Anno 16 | 22 Maggio 2018 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

Il Sirena d'Oro di Sorrento sempre più legato all'olio di oliva tipico

In un processo di revisione continuo, il concorso nazionale campano cerca sempre nuove sinergie e opportunità. Novità di quest'anno la sezione dedicata agli IGP Toscano, nel ventennale del riconoscimento, e quella per gli oli a certificazione JAS prodotti in Giappone

Torna il Sirena d'Oro di Sorrento, organizzata dal Comune di Sorrento in collaborazione con la Coldiretti Campania e la partecipazione attiva delle Associazioni Oleum, GAL Terra Protetta, Aprol Campania, Unaprol, Feder DOP Olio.

Il concorso mantiene inalterato il proprio spirito, ovvero la volontà di premiare i migliori oli extra vergini di oliva a denominazione d'origine (Dop o Igp) e quelli certificati biologici.

Tra le novità di quest'anno una sezione speciale prevede la partecipazione al concorso e la premiazione degli oli a certificazione JAS prodotti in Giappone nell’ottica di un più ampio scambio culturale tra il Comune di Sorrento e Giappone, previsto dal protocollo del 13 maggio 2016 e precedenti, sottoscritto tra Comune di Sorrento e Comune di Kumano.

Altro Premio Speciale quello destinato al miglior olio Igp Toscano in occasione del ventennale della nascita della certificazione di Indicazione Geografica Protetta Toscana.

Infine un Premio Speciale verrà riservato al miglior olio campano Dop o Bio per valorizzare le migliori produzioni regionali in un contesto di competizione nazionale.

Le Aziende che vorranno iscriversi al concorso potranno presentare la loro candidatura a partire dal 5 febbraio fino al 12 marzo, secondo le modalità indicate sul portale del Comune di Sorrento. Al 16 marzo è fissata invece la data ultima di consegna degli oli partecipanti al concorso presso l’Ufficio Sirena d’Oro di Sorrento.

Possono partecipare al Premio aziende singole o associate, frantoi, oleifici sociali e cooperative, organizzazioni di produttori, commercianti e confezionatori.

I vincitori saranno decretati da una giuria di professionisti che valuterà e classificherà tutti gli oli pervenuti, compresi gli oli giapponesi. Le sessioni di assaggio ed analisi sensoriale si svolgeranno dal 20 al 24 marzo, secondo i metodi del Consiglio Oleicolo Internazionale (COI) e dell’Unione Europea.

La cerimonia di premiazione con la consegna delle “Sirene” alle aziende vincitrici e l’assegnazione dei premi denominati “Menzione di merito”, è stata fissata per il 07 aprile 2018, presso la Sala Consiliare del Municipio di Sorrento al termine di un convegno dal titolo “2018 Anno Nazionale del Cibo Italiano: cultura, produzione, economia, immagine e tendenze”.

Negli stessi giorni incontri ed eventi dedicati al territorio, all’agricoltura e, nello specifico all’olio extravergine di oliva. Si partirà il 6 aprile con un incontro con produttori e buyer sia nazionale che internazionali. Seguiranno degustazioni di olio dedicato ai turisti presenti a Sorrento a cura dell’Associazione Oleum, mentre ristoranti e pizzerie sorrentine proporranno piatti e pizze condite con gli oli partecipanti al Premio.

di C. S.
pubblicato il 05 febbraio 2018 in Tracce > Italia

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

L'olio extra vergine di oliva non ha alcun valore

L'ultima fake news nel mondo dell'extra vergine d'oliva: le api fanno l'olio

Tocca a voi, a nessun altro

Dai super esperti alle fake news sull'olio d'oliva, il passo è breve

L'olivicoltura toscana non esiste