Anno 16 | 21 Luglio 2018 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

Musica e fuochi d'artificio in alta quota

Quarta edizione dell'unica rassegna piromusicale “in vetta” d’Italia. Dal 14 luglio al 14 agosto nella piemontese Val d'Ossola. Tornerà infine anche quest'anno, considerato il successo del 2017, l'iniziativa speciale dedicata ai fotoamatori

Vette d'artificio, rassegna nata nel 2015 come unicum a livello nazionale, tornerà tra luglio e agosto 2018 con quattro spettacoli emozionanti, sempre più amati e seguiti da un pubblico numeroso e
fedelissimo. Nel 2017 furono 30.000 gli spettatori, che giunsero anche da regioni lontane come Toscana, Lazio ed Emilia Romagna per assistere a spettacoli unici: musiche, fuochi e colori arricchiranno di magia anche quest'anno le quattro località di montagna protagoniste di Vette d'artificio.

Torna dunque anche nell'estate 2018 l'unica rassegna piromusicale in alta quota mai proposta in Italia ed inserita nel ricco cartellone del Festival di Fuochi d'Artificio coordinato dal Distretto
Turistico dei Laghi. Numeri importanti per questo festival: 2 nazioni, 3 regioni, 4 laghi, 9 città, oltre 300.000 spettatori ogni anno per una rassegna che nasce e vive nel territorio del Distretto Turistico dei Laghi e che varca quest'anno anche nuovi "confini". Il festival tornerà anche nel 2018 a far brillare i cieli delle sere d'estate con spettacoli proposti in cornici naturali uniche e suggestive e si preannuncia già con importanti novità e numeri da record.

Vette d'artificio propone quattro show piromusicali in alcune delle località di montagna più amate della Val d'Ossola: sabato 14 luglio l'inaugurazione alla Piana di Vigezzo, sede a oltre 1.700 metri di
altitudine, che aveva ospitato nel 2014 l'edizione zero di Vette d'artificio. Per l'occasione sarà possibile scoprire le molte novità che la stazione alpina offre con la nuova gestione degli impianti di risalita; si prosegue sabato 4 agosto con uno sensazionale spettacolo a Macugnaga, ai piedi della parete est del Monte Rosa e un ricchissimo programma di eventi collaterali in ogni frazione della perla del Rosa (spiccano di certo gli aperitivi in quota ai piedi o di fronte al Monte Rosa, che ogni anno attirano centinaia di visitatori); sabato 11 agosto la tappa più ad alta quota, agli oltre 2.000 metri dell'Alpe Ciamporino a San Domenico di Varzo, anche in questo caso con tantissimi eventi a corollario sia in paese, sia alle alte quote; per il gran finale di martedì 14 agosto si torna in Valle
Vigezzo con lo spettacolo a Santa Maria Maggiore, che lo scorso anno aveva richiamato 15.000 spettatori.

Le località si trasformano così per una serata in palcoscenici naturali per spettacoli piromusicali poco impattanti e attenti all'ambiente: grazie all'esperienza di GFG Pyro, gli show, altamente emozionali e personalizzati per le singole località, sono studiati per rispettare ambienti naturali unici. Gli spettacoli di quest'anno presenteranno alcune importanti novità, grazie all'inserimento di effetti scenografici luminosi che contribuiranno a creare un'atmosfera magica e suggestiva, un abbraccio di luci e fuochi in continuo dialogo con le colonne sonore..

Tornerà infine anche quest'anno, considerato il successo del 2017, l'iniziativa speciale dedicata ai fotoamatori, realizzata in collaborazione con i comitati promotori delle singole tappe. Sarà sufficiente pubblicare sulla pagina Facebook ufficiale del festival (www.facebook.com/vettedartificio) una foto scattata durante uno show di Vette d'artificio. Le votazioni saranno il frutto di un mix tra i “mi piace” espressi dai fan della pagina e i giudizi espressi da una competente giuria di qualità. In regalo una vacanza presso la località sede di spettacolo e un'attrezzatura fotografica professionale.

Tutti gli spettacoli piromusicali realizzati dalla GFG Pyro saranno accompagnati da un ricco programma di eventi collaterali (mercatini, concerti, postazioni per ammirare la volta celeste,
degustazioni, aperitivi a 3000 metri e molto altro.

di C. S.
pubblicato il 05 luglio 2018 in Tracce > Turismo

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

L'olio extra vergine di oliva non ha alcun valore

L'ultima fake news nel mondo dell'extra vergine d'oliva: le api fanno l'olio

Evitare di filtrare l'olio extra vergine di oliva si può, ma a precise condizioni

Gli olivi devono produrre a costi accettabili: analisi di quelli fissi e variabili

Tocca a voi, a nessun altro