Editoriali07/09/2018

Anche l'ipocrisia uccide l'agricoltura

L'amministratore delegato di Conad, Francesco Pugliese, non vuole che si mettano sullo stesso piano caporalato e aste al doppio ribasso. E' uno scherzo? Così offende la nostra intelligenza...

di Alberto Grimelli
Associazioni di idee07/09/2018

Serve un piano nazionale di rilancio per l'olio extra vergine di oliva italiano

La mancata soluzione dei problemi legati alla Xylella e il rischio di nuove importazioni agevolate dalla Tunisia, stanno mettendo a dura prova il comparto, fiore all’occhiello dal made in Italy

di C. S.
La voce dell'agronomo07/09/2018

Sognare è lecito nel mondo dell'olio d'oliva, qualche volta

Sognare è lecito nel mondo dell'olio d'oliva, qualche volta

Alla vigilia di una campagna olearia complicata e difficile, occorre fare il pieno di energia positiva e propositiva. Occorre credere che sognare è lecito, non è utopia, perchè nel mondo dell'olio d'oliva ci sono tanti sognatori. E allora tutto diventa possibile

di Alberto Grimelli

La voce dei lettori06/09/2018

Il suicidio annunciato delle Dop olearie, nessuna strategia fuori dal frantoio

Il suicidio annunciato delle Dop olearie, nessuna strategia fuori dal frantoio

Nono esiste l'olio extra vergine d'oliva, ma gli oli extra vergini di oliva, ci spiega Gigi Mozzi, e questo impone ragioni strategiche, tecniche di marketing e standard commerciali, che non sono nelle corde del singolo produttore e nemmeno in quelle degli organismi sovra-aziendali, come i Consorzi Dop

di T N
Associazioni di idee06/09/2018

Italia e Grecia alleate per un olio d'oliva di qualità e tracciato

Si rinnova e si rinsalda la tradizionale collaborazione tra Cno e Axion Agro, rappresentanza delle cooperative olearie greche, nell’ambito delle azioni sulla tracciabilità e sul miglioramento della qualità del prodotto previste dai programmi europei

di C. S.
Editoriali31/08/2018

La mosca olearia pensa, l'olivicoltore no

Deleghe in bianco alle associazioni agricole, ai concorsi oleari, alla Grande Distribuzione... Scappare dalle proprie responsabilità non serve, ma il motto: "armiamoci e partite!" è quello che meglio rappresenta gli olivicoltori italiani oggi. Se proprio non vogliam pensare, almeno facciamoci una risata, suggerisce Maurizio Pescari

di Maurizio Pescari

Editoriali10/08/2018

Storytelling? No, meglio raccontar storie

Lo storytelling in campo agricolo e agroalimentare è ormai ridotto a un copia-incolla, a mera cartolina sempre uguale a se stessa. Servirebbe più una traduzione che una narrazione.Chiediamoci per un attimo cosa si aspetta di trovare un consumatore davanti ad una storia di cibo. Le riflessioni di Elisabetta De Blasi

di Elisabetta De Blasi
Associazioni di idee10/08/2018

Più spazio sugli scaffali all'olio extra vergine di oliva italiano, un segnale positivo

Negli ultimi dieci anni, lo spazio dedicato all’olio extra vergine sia esattamente raddoppiato passando dal 13,3% al 26,6%. In crescita anche l’attenzione per DOP e IGP che salgono dal 10,6% al 12,9%

di C. S.
Associazioni di idee09/08/2018

Sui fitofarmaci lo scontro tra Italia e agrotecnici si sposta a Bruxelles

Il Piano di azione nazionale sui fitofarmaci mortifica le professioni, ma il Consiglio di Stato non boccia la normativa nonostante affermi che “la competenza relativa all’uso dei prodotti fitosanitari” rientra nella professionalità degli agrotecnici, ma senza trarne le conseguenze logiche

di C. S.

Associazioni di idee09/08/2018

Dazi sull'agroalimentare, da Trump solo promesse da marinaio

Dazi sull'agroalimentare, da Trump solo promesse da marinaio

Nonostante il bilaterale tra Unione europea e Stati Uniti di fine luglio la linea dura continua. Il provvedimento relativo alla conferma dei dazi sulle importazioni di olive da tavola spagnole è già stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (Federal Register) degli Stati Uniti

di C. S.
Editoriali03/08/2018

Quest’estate coltiviamo Bellezza

Nell'epoca della post verità, delle fake news e dei troll ci può essere una luce che ci può indicare la via d'uscita da tempi bui: la Bellezza. E' arrivato il momento giusto per iniziare a coltivarla la Bellezza, proprio ora accanto ai nostri ulivi, perché è una delle poche cose che, insieme a un Buon Olio, ci salverà. L'augurio di buona estate di Ylenia Granitto

di Ylenia Granitto
La voce dei lettori03/08/2018

Avventati, pazzi e disperati, così nasce Save the Olives contro Xylella

Un progetto culturale per far inascere un territorio che muore: ragione che duella con il complottismo, ricerca che sfida il negazionismo, comunicazione che mette al muro il silenzio

di T N

Editoriali27/07/2018

Troppi hobbisti nei panel dei concorsi oleari

Un buon numero di giurati non è all’altezza del compito che gli viene assegnato: giudicare e confrontare oli internazionali in gran numero e poco tempo. Anche i più esperti sono portati al limite delle possibilità, immaginiamo come possa giudicare chi lo fa principalmente per passione. La domanda è: come si ripercuote questo sui risultati finali? La risposta a Duccio Morozzo della Rocca

di Duccio Morozzo della Rocca
La voce dell'agronomo27/07/2018

Pensioni più basse per agronomi, chimici, attuari e geologi

Nel prossimo futuro il contributo integrativo potrà passare dal 2 al 4% per aumentare il montante degli iscritti. Intanto, però, i nuovi coefficienti di trasformazione, riferiti al triennio 2019 – 2021, sono inferiori rispetto a quelli del triennio precedente e, perciò, daranno origine a pensioni più basse

di Roberto Accossu
Associazioni di idee27/07/2018

Troppe sfide per l'olivicoltura italiana

Il futuro dell'olivicoltura italiana sempre più incerto tra Ceta, OMS, Xylella, produzione, trasparenza, dumping interno. Per il Presidente di Unasco, Luigi Canino, “i beni preziosi come l’extravergine italiano vanno valorizzati, non svenduti”

di C. S.

Associazioni di idee27/07/2018

Fuoco di sbarramento di Coldiretti contro l'olio d'oliva tunisino

Il 91% degli italiani consuma olio extravergine di oliva con la maggioranza assoluta che considera determinante l’origine italiana delle olive anche se rimane il rischio evidente che olio straniero venga “spacciato” come italiano

di C. S.
La voce dei lettori27/07/2018

Le mille olivicolture italiane, possibile iscriverle nei sistemi del patrimonio agricolo di rilevanza mondiale?

Le mille olivicolture italiane, possibile iscriverle nei sistemi del patrimonio agricolo di rilevanza mondiale?

Rocco Gaudioso ci chiede aiuto per "mettere in lista altri due territori" dopo gli olivi di Spoleto e Assisi. La motrice per avviare il progetto deve venire dal territorio, dall'intera società che deve essere consapevolmente partecipe, e non solo spettatrice, del percorso

di T N
Associazioni di idee27/07/2018

Troppe fake news sull'olio d'oliva conforndono il consumatore

I consumatori di casa nostra mostrano una scarsa conoscenza dell’olio extravergine. Poi dazi e semafori non aiutano il diffondersi di una corretta cultura olearia

di C. S.