell'integrità delle olive. I due fattori vanno quindi tenuti in considerazione per non rovinare il lavoro di un anno

di R. T.

Bio e Natura22/10/2021

I legumi sono una coltivazione a impatto zero ottima per ambiente salute

I legumi sono una coltivazione a impatto zero ottima per ambiente salute

Un ettaro di legumi può trattenere fino a 200 kg di azoto, abbattendo l’emissione di CO2 ed evitando l’utilizzo di concimi azotati. Inoltre il consumo giornaliero di legumi aiuta a diminuire fino al 38% la possibilità di infarto

di C. S.
Bio e Natura22/10/2021

Il rapporto isotopico dell'ossigeno come metodo di contrasto alle frodi

Il rapporto isotopico dell'ossigeno come metodo di contrasto alle frodi

Il modellostudiato da ricercatori svizzeri si basa sui dati di temperatura, precipitazione e umidità e sulle informazioni relative alla stagione di crescita di una pianta, tutte disponibili da database accessibili al pubblico

di C. S.

L'arca olearia22/10/2021

Un giro dell'Italia olivicola per capire cosa sta accadendo in questa campagna olearia

Un giro dell'Italia olivicola per capire cosa sta accadendo in questa campagna olearia

E' un'annata strana, con anticipi e ritardi di maturazione delle olive ma anche rese molto altalenanti tra territori e oliveti. Otto produttori per otto regioni ci guidano 

di T N
Mondo Enoico21/10/2021

L'impatto di diverse tipologie di inerbimento sullo sviluppo della cocciniglia della vite

L'impatto di diverse tipologie di inerbimento sullo sviluppo della cocciniglia della vite

Le colture di copertura hanno ridotto la produzione di uva modificando le componenti della resa in modi diversi, con un'incidenza diretta sui parametri di sviluppo e riproduzione della cocciniglia della vite

di R. T.

Mondo Enoico21/10/2021

L'influenza della macerazione su fenoli, macro e microelementi e attributi sensoriali del vino rosso

L'influenza della macerazione su fenoli, macro e microelementi e attributi sensoriali del vino rosso

Dalla macerazione prefermentativa fino a quella per 21 giorni. Le differenze sono significative e possono cambiare sostanzialmente il profilo chimico e organolettico del vino

di R. T.
L'arca olearia21/10/2021

Quando eseguire la filtrazione dell'olio extra vergine di oliva per preservarne la qualità

Quando eseguire la filtrazione dell'olio extra vergine di oliva per preservarne la qualità

Trovate differenze significative legate alla filtrazione, influenzando sia il grado di torbidità che la contaminazione microbica. Valutato il rischio di ritardare la filtrazione e stabilito il limite entro il quale la filtrazione va eseguita per non avere ricadute negative

di R. T.
L'arca olearia20/10/2021

Gli oli essenziali contro la rogna dell'olivo

Gli oli essenziali contro la rogna dell'olivo

Esiste un'interessante attività antibatterica di alcuni oli essenziali contro Pseudomonas savastanoi pv. Savastanoi. Da valutare il rischio evaporazione e la diminuzione dell'efficacia in campi aperti

di R. T.

L'arca olearia20/10/2021

L'influenza della fertilizzazione con azoto sulla qualità dell'olio extra vergine d'oliva

L'influenza della fertilizzazione con azoto sulla qualità dell'olio extra vergine d'oliva

Il livello di azoto nell'olivo è risultato avere un un effetto importante sui principali componenti di qualità dell'olio d'oliva, tra cui contenuto di polifenoli, acidità libera e acidi grassi oleici e polinsaturi

di R. T.
Mondo Enoico20/10/2021

Le risposte del Cabernet sauvignon a diversi ambienti pedo-climatici italiani del sud Italia

Le risposte del Cabernet sauvignon a diversi ambienti pedo-climatici italiani del sud Italia

Le condizioni pedoclimatiche locali influenzano fortemente la produzione di qualità dell'uva su Cabernet sauvignon in Italia meridionale. Un elevato stress idrico dovrebbe essere evitato per qualsiasi coltura

di R. T.
L'arca olearia20/10/2021

L'oliveto tradizionale presenta la maggiore mitigazione di CO2 rispetto alla coltivazione intensiva

L'oliveto tradizionale presenta la maggiore mitigazione di CO2 rispetto alla coltivazione intensiva

Gli oliveti sono sempre efficienti pozzi di assorbimento di anidride carbonica atmosferica. La produzione di olio d'oliva vergine presenta un'emissione da 1,59 a 3,26 kg di CO2 equivalente per chilo

di R. T.

L'arca olearia20/10/2021

Impossibile discriminare l'origine o la varietà in base al contenuto o al profilo fenolico dell'olio extra vergine d'oliva

Impossibile discriminare l'origine o la varietà in base al contenuto o al profilo fenolico dell'olio extra vergine d'oliva

Un confronto di oli da nove diversi paesi e quattro continenti ha mostrato che il contenuto di fenoli totali degli oli extra vergini d'oliva variava da circa 40 a 530 mg di equivalenti di acido gallico/kg di olio

di R. T.
L'arca olearia20/10/2021

Utilizzare i funghi micorrizici per ridurre l'incidenza della verticilliosi dell'olivo

Utilizzare i funghi micorrizici per ridurre l'incidenza della verticilliosi dell'olivo

Un consorzio di funghi micorrizici autoctoni aumenta la tolleranza della malattia delle piante di olivo e allevia l'effetto patogeno di Verticillium dahliae

di R. T.
L'arca olearia19/10/2021

Per l'olio d'oliva prezzi in aumento nella GDO

Per l'olio d'oliva prezzi in aumento nella GDO

E' molto probabile che nei primi mesi il prezzo tenda a salire anche in virtù della revisione delle stime al ribasso della produzione in Spagna e in Tunisia per poi stabilizzarsi

di C. S.

Bio e Natura18/10/2021

Possibile ridurre l'impatto ambientale delle stalle italiane

Possibile ridurre l'impatto ambientale delle stalle italiane

L’impiego degli effluenti di allevamento in digestori anaerobici e l’ottimizzazione della gestione e distribuzione al campo, sono le più efficaci in termini di riduzione degli impatti ambientali totali

di C. S.
Mondo Enoico15/10/2021

Il basilare ruolo del ferro nella nutrizione della vite

Il basilare ruolo del ferro nella nutrizione della vite

La gestione integrata del ferro è necessaria per soddisfare le esigenze della vite per questo micronutriente e per ridurre la comparsa della clorosi fogliare nei terreni alcalini

di R. T.
Mondo Enoico15/10/2021

Diversità e dinamica dei lieviti durante le fermentazioni spontanee e associazione con profili aromatici unici nel vino

Diversità e dinamica dei lieviti durante le fermentazioni spontanee e associazione con profili aromatici unici nel vino

Il microbiota ha mostrato modelli di distribuzione geografica a piccole scale geografiche, già evidente ad una distanza di 12 km. Rivelata l'importanza di S. cerevisiae per l'aroma

di R. T.