Anno 15 | 23 Maggio 2017 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

Più di 100 milioni di euro di aiuti per l'olivicoltura andalusa

Il Ministero dell'agricoltura della regione iberica ha deciso di aumentare gli stanziamenti per il settore di complessivi 70 milioni di euro, che dovrebbero generare investimenti per 270 milioni. L'obiettivo è migliorare la competitività e generare posti di lavoro

Gli aiuti per il settore olivicolo andaluso sono stati aumentati da 37,2 milioni di euro a 108 milioni.
Gli aumenti sono a bilancio per l'annualità 2016 e riguardano investimenti per nuovi macchinari per la trasformazione, la commercializzazione e la creazione di nuovi prodotti.
Secondo il governo andaluso questo stanziamento genererà investimenti per complessivi 270 milioni di euro.

Tali contributi, che vengono assegnati su base competitiva, sono co-finanziati dal Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e dalle amministrazioni centrali e regionali.

Per le piccole-medie imprese olivicolo-olearie lo stanziamento è stato portato da 17 a 51,2 milioni di euro. Per le grandi imprese la dotazione di bilancio è di 27,5 milioni di euro, contro i 9,1 milioni precedenti. Infine nel settore delle olive da tavola sono previsti aiuti per 29,3 milioni di euro contro gli 11,1 precedentemente previsti.

In particolare tra le spese ammissibili vi sono la costruzione o il miglioramento di beni immobili per la produzione e l'acquisizione e l'installazione di nuove macchine e attrezzature. L'importo massimo dell'aiuto per progetto di investimento ammonta a cinque milioni di euro.

di T N
pubblicato il 16 dicembre 2016 in Tracce > Mondo

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

Il Mastro Oleario, un treno da non perdere assolutamente

Il superintensivo spagnolo conviene davvero agli olivicoltori italiani?

Prepariamoci a un gran cambiamento per i consumi di olio extra vergine di oliva al ristorante

L'autogol dell'olivicoltura italiana

La rovina dell'olio extra vergine d'oliva italiano