Anno 15 | 18 Novembre 2017 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

Il panel test al centro del dibattito del Consiglio oleicolo internazionale

Saranno mesi molto intensi sul fronte della chimica e della standardizzazione delle norme commerciali. Il 18 e 19 ottobre si terranno le riunioni del Comitato consultivo del Coi e quella delle associazioni che hanno firmato l'accordo sul controllo della qualità chimico fisica, entrambe dedicate al panel test

L'attività del Consiglio oleicolo internazionale riprende a pieno regime, con due riunioni, il 18 quella del Comitato consultivo del Coi e il 19 quella delle associazioni che hanno firmato l'accordo sul controllo della qualità chimico fisica.

In entrambe le riunioni si parlerà di panel test, anche alla luce dei lavori scientifici e del dibattito svolto in ambito del Comitato dei chimici e a seguito dei risultati dei risultati dei test 20176 sui panel test accreditati e del seminario di aggiornamento sul mertodo di valutazione organolettica degli oli vergini d'oliva.

Sarà, insomma, una grande sessione dedicata al panel test e che vedrà il suo culmine con la cerimonia di premiazione del premio Solinas.

I risultati di tutto questi lavori verranno riportati in sede di 106 sessione del Consiglio dei membri del Coi che si svolgerà a novembre.

Tra le altre attività che verranno svolte dal Coi in campo chimico e di standardizzazione delle norme, l'organizzazione di un convegno presso l'Università di Davis in California, nell'ambito del programma di promozione negli Stati Uniti.

Due altri appuntamenti saranno in Italia, il primo a Sanremo in occasione della Conferenza sui composti volatili organizzato dalla Società Italiana per la Ricerca sulle Sostante Grasse (SISSG) e il secondo sarà per l'incontro del Comitato consultivo del progetto europeo Oleum, coordinato dall'Università di Bologna.

di C. S.
pubblicato il 05 settembre 2017 in Tracce > Mondo

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

Olio extra vergine di oliva italiano: la rabbia e l'orgoglio

Il terribile prezzo della globalizzazione: la perdita della ruralità

Dalla competenza nasce la garanzia per i consumatori, l'esempio del Mastro Oleario

Un bagno d'umiltà per gli assaggiatori d'olio d'oliva

Nuovi oliveti, scatta il totocultivar. Quale scegliere per rispondere alle richieste del mercato?