Eventi 14/04/2016

Per i suoi 30 anni Slow Food rilancia la sfida: valorizzare l'extra vergine di eccellenza

A Firenze un convegno per parlare del Presidio nazionale dell'olio extra vergine di oliva e della lotta alle contraffazioni.


Non c’è oggi altro prodotto alimentare nazionale, la cui materia prima sia prodotta e trasformata in Italia, che possegga potenzialmente gli altissimi livelli di incremento di valore, pari all’olio e all’intera filiera degli Evoo (Extra Virgin Olive Oil), e che quindi rappresenti al meglio i vantaggi e le capacità del patrimonio agricolo nazionale fondato sulla qualità del prodotto e della trasformazione.

Se a questi valori di tipo mercantile aggiungiamo quelli rappresentativi della cosiddetta Green Economy comprendiamo come questa coltura sia uno dei principali strumenti di tutela e di valorizzazione del territorio rurale nazionale.

L’Italia produce i migliori oli extravergini di oliva del mondo soprattutto per la numerosità delle cultivar che sono lo specchio del patrimonio di agro biodiversità nazionale. Per potere realizzare ancora di più le potenzialità di questo alimento non si può non privilegiare la qualità e sviluppare le superfici destinate alla coltivazione degli olivi, così da incrementare sia l’offerta di prodotti sempre più di qualità, e non solo di quantità, sia di produttori di materia prima.

Con le recenti normative sulla tutela della qualità dei prodotti del gennaio 2011, con la legge “Salva olio” del gennaio 2013, con il Regolamento europeo sulla commercializzazione degli Evo del 2012 e con legge sul tappo antirabbocco del 2013, il Parlamento nazionale, il Governo e l’Italia hanno iniziato a imporre e affermare per questo prodotto lo stesso valore che ha conquistato in questi anni il settore viti-vinicolo.

Le numerose indagini e i controlli di questi ultimi anni di tutte le Forze di polizia e degli Organismi di controllo deputati hanno evidenziato la presenza delle frodi e delle contraffazioni, sull’origine e sulle provenienze, delle diverse miscele; affermare la legalità nel settore è punto imprescindibile per valorizzare le nostre produzioni di olio di qualità.

Tracciabilità, legalità, fiducia, cultura dei consumatori ed eticità della filiera dei produttori, dei trasformatori e dei commercianti sono condizioni essenziali per far compiere il salto di qualità definitivo a un prodotto così importante per il nostro patrimonio agricolo nazionale.
La Guida degli oli extravergini di oliva 2016 racchiude questi valori.

Programma

9:30 Arrivo dei partecipanti

10:00 Saluti
Alessio Giuffrida, Prefetto di Firenze
Giuseppe Vadalà, Comandante Regionale del Corpo forestale dello Stato
Stefano Beltramini, Segretario Regionale Slow Food Toscana

10:30 Introduzione:
Leonardo Torrini, Fiduciario Slow Food Firenze

Interventi
10:45 Luca Sani, Presidente della Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati: La rinascita degli EVO, il modello Italia oltre i confini nazionali
11:00 Alessio Brogi, Referente Regionale Agroalimentare: Tutela della qualità: l’origine dell’olio e sistema di tracciabilità, la lotta alle frodi
11.15 Filippo Ninci, Consigliere del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Periti: Innovazione di processo e di prodotto per una olivicoltura di qualità
11.30 Marzia Migliorini, Analista del Laboratorio Promofirenze della Camera di Commercio di Firenze: L’analisi chimico-fisica degli oli a supporto della qualità e per la lotta alle frodi
11:45 Giacomo Trallori, Gastroenterologo: L’olio extravergine, un nutraceutico per la salute
12:00 Sonia Donati, Coordinatrice Regionale per la Guida EVO di Slow Food: La Guida degli Oli Extravergini di Oliva e i Presidi, due buone pratiche per dare valore e fare cultura
12.15 Conclusioni:
Marco Remaschi, Assessore Agricoltura della Regione Toscana: L’eccellenza dell’olio Toscano, una Guida per l’Italia per la globalizzazione della qualità

12.45 Presentazione produttori premiati in Guida Extravergini 2016 delle Province di Firenze, Arezzo, Siena e degustazione oli.
Sarà possibile acquistare la Guida

Modera:
Paolo Caramalli, Funzionario del Comando Regionale di Firenze del Corpo Forestale dello Stato

16 aprile 2016 - ore 10.00
Sala Convegni di Villa La Favorita
Comando Regionale del Corpo Forestale dello Stato
Piazza Tommaso Alva Edison, 11 – Firenze

di C. S.