Anno 15 | 20 Novembre 2017 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

Cantine aperte a San Martino per festeggiare il capodanno agrario

Sono circa 130 le cantine in 12 regioni aderenti che presenteranno a curiosi ed enoappassionati non solo i vini novelli e le etichette di punta, ma anche i prodotti tipici stagionali che fanno dell’autunno una vera esplosione di gusto

Si rivive la tradizione del “Capodanno agricolo” con ‘Cantine Aperte a San Martino’ (sabato 11 e domenica 12 novembre), l’appuntamento autunnale targato Movimento turismo del vino (Mtv) che festeggia la fine della vendemmia e la nascita del vino nuovo. Sono circa 130 le cantine in 12 regioni aderenti che presenteranno a curiosi ed enoappassionati non solo i vini novelli e le etichette di punta, ma anche i prodotti tipici stagionali che fanno dell’autunno una vera esplosione di gusto.

Si va dalla merenda sinoira, l’antica "marenda ant el fassolet" piemontese, ai prodotti artigianali del Friuli Venezia Giulia e i “giri dell’oca” in Veneto. E ancora l’olio, il cioccolato e i tozzetti in Umbria, e ovviamente le castagne, protagoniste delle tavole autunnali in tutto lo stivale. Spazio agli esploratori, non solo del gusto, con le visite ai luoghi speciali dell’affinamento come i tunnel sotterranei in Abruzzo, le masserie in Puglia e i “crotin” in Piemonte, un excursus enologico nella Grande Guerra. E se in Veneto si fa Nordic walking lungo il fiume Nicesolo per l’“Hemingway wine tour”, in Sicilia debutta il wine trail “Corri tra le vigne”, 8 chilometri di corsa nei vigneti di Castelbuono (PA). In Emilia Romagna si brinda ridendo con le “zirudelle” in dialetto, mentre si muove a suon di musica la Lombardia, con performance che spaziano dal sound sudamericano del “Duo Sax Chitarra” alla musica popolare dei “Dla Basa”. Completano l’offerta le iniziative in Calabria, Campania e Lazio.

Novità per l’edizione 2017, “Cantine Aperte a San Martino in Camper” apre le porte delle aziende vinicole aderenti ai camperisti, con scontistiche speciali per gli iscritti al Club del PleinAir, rivista partner Mtv, e punti sosta dedicati all’interno delle proprietà o in spazi appositamente attrezzati.

di C. S.
pubblicato il 09 novembre 2017 in Tracce > Turismo

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

Olio extra vergine di oliva italiano: la rabbia e l'orgoglio

Il terribile prezzo della globalizzazione: la perdita della ruralità

Dalla competenza nasce la garanzia per i consumatori, l'esempio del Mastro Oleario

Un bagno d'umiltà per gli assaggiatori d'olio d'oliva

Nuovi oliveti, scatta il totocultivar. Quale scegliere per rispondere alle richieste del mercato?