Anno 16 | 21 Ottobre 2018 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

L’Olio delle Colline a Cori: riconoscere gli oli di qualità per farne un uso sano e consapevole

Si è conclusa la terza edizione di “Cori: dell’Olio e delle Olive”, la manifestazione nata per promuovere l’agroalimentare di qualità e valorizzare il territorio in chiave turistica, facendo leva sulle tradizioni olivicole ed olearie del paese, sulla sua storia e cultura, sulle tipicità culinarie e sulle bellezze artistiche, paesaggistiche e monumentali della Città d’Arte

È calato il sipario sulla 3^ edizione di “Cori: dell’Olio e delle Olive”, la manifestazione organizzata dal 6 al 9 Dicembre nell’ambito del “Natale 2017” da: Comune di Cori – Assessorato all’Agricoltura e Promozione del Territorio, Rete d’Impresa “Cori e Giulianello” - Regione Lazio/Imprese Oggi, Capol e Pro Loco Cori per promuovere le eccellenze agroalimentari locali e valorizzare il territorio in chiave turistica, facendo leva sulle tradizioni olivicole ed olearie del paese, accompagnate dalle tipicità culinarie e dalle bellezze della Città d’Arte.

Al contempo si è cercato di fornire gli strumenti utili a riconoscere gli oli di qualità e a farne un uso sano e consapevole, attraverso la “Scuola di extravergine” per gli alunni del servizio aggiuntivo dell’asilo nido comunale “Il Bruco Verde”; le degustazioni guidate ed informate di EVOO e olive da mensa “Gaeta” e “Itrana bianca” tra i banchi dei produttori coresi; i mini-corsi con attestato per i partecipanti; il seminario “Cosa fare per imbottigliare il proprio Olio. Etichetta, Sian, Scia.”.

Lo Street Food voleva essere un elogio alla cucina corese e a due dei suoi più apprezzati ambasciatori in Italia e nel mondo: l’EVOO di Cori e il Nero Buono di Cori. Il tutto arricchito dalle visite guidate gratuite del Museo della Città e del Territorio di Cori a cura dell’Associazione culturale Arcadia e dal folklore della bandiera degli Sbandieratori Leone Rampante.

52 Campioni di olio extravergine di oliva prodotti nel comprensorio comunale si sono confrontati al 5° Concorso “L’olio delle Colline a Cori”. Appena il 17% era difettato. Premiati i primi tre classificati: Agnoni Giuseppina, Ceraso Rosa, Cimini Coriolano. Gran menzione per: Zerilli Luca, D'Achille Laura, De Santis Marco. Questi sono stati scelti dal Panel di assaggiatori professionisti del Capol iscritti all’albo nazionale in seguito ad analisi organolettica, come il vincitore del 1° Concorso “Olio Biologico”, Muraglia Flaminio. Il 3° Premio della “Critica” invece è stato assegnato dalla giuria di giornalisti ed operatori del settore all’Azienda Agricola I Lori.

Sono intervenuti alla cerimonia di premiazione e alle altre iniziative precedenti: Mauro De Lillis (Sindaco Comune Cori); Luigi Centauri (Presidente Capol); Tommaso Ducci (Presidente Pro Loco Cori); Simonetta Imperia (Assessore Agricoltura Comune Cori); Sabrina Pistilli (C.D. Promozione Territorio Comune Cori); Annamaria Tebaldi (C.D. Attività Produttive Comune Cori); Marrico Rosato e Rinaldo Costantini (Manager e Presidente “Cori e Giulianello in rete”); Marco Carpineti (Presidente Strada Vino e Olio Provincia Latina); Felice Costanti (Assessore Attività Produttive Comune Latina); Giulio Scatolini (capo Panel Consiglio Olivicolo Internazionale); Alberto Bono (agronomo).

di C. S.
pubblicato il 11 dicembre 2017 in Tracce > Italia

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

Caratteristiche chimiche e annata di raccolta sull'etichetta dell'olio d'oliva, più dubbi che certezze

Evviva, sono tornate le truffe olearie! Ecco cosa accadrà all'olio d'oliva italiano

Evitare di filtrare l'olio extra vergine di oliva si può, ma a precise condizioni

Gli olivi devono produrre a costi accettabili: analisi di quelli fissi e variabili

Il tappo antirabbocco per l'olio extra vergine d'oliva va vietato: è pericoloso!