Anno 15 | 28 Aprile 2017 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

TRACCE > SALUTE

Olio di palma e di semi nel latte artificiale per neonati proprio no!

Nel latte artificiale vengono utilizzati i seguenti prodotti: olio di palma, olio di colza, olio di cocco, olio di semi di girasole... L'olio d'oliva proprio mai. Perchè dare oli che non appartengono alla ben nota dieta mediterranea?

0

Francesca Gonnelli

L'oleocantale dell'olio extra vergine d'oliva contro il cancro alla pelle

Una ricerca dell'Università di Pisa ha dimostrato come l'oleocantale, fenolo tipico e caratteristico dell'extra vergine, ha un'attività antiproliferativa, in vitro, contro le cellule maligne cancerose del melanoma

T N

Danni al feto per il consumo di alcol durante la gravidanza

Ritardi nello sviluppo intellettivo e deficit cognitivo. Sono questi i rischi che incorrono i bambini qualora la madre abbia continuato a bere alcolici durante la gravidanza. L'alcol infatti arriva direttamente al cervello del feto, provocando problemi ai neuroni

C. S.

Olio d'oliva e Dieta Mediterranea per riparare i vasi sanguigni

I pazienti affetti da diabete di tipo 2 dovrebbero stare attenti a burro, carne rossa e olio di palma, preferendo verdure, frutta legumi e il re dei grassi: l'olio extra vergine di oliva. Ottimi tutti i polifenoli, per controllare la glicemia

C. S.

L'attacco d'asma si può sconfiggere con la vitamina D

L'asma è un'infiammazione, generalmente reversibile, delle vie aeree inferiori. Non esiste una cura ma la vitamina D può attenuare l'intensità e la frequenza e gli attacchi d'asma. Fegato, oli di pesce, aringa, salmone e sardina sono preziose fonti di questo elemento

C. S.

L'olio extra vergine d'oliva moltiplica la biodisponibilità dei carotenoidi del pomodoro

I carotenoidi sono importanti per la nostra salute ma non basta mangiare tante verdure rosse per assumerli. La biodisponibilità di questi composti dipende dall'intestino e l'olio extra vergine d'oliva aumenta significativamente la bioaccessibilità

R. T.

La Dieta Mediterranea aiuta anche chi ha problemi di cuore

Chi ha una patologia conclamata all'apparato cardiocircolatorio dovrebbe seguire la Dieta Mediterranea. Secondo uno studio molisano tre i pazienti che seguivano le regole alimentari mediterranee più strettamente il rischio di morte prematura era inferiore del 37%

T N

Neonati e bambini a rischio obesità: mangiano troppi zuccheri

Fino a due anni i bambini non dovrebbero consumare zuccheri aggiunti, bastano quelli nel latte e nella frutta. Fino agli otto anni non dovrebbero mangiare più di 25 grammi di zuccheri al giorno, contro gli 87 grammi oggi consumati dai bimbi italiani

T N

La Dieta Mediterranea non è più la stessa ma con l'originale meno tumori

Nel tempo la Dieta Mediterranea si è occidentalizzata, con l'ingresso di più zuccheri e grassi animali. Così però si riducono i benefici di uno stile alimentare in grado di ridurre significativamente i tumori al collo e alla testa

C. S.

Danni al fegato dei bambini per il cibo spazzatura

Il junk food, cibo spazzatura, colpirebbe con maggiori danni proprio i bambini. Dalla steatosi epatica fino a più gravi forme di steopatite. Il rischio è arrivare alla fibrosi di tipo 2, patologia del fegato che non si può guarire

C. S.

L'olio d'oliva aiuta ad assimilare la vitamina A

E' tempo di succhi e di centrifugati di frutta e verdura. Sono veri e propri concentrati di benessere, molto ricchi di vitamine. Alcune vitamine, come la A, sono più facilmente assimilabili dal nostro corpo se si aggiunge un goccio d'olio d'oliva

T N

L'olio extra vergine di oliva di eccellenza contro l'ipertensione

La combinazione di alto contenuto di acido oleico e composti minori bioattivi, tipica dell'olio extra vergine di oliva di eccellenza, può tenere sotto controllo la pressione arteriosa e proteggere così cuore e reni

T N

Frutta e verdura per vivere sani e felici, lo dice la scienza

Fino a otto porzioni di frutta e verdura al giorno migliorerebbero non solo la salute ma anche l'umore. Di solito gli effetti di una dieta sana si misurano in anni o decenni, ma i benefici psicologici si vedono già dopo poco tempo

T N

Attenzione ai dolcificanti: fanno aumentare l'appetito

I dolcificanti fanno incrementare l'appetito, perchè ingannano il nostro cervello. Lo zucchero non zucchero porterebbe anche a iperattività e disturbo del sonno

C. S.

La cannella aiuta il cervello a essere più reattivo

Secondo uno studio americano la cannella riuscirebbe a invertire molti processi biochimici che sono alla base di deficit di apprendimento. Tutto si gioca nell'ippocampo

T N

Il resveratrolo contro la sindrome di Down: rigenera i neuroni

Questo polifenolo, presente in un’ampia varietà di piante e frutti, ripristina il processo di neurogenesi riattivando le funzioni mitocondriali in un modello cellulare di trisomia 21. Una speranza dalla nutraceutica per il miglioramento del deficit cognitivo della sindrome di Down

C. S.

Contro il caldo soffocante, viva la frutta di stagione

Non c’è estate la frutta di stagione, gustosa e dissetante. Per i consumatori di tutte le età, specie per i più piccoli, le pesche sono un toccasana salutare e gradevole. Hanno anche un effetto depurativo, digestivo e diuretico

C. S.

<< | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | >>

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

Il Mastro Oleario, un treno da non perdere assolutamente

Il superintensivo spagnolo conviene davvero agli olivicoltori italiani?

Prepariamoci a un gran cambiamento per i consumi di olio extra vergine di oliva al ristorante

L'autogol dell'olivicoltura italiana

La rovina dell'olio extra vergine d'oliva italiano