Anno 16 | 22 Ottobre 2018 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

Da falso Verdicchio al sequestro di rosso e rosato. Le frodi del vino

E' tempo di attività, sequestri e identificazioni di truffe nel mondo del vino. Dai 15 mila litri di falso Verdicchio di Jesi, in realtà un bianco da tavola, fino al maxi sequestro da 2 milioni di litri a Imola di prodotto non presente nella contabilità aziendale

E' tempo di frodi nel mondo del vino, per fortuna scoperte.

La polizia giudiziaria della Procura di Ascoli Piceno insieme alla Guardia di Finanza ha sequestrato circa 15mila litri di falso Verdicchio dei Castelli di Jesi. Il sequestro è uno sviluppo di quell’inchiesta, che aveva già portato al sequestro di 150mila litri di falco Verdicchio doc.

Rilevate anomalie nel prezzo, al di sotto di quello normale di mercato. Denunciato un imprenditore vinicolo per frode in commercio.

Le indagini delle Fiamme Gialle sono state indirizzate verso la ricostruzione della filiera documentale del falso. Il sequestro di 3.000 dame di vino da 5 litri l’una è stato eseguito presso due centri di una nota catena internazionale Gdo a Perugia e a Monsampolo del Tronto.

Ma non basta.

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Bologna e i funzionari dell’Ispettorato Repressione Frodi del Ministero delle Politiche Agricole, nel corso di un’attività di verifica congiunta condotta presso lo stabilimento di una casa vinicola operante in Imola, hanno sottoposto a sequestro amministrativo circa 20.000 ettolitri, tra vino rosso e rosato, già pronti per essere imbottigliati e destinati alla vendita al dettaglio, la cui presenza in cantina non trovava giustificazione nella contabilità aziendale superando in quantità largamente superiori le eccedenze consentite.

Oltre al sequestro del vino i finanzieri hanno applicato una sanzione amministrativa di un milione e 800mila euro, prevista per le violazioni di questo tipo. Il controllo tra le giacenze fisiche e quelle contabili ha permesso, infine, di accertare l'assenza di 500mila litri di vino bianco e un milione e 300mila litri di vino IGT, frutto presumibilmente di vendite in nero.

di C. S.
pubblicato il 11 ottobre 2018 in Tracce > Italia

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

Caratteristiche chimiche e annata di raccolta sull'etichetta dell'olio d'oliva, più dubbi che certezze

Evviva, sono tornate le truffe olearie! Ecco cosa accadrà all'olio d'oliva italiano

Evitare di filtrare l'olio extra vergine di oliva si può, ma a precise condizioni

Gli olivi devono produrre a costi accettabili: analisi di quelli fissi e variabili

Il tappo antirabbocco per l'olio extra vergine d'oliva va vietato: è pericoloso!