Anno 15 | 28 Giugno 2017 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

TRACCE > SALUTE

Il vino bianco aumenta il rischio di tumore alla pelle

Circa il 3.6% dei casi di cancro nel mondo, sono stati attribuiti all’uso di alcool, inclusi il cancro del fegato, del pancreas, del colon, del retto e al seno. I ricercatori hanno scoperto che la relazione tra melanoma e alcool affliggeva principalmente le parti del corpo meno esposte alla luce

R. T.

Le insalate in busta più esposte al rischio di salmonella

Dopo la preparazione e il taglio delle foglie si possono sviluppare colonie batteriche che, grazie al liquido xylematico rilasciato dopo il taglio, possono propagarsi. Per non incorrere in rischi occorre consumare il prima possibile l'insalata in busta dopo l'acquisto

C. S.

E' autunno, tempo anche di frutta secca, per migliorare l'umore

Cresce il mercato della frutta secca e disidratata in Italia mentre si moltiplicano gli studi sulle proprietà benefiche di un consumo moderato di noci, nocciole e mandorle. Una manciata di noci al giorno, per esempio, migliora l'umore

T N

Liquirizia pericolosa per la fertilità delle donne

L’isoliquiritigenina contenuta nella liquirizia possiede delle proprietà antitumorali, benefiche in particolare per alcuni tipi di carcinomi della mammella, della prostata e del colon. Però può provocare un problema ormonale nelle ovaie

C. S.

Panettone e pandoro, quanto ci fanno davvero ingrassare?

Attenzione in particolare all'assunzione di zuccheri semplici, che già oggi consumiamo più della dose giornaliera suggerita dall'organizzazione mondiale della sanità. Qualche calorie ci apporta una fetta di penettone e un pezzo di torrone?

C. S.

L'extra vergine e l'olio d'oliva nelle parole dei nutrizionisti

Secondo Manuela Mapelli l'extra vergine è sconsigliabile in frittura. Tesi smentita dalla collega Tiziana Stallone. E quanto extrra vergine consumare? 10 grammi secondo Franco Berrino mentre Federico Ferrero ritiene gli altri oli di oliva "non commestibili"

T N

Bambini a rischio con consumo elevato di oli vegetali

L’acido erucico, un contaminante naturale presente negli oli vegetali, non costituisce un problema di sicurezza per la maggior parte dei consumatori. Può tuttavia costituire un rischio a lungo termine per la salute di bambini di età fino a 10 anni 

C. S.

Ora gli americani si inventano l'olio dimagrante

Secondo ricercatori della PennState University l'olio di colza farebbe perdere peso, specie nella zona addominale, in virtù del ridotto contenuto in grassi saturi e per l'alto contenuto di grassi monoinsaturi

R. T.

Un uovo al giorno leva il medico di torno

Contro l'ictus le uova possono essere delle utili alleate. Fino a un uovo al giorno non ci sono conseguenze per l'apparato cardiocircolatorio ma si può ridurre il rischio di ictus fino al 12%, grazie ad antiossidanti, vitamine E, D, e A

C. S.

L'olio extra vergine d'oliva può influenzare la genesi e l’esito di alcune patologie tumorali

I polifenoli dell’olio extravergine di oliva di qualità possono influenzare la genesi, lo sviluppo e l’esito di alcuni tumori e la loro terapia. È quanto emerso da una recente ricerca sulle attività biologiche dei polifenoli dell’extra vergine pubblicata sulla rivista internazionale Oncology Reports

Andrea Coccia

Gli energy drink rischiano di far male al fegato

Un eccessivo consumo di bevande energetiche, magari per tenersi su in un periodo stressante, può provocare epatite acuta. Tutto dovuto a un eccesso di vitamina B3 che è contenuta in grandi quantità negli energy drink

T N

Latte e formaggi non fanno ingrassare, anzi aiutano a dimagrire

Secondo uno studio dell'Università cinese di Qingdao per ogni 200 grammi di latte consumati al giorno il rischio di obesità si riduce del 16% in bambini e adulti. Con un’alimentazione con meno carboidrati e più lipidi, si riduce il grasso corporeo e si dimagrisce con più facilità

C. S.

L'olio extra vergine d'oliva protegge il nostro cervello

Sono molte le patologie neurogenerative a cui possiamo andare incontro a causa dei radicali liberi e dello stress ossidativo. Non solo tirosolo, idrossitirosolo e oleocantale. Ora si scoprono le virtù degli acidi idrossicinnamici contenuti nell'olio extra vergine d'oliva

R. T.

Il succo di mela può essere un potente antitumorale

Uno studio dell’Isa-Cnr, svolto in collaborazione con l’Università di Salerno, ha fornito per la prima volta una spiegazione delle proprietà anticancerogene dei composti antiossidanti di questo frutto

C. S.

L'olio extra vergine di oliva protegge il nostro corpo, l'olio d'oliva no

Un interessante studio spagnolo, realizzato dall'Università di Granada, ha messo in confronto extra vergine e olio d'oliva nella terapia della fibromialgia, una patologia invalidante dovuta probabilmente a uno stato di infiammazione e stress ossidativo di muscoli e nervi

T N

Sushi troppo economico? Attenti alla sindrome sgombroide

La diffusione di sushi bar, che offrono condizioni economiche particolarmente appetibili, ha portato con sè anche un picco della sindrome sgombroide. Si tratta di una reazione allergica che può provocare orticaria, diarrea, nausea o mal di testa, fino a svenimenti

C S

L'amore per i cibi grassi deriva da un gene

E' noto che una dieta troppo ricca di grassi può portare a molti disturbi e malattie. La predisposizione a nutrirsi con cibi ad alto contenuto di grassi, però, non sarebbe solo dettata da cattive abitudini ma anche dal nostro DNA

T N

Il caffè contro la demenza senile, ma senza esagerare

E' dimostrato che la caffeina aiuti a potenziare la memoria a lungo termine. Con tre tazzine di espresso o due tazze di moka al giorno il rischio di andare incontro a demenza senile è ridotto del 36%

C. S.

<< | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | >>

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

Il Mastro Oleario, un treno da non perdere assolutamente

Il superintensivo spagnolo conviene davvero agli olivicoltori italiani?

Prepariamoci a un gran cambiamento per i consumi di olio extra vergine di oliva al ristorante

La rovina dell'olio extra vergine d'oliva italiano

Quando il valore aggiunto non è l'olio extra vergine d'oliva