Anno 15 | 14 Dicembre 2017 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

Amazon si butta sul biologico, acquistata la catena Whole Foods Market

Il gruppo americano, leader nel commercio on line, si consolida sempre più nell'agroalimentare, acquisendo un gruppo in crisi ma classificato tra le imprese più socialmente responsabili. L'acquisizione finanziata con liquidità disponibile e un prestito da 13,7 miliardi di dollari

Amazon acquista la catena di supermercati Whole Food per 42 dollari in azione.

L'accordo è valutato 13,7 miliardi di dollari. Per Amazon, come fa notare l’emittente televisiva Cnbc, è la maggiore acquisizione di sempre. 

Amazon ha fatto sapere che intende finanziare la transazione tramite liquidità attualmente disponibile e tramite debito. Il gruppo ha ricevuto impegno da parte di creditori per un prestito ponte da 13,7 miliardi di dollari, con la durata di 364 giorni. 

Si conferma così l'estremo interesse di Jeff Bezos, amministratore delegato di Amazon, per il settore agroalimentare.

Whole Foods Market fattura oltre 15 miliardi di dollari annui ma ha perso molti dei suoi clienti quando si è schierato contro l'Obamacare. Dal settembre 2015 le vendite sono in calo e l'attuale quotazione azionaria, 33 dollari per azione, è la metà di quella ottenuta nel 2013. A fronte di una situazione contingente difficile, il gruppo può contare su 30mila prodotti organici certificati e 13.500 prodotti certificati non Ogm.

Amazon ha precisato che Whole Foods continuerà a gestire i supermercati con il proprio marchio e l’amministratore delegato John Mackey resterà in carica. Il quartier generale resterà ad Austin, in Texas. ''Questa partnership presenta un'opportunità per massimizzare il valore per gli azionisti di Whole Foods, ampliando la nostra missione e offrendo la più alta qualità, esperienza e innovazione ai nostri clienti'' mette in evidenza, John Mackey, il fondatore e amministratore delegato di Whole Foods.

La transazione, che secondo le previsioni sarà chiusa nella seconda metà del 2017.

"Milioni di persone amano Whole Foods Market perché offre gli alimenti biologici e naturali migliori e rendono divertente il mangiare sano", ha scritto in una nota Bezos. Per Amazon, ha detto ancora Bezos, "la partnership è un’opportunità per massimizzare il valore per gli azionisti di Whole Foods, allo stesso tempo ampliando la mission di Amazon, dando ai clienti la massima qualità, esperienza, convenienza e innovazione". 

L'acquisizione di Whole Foods Market avviene a poche settimane dal fallimento dell'Amazon Go. Un negozio senza casse, dove l’utente dopo essersi autenticato tramite l'app, entra, sceglie i prodotti ed esce, con la spesa addebitata direttamente sul suo account Amazon. Un negozio gestito da un complesso sistema di machine learning, intelligenza artificiale e computer vision necessari per individuare i clienti e i prodotti acquistati. L'esperimento, a Seattle, è fallito e Bezos si è quindi orientato su un modello più tradizionale di distribuzione che conta punti vendita negli Stati Uniti, Canada e Regno Unito.

 

 

 

di T N
pubblicato il 16 giugno 2017 in Tracce > Mondo

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

Olio extra vergine di oliva italiano: la rabbia e l'orgoglio

Il terribile prezzo della globalizzazione: la perdita della ruralità

Dalla competenza nasce la garanzia per i consumatori, l'esempio del Mastro Oleario

Un bagno d'umiltà per gli assaggiatori d'olio d'oliva

Il sommelier, l'evoluzione culturale di una professione