Anno 16 | 24 Settembre 2018 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

Olio di semi spacciato per extra vergine di oliva, una truffa che resiste

Sequestrate dalla Guardia di Fianza due tonnellate di prodotto a Sarno, in parte già imbottigliato, pronto a essere distribuito attraverso la Grande Distribuzione come olio extra vergine di oliva 100% italiano

La Guardia di Finanza ha portato alla luce una frode in commercio compiuta da un'azienda di imbottigliamento e commercializzazione di olio d'oliva a Sarno.

Le Fiamme Gialle hanno scoperto una partita di prodotto che sarebbe dovuta essere, in base alla documentazione esibita, olio extra vergine di oliva.

Il prodotto, però, ha suscitato le perplessità dei finanzieri che l'hanno inviato all'Agenzia delle Dogane di Bari per il controllo.

E' così risultato che l'olio che stava per essere venduto anche attraverso la Grande Distribuzione locale era una miscela di olio di semi e olio d'oliva.

La Guardia di Finanza ha potuto sequestrare la gran parte del prodotto ancora depositata nei depositi industriali ma parte del prodotto era giù stato imbottigliato con l'etichetta: olio extra vergine di oliva 100% italiano.

Oltre al sequestro, tre persone sono state denunciate per frode in commercio.

di T N
pubblicato il 13 settembre 2018 in Tracce > Italia

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

Caratteristiche chimiche e annata di raccolta sull'etichetta dell'olio d'oliva, più dubbi che certezze

Evviva, sono tornate le truffe olearie! Ecco cosa accadrà all'olio d'oliva italiano

Evitare di filtrare l'olio extra vergine di oliva si può, ma a precise condizioni

Gli olivi devono produrre a costi accettabili: analisi di quelli fissi e variabili

Il tappo antirabbocco per l'olio extra vergine d'oliva va vietato: è pericoloso!