Associazioni di idee30/11/2018

Nasce Origin Italia, unione nella segmentazione per le Dop e Igp italiane

Da Aicig a Origin Italia: il riconoscimento della necessità di una tutela comune del valore delle denominazioni ma anche la richiesta di maggiore rappresentatività e distinzione per le categorie di prodotto che fanno parte del variegato mondo delle Dop e Igp italiane

di C. S.
La voce dei lettori30/11/2018

I dubbi di un frantoiano sull'olivicoltura superintensiva

I dubbi di un frantoiano sull'olivicoltura superintensiva

Vantaggi e svantaggi, pregi e difetti di un sistema industriale di coltivazione dell'olivo. “Non è che nel lungo periodo si hanno problemi analoghi alla cerealicoltura in Val Padania?” si chiede Romolo del Frantoio Mazzarrini?

di T N
Associazioni di idee30/11/2018

Il dissesto idrogeologico mette a rischio 150 mila aziende agricole

Senza interventi è a rischio l’80% dei comuni secondo la Confederazione italiana agricoltori e non prevenire è già costato all’Italia oltre 20 miliardi di euro negli ultimi dieci anni. Serve un grande piano agro-industriale che potrebbe creare fino a 100 mila nuovi posti di lavoro

di C. S.

Associazioni di idee26/11/2018

Città dell'Olio chiede lo stato di calamità per la Puglia olivicola

Invito ad adottare gli urgenti provvedimenti del caso, ad iniziare dalla deroga alla Legge 102/2014 con un apposito stanziamento di fondi che possa venire incontro finanziariamente agli olivicoltori che oltre a dover far fronte alla perdita di reddito, dovranno anche affrontare maggiori costi colturali

di Benedetto Miscioscia
Associazioni di idee26/11/2018

Negli Usa riconosciute le qualità salutistiche dell’extravergine di oliva

La Food and Drugs Administration statunitense ha invitato ad indicare sulle confezioni degli oli contenenti almeno il 70% di acido oleico che il loro consumo porta benefici cardiovascolari quando sostituisce il grasso saturo dannoso per il cuore

di C. S.
Editoriali23/11/2018

L'agricoltura italiana che ci piace

Innovare senza perdere la propria identità e senza scopiazzare modelli colturali e culturali di altri Paesi. Una sifda che l'agricoltura italiana ha raccolto con coraggio e tenacia secondo il pensiero di Maurizio Rossellini

di Maurizio Rossellini

La voce dei lettori23/11/2018

Norme antincendio e stoccaggio olio d'oliva, l'assurdità continua

Per i frantoi la questione sembrerebbe risolta, ma per chi vuole creare un piccolo centro di stoccaggio? L'interrogativo e lo sfogo di Andrea Gallo che si chiede “non era opportuno chiarire bene la questione”?

di T N
Associazioni di idee22/11/2018

La peggior campagna olearia del secolo: produzione di olio d'oliva italiano ai minimi storici

Secondo Italia Olivicola la campagna olearia si è di fatto chiusa con due mesi di anticipo rispetto al solito. Colpite soprattutto Puglia, Calabria e Sicilia, con la perdita anche di un milione di giornate lavorative

di C. S.
Associazioni di idee22/11/2018

Unione Italiana Food, fusione tra le associazioni agroalimentari nazionali

Presidente del nuovo soggetto, frutto della fusione tra Aidepi e Aiipa, sarà Marco Lavazza mentre vice presidente sarà Paolo Barilla. La aziende aderenti rappresentano un fatturato di oltre 35 miliardi di euro, di cui 10 miliardi di export

di C. S.

Associazioni di idee19/11/2018

Cala il vigneto Italia ma non dove ci sono le cooperative

Una ricerca Wine Monitor- Nomisma svela che nelle province italiane dove la cooperazione è meno presente, le superfici del vigneto si vanno riducendo. Lo studio presentato a Vivite, la prima mostra-evento dedica alle cantine cooperative e ai loro soci produttori

di C. S.
Editoriali16/11/2018

Senza rame muore la viticoltura biologica

L'allarme di Matilde Poggi, presidente della Fivi: "i Vigneron Independant hanno dichiarato che oltre il 50% dei propri soci sarà costretto ad abbandonare l’Agricoltura Biologica" se entrerò in vigore l'abbattimento del'uso del rame. Occorre prima che la ricerca trovi una valida alternativa al rame 

di Matilde Poggi
Associazioni di idee16/11/2018

Polemica Unaprol-Cia: svenduta l'olivicoltura italiana alla Spagna

Secondo David Granieri, l'intesa Cia Deoleo "rappresenta l’ennesimo colpo per il made in Italy e per il mondo olivicolo italiano, sempre più terra di conquista per la Spagna"

di C. S.

Associazioni di idee16/11/2018

L'olio extra vergine di oliva italiano sbarca a Londra per la settimana della cucina italiana nel mondo

Italia Olivicola promuoverà il corretto consumo di olio extravergine d’oliva italiano a Londra presso l’Istituto Italiano di Cultura, durante una giornata dedicata all’oro delle nostre tavole, parlando di caratteristiche nutraceutiche e attraverso un percorso sensoriale

di C. S.
Associazioni di idee15/11/2018

Raddoppiare la superficie olivicola nazionale con innovazione che non snaturi identità

No di Unaprol alle varietà straniere in Italia, "perché ciò significherebbe snaturare la nostra identità e cancellare un patrimonio unico a livello storico, culturale e paesaggistico" ma la vera sfida per il futuro del settore passa attraverso lo sviluppo di una politica basata sul valore

di C. S.
Associazioni di idee15/11/2018

Cia e Deoleo siglano un patto per valorizzare l'olio italiano

Il protocollo è la premessa per avviare un processo virtuoso finalizzato a intercettare mercati di sbocco per gli oli di alta qualità italiane, con un contestuale innalzamento della produttività a livello di comparto olivicolo

di C. S.

Associazioni di idee14/11/2018

Non è olio extra vergine italiano a meno di 7-8 euro al litro

Il crollo della produzione, nella regione più olivetata d'Italia, potrebbe raggiungere il 65%. Il neo presidente di Coldiretti Puglia, Muraglia: "Siamo preoccupati che la diminuzione di olio extravergine faccia crescere le importazioni di olio dall'estero"

di C. S.
Editoriali09/11/2018

Basta personalismi! E' ora di pensare agli olivicoltori

Questa un'annata disastrosa è profondamente diversa da quella del 2014. Dal pericolo che la legge Salvaolio venga svutata fino alle spaccature della filiera. Una Colomba Mongiello senza peli sulla lingua che ne ha per tutti, anche sulle prese di distanze dal Piano olivicolo nazionale: "il tavolo di filiera è stato consultato per la suddivisione dei fondi presso il Ministero"

di Colomba Mongiello
La voce dei lettori08/11/2018

Dal frantoio all'etichettatura, a quali spese si va incontro?

Dal frantoio all'etichettatura, a quali spese si va incontro?

Avviare una piccola impresa olivicolo-olearia può essere dispendioso, non solo per l'acquisto di un frantoio ma anche per la gestione di etichette ed etichettatura. Occorre sicuramente una lettura approfondita del regolamento comunitario 1169/2011

di T N