Anno 16 | 19 Giugno 2018 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

800 mila tonnellate di olio d'oliva stoccati in Spagna

Le giacenze di olio d'oliva, soprattutto nei grandi frantoi cooperativi, possono soddisfare le esigenze di mercato per quasi otto mesi. Con l'abbassamento dei prezzi le vendite sono riprese

Abbondanti scorte di olio d'oliva in Spagna: 810 mila tonnellate circa a fine maggio, secondo i dati del Ministero dell'agricoltura iberico.

Le vendite sono in ripresa, a 104 mila tonnellate nel mese di maggio, ma ancora lontane dalle vette di 130 mila e oltre toccate qualche anno fa ma certamente meglio del dato di solo un anno fa.

Secondo gli analisti spagnoli la ripresa delle vendite è dovuta al calo delle quotazioni, che ha consentito il ritorno a una certa operatività dell'industria olearia, che infatti è tornata a fare stock. A fine maggio nei magazzini di commercianti e industriali iberici le scorte ammontavano a 210 mila tonnellate.

Ridotte al lumicino invece le scorte nei magazzini di stoccaggio comunali, essendo ormai arrivate a circa 18 mila tonnellate.

Come sempre la maggior parte dello stock iberico è nelle mani dei grandi frantoi, per lo più cooperativi, e ammonterebbe a poco più di 580 mila tonnellate, con un aumento del 19% delle scorte rispetto allo stesso mese della precedente campagna olearia.

Se i volumi di vendita continuassero ad attestarsi a 100 mila tonnellate al mese circa, la Spagna avrebbe stock che garantirebbero il soddisfacimento del mercato per quasi otto mesi.

 

di C. S.
pubblicato il 13 giugno 2018 in Tracce > Mondo

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

L'olio extra vergine di oliva non ha alcun valore

L'ultima fake news nel mondo dell'extra vergine d'oliva: le api fanno l'olio

Tocca a voi, a nessun altro

Crollo del prezzo dell'olio di oliva? Non succede ma se succede...

Evitare di filtrare l'olio extra vergine di oliva si può, ma a precise condizioni