Anno 15 | 29 Aprile 2017 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

L'olio extra vergine d'oliva può prevenire molti tipi di cancro

In presenza di sostanze cancerogene, come il dimetilbenzenantranzene, la dieta gioca un ruolo essenziale nella prevenzione della formazione di tumori. L'olio extra vergine d'oliva riuscirebbe a inibire fino all'80% delle neoplasie

L'olio extra vergine d'oliva non cura i tumori, anche se può essere molto utile e di supporto durante le terapie farmacologiche, sia per la capacità di veicolare nel nostro corpo sostanze utile sia per l'attività antiossidante e antifiammatoria.

L'olio extra vergine di oliva, però, sarebbe in grado di bloccare la formazione di molte diverse tipologie di tumori.

E' quanto ha scoperto l'Università di Siviglia che ha analizzato la formazione di neoplasie in seguito all'esposizione a DMBA (dimetilbenzenantrazene) da parte di cavie di laboratorio.

Le cavie sono state divise in due gruppi, nel primo sono state nutrite con olio di paraffina e nell'altro con olio extra vergine di oliva. A entrambi gli oli, dopo un periodo di acclimatazione, è stato aggiunto lo 0,5% di DMBA.

Le cavie sono state nutrite con tali soluzioni per 20 settimane. Alla soluzione con extra vergine è stata aggiunta anche la polpa di qualche oliva matura.

Il DMBA è un noto agente cancerogeno, in grado di indurre carcinomi già entro poche settimane dall'applicazione.

In effetti, al termine dell'esperimento, le cavie nutrite con la soluzione a base di olio di paraffina presentavano 35 tipologie diverse di carcinomi.

Nel gruppo alimentato con la soluzione a base di olio extra vergine di oliva, invece, si sono presentati “solo” sette tipologie tumorali: tra carcinomi intraepiteliali e quattro tumori verrucosi. I ricercatori hanno sottolineato che non si è evidenziato alcun cancro invasivo.

Nel complesso la ricerca dimostra la validità di una dieta ricca di olio extra vergine di oliva nel proteggere il nostro corpo dall'insorgenza di tumori, anche in presenza di agenti cancerogeni.

Bibliografia

Juan J. Soto-Castillo, Isicio Ortega-Medina, Carcinogénesis experimental con 7,12-dimetilbenzantraceno (DMBA) y su inhibición con aceite de oliva virgen extra y dieta con aceitunas maduras (variedad Picual), Revista Española de Patología, Available online 6 December 2016, ISSN 1699-8855

di R. T.
pubblicato il 17 marzo 2017 in Tracce > Salute

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

Il Mastro Oleario, un treno da non perdere assolutamente

Il superintensivo spagnolo conviene davvero agli olivicoltori italiani?

Prepariamoci a un gran cambiamento per i consumi di olio extra vergine di oliva al ristorante

L'autogol dell'olivicoltura italiana

La rovina dell'olio extra vergine d'oliva italiano